HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine
HT: La Psicologia per Professionisti

Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine

Gratis Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
Elform - e-learning formazione e applicazioni
Master in Naturopatia - Online
CIPsPsIA - Centro Italiano di Psicoterapia Psicoanalitica per l'Infanzia e L'Adolescenza
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Bologna
PsicoCitta.it
Dott.ssa Rosalba Carlino
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Lecce e Galatone (LE)
Dott.ssa Nadia Bassanese
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Firenze
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine
Canada. Analizzate nei topi le reazioni neurobiologiche all'isolamento sociale

L'articolo "Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine" parla di:

  • Isolamento sociale e risposte neuronali
  • Reazione dei topi all'isolamento
  • Reazione in caso di stress fisico
Psico-Pratika:
Numero 131 Anno 2016

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 01 Novembre 2016

Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine
Canada. Analizzate nei topi le reazioni neurobiologiche all'isolamento sociale

Canada. L'isolamento sociale può essere fonte di stress e provocare risposte neuronali differenti in base al genere sessuale. In modo particolare, gli appartenenti al genere femminile si mostrano maggiormente colpiti dagli effetti che l'isolamento provoca su alcune cellule cerebrali.

A sostenerlo è uno Studio pubblicato l'11 Ottobre 2016 sulla rivista online eLife, condotto da un team di ricercatori canadesi presso l'Hotchkiss Brain Institute dell'Università di Calgary.

Premesse della ricerca. Come sottolineano gli autori dello Studio, molte malattie neuropsichiatriche presentano differenze tra i due sessi. Questa differenza può far sì che tra maschi e femmine vi sia una diversa sensibilità di risposta ai fattori di stress.
Studi sugli esseri umani hanno mostrato come le ragazze siano più sensibili ai cambiamenti nelle situazioni sociali rispetto ai ragazzi e traggano maggiori vantaggi per la gestione dello stress dal sostegno sociale e dalle dinamiche di gruppo, quindi dalla presenza di una rete sociale.

Ipotesi. Per via di queste premesse, i ricercatori canadesi hanno ipotizzato che, interrompendo la rete sociale - costringendo, cioè, un soggetto all'isolamento - potrebbero verificarsi cambiamenti neurobiologici soprattutto in chi appartiene al genere femminile.
Per verificare questa ipotesi, hanno condotto un esperimento su topi di laboratorio.

Sviluppo dell'esperimento. I roditori sono stati suddivisi in gruppi dello stesso sesso composti da 3-5 soggetti ciascuno. Alcuni topi sono stati, poi, isolati dagli altri per 16-18 ore.

Esaminandone successivamente le attività cerebrali, i ricercatori si sono accorti di come quel breve isolamento avesse influenzato alcuni neuroni nei topi di sesso femminile: si era verificato un rilascio di corticosterone, una sostanza chimica che viene prodotta in risposta a situazioni di stress e che diminuisce l'eccitabilità delle cellule cerebrali. Le femmine di topo, quindi, una volta isolate, risultavano più stressate.
Questa reazione non era stata riscontrata nei topi maschi della stessa età.

In seguito i ricercatori hanno sottoposto gli animali ad un ulteriore esperimento, obbligandoli a nuotare per 20 minuti. In questo caso la reazione dei roditori allo stress fisico provocato dalla nuotata è stata uguale nei maschi e nelle femmine.

Conclusioni. Secondo il team canadese, i risultati ottenuti dalla sperimentazione sui topi evidenziano come maschi e femmine reagiscano in modo diverso a certi tipi di situazioni e non ad altre, motivo per il quale è importante tener conto anche del sesso degli animali nel momento in cui si indaga sull'influenza esercitata dallo stress sul cervello.

Inoltre, dimostrano come l'isolamento sociale provochi reazioni nelle cellule cerebrali in maniera diversa tra i due sessi, colpendo nello specifico i soggetti di genere femminile, che percepiscono e vivono questo fenomeno come fonte di stress.

Fonte:
  • L. Senst, D. Baimoukhametova, T.L. Sterley, J.S. Bains, "Sexually dimorphic neuronal responses to social isolation", articolo pubblicato su eLIFE, 11 Ottobre 2016
    elifesciences.org/content/5/e18726
Altre letture su HT
Commenti: 2
1 silvana alle ore 08:49 del 03/11/2016

da stampare e mettere in

2 silvia goi alle ore 12:08 del 03/11/2016

A fine non puramente sperimentale chiederei: 'Ma il fatto di nuotare controbilancia lo stress fisico provocato con un effetto rilassante associato?'. Questa cosa dei topi è veramente interessante! Coincide in parte con gli storici studi sui primati in condizioni di cattività ( La scimmia nuda) ma sonda l'aspetto neuropsichico dei fatti osservati....Bocca sigillata

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Stress da isolamento sociale: risposte neuronali diverse tra maschi e femmine

HT Staff
HT Collaboratori