HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?
HT: La Psicologia per Professionisti

Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?

Gratis Iscriviti alla Newsletter di HT
Centro HT Siti Web
Siti Web per Psicologi
Strumento indispensabile per la tua professione:
- Posizionamento Garantito
- Dai 7 ai 23 mail nei primi 3 mesi
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
SIPEA - Societa' Italiana di Psicologia Educazione e Artiterapie
Master di formazione specialistica: 'Star bene a scuola' - Roma
ISFAR
Corso: 'Mediatore familiare ad indirizzo globale' - Firenze
PsicoCitta.it
Dott.ssa Lorena Curia
Psicologo
Riceve a: San Fedele Intelvi (CO)
Dott.ssa Elena Giachi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Firenze e Prato
Ultimi siti realizzati
- Psicologo-Catanzaro.it
Presenta i servizi di psicoterapia e crescita personale. Riceve a Lamezia Terme, in provincia di Catanzaro.
- Arrighi-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia, terapia di coppia ed i corsi. Riceve a Milano, Viterbo e Grosseto.
- Terapia Cognitivo Comportamentale Breve.it
Tre professionisti, tutti Psicologi e Psicoterapeuti. Ricevono a Mogliano Veneto, Scorzè e Ariano nel Polesine.
Investi nella tua Professione, incrementa
il tuo lavoro con il Sito Web HT.

Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?

L'articolo "Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?", parla di:

  • Cosa può fare un dottore in Psicologia (non iscritto all'ordine)
  • Spendibilità sul mercato del lavoro
Psico-Pratika:
Numero 74 Anno 2012

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter

A domanda HT Risponde: 'Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?'

A cura di: Redazione
Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?
Vorrei gentilmente sapere se non si supera l'esame di stato che possibilità uno studente laureato in psicologia può avere?
La mia è una laurea quinquennale presa in 5 regolari anni di studio.
- Domanda pervenuta in redazione l'8 marzo 2012 alle 17:33 -
Il dottore in psicologia non ha un settore esclusivo riservato per legge, come invece ha lo Psicologo.
Questo significa che il titolo di "dottore in psicologia" ha una spendibilità sul mercato del lavoro che è legata principalmente al saper fare e alla percezione di utilità sociale del titolo stesso.

Questa è una situazione comune ai "semplici" laureati di praticamente tutte le discipline: prendiamo ad esempio i laureati in legge e quelli in lettere, cosa possono fare?
Da un punto di vista pratico le strade principali sono 2: l'insegnamento e l'editoria.

Il dottore in Psicologia ha anche altre opportunità lavorative, focalizzate principalmente nel settore aziendale, tra cui segnaliamo:
- Ricerche di mercato
- Gestione delle risorse umane
- Copywriting
- Formatore

Se la domanda sott'intesa è: "fra 6 mesi ridarò l'esame di stato, nel frattempo che lavoro da dottore in psicologia posso fare?", le possibilità sono molto scarse, in quanto qualsiasi lavoro "da laureati" non può essere inteso come un'occupazione estemporanea, ma serve sempre un periodo più o meno lungo di apprendistato.
Commenti: 176
1 marcella montesano alle ore 12:01 del 22/03/2012

Aggiungo che si può lavorare come educatori, l'esame di stato non è richiesto. Però ovviamente non si è in quadrati come psicologi.

2 Salvatore alle ore 17:51 del 22/03/2012

Tutti i laureati in Psciologia, sia che sia un Dottore in Tecniche Psicologiche che un Dottore in Psicologia per poter esercitare la professione bisogna essere abilitati e iscritti all'albo professionale A o B. Invece per coloro che non sono abilitati potrebbero essere inseriti in un contesto lavorativo presso enti pubblici e privati, nonchè possono partecipare ai concorsi che non richiedono l'abilitazione ed essere inquadrati di Iv livelllo. Per quanto concerne la professione di Educatore in ambito privato si, mentre per poter partecipare ai concorsi i Titoli non sono equipollenti a quello di Educatore Professionale. 

3 terry alle ore 19:56 del 23/03/2012

Ma non sarebbe giunto il momento di abolire questi esami di stato? non solo siamo stati "rovinati" dalla nuova riforma, che a mio parere ha solamente allungato inutilmente il percorso di studi ( non breve per altro!), ma dobbiamo tra i vari tirocini superare anche questa prova del tutto speculativa visto che si paga cospicuamente per sostenerla!!!!! Tutto ciò comunque sarebbe accettabile se nel nostro paese i concorsi fossero "reali" e se fosse un paese che conoscesse la meritocrazia. Grazie

4 Salvatore alle ore 20:40 del 23/03/2012

Carissima Terry, purtroppo è una regola istituzionale altrimenti è un abuso alla professione.

Bisogna essere coesi un con l'altro, ti faccio un esempio, Io sono abilitato e iscritto all'ordine degli Psicologi, mi occupo di riabilitazione neuropsicologica e cognitiva, e se sapessi quanta fatica faccio per far comprendere ai dirigenti Medici e tecnici di riabilitazione, che gli Psicologi triennale e quinquennale hanno più adeguate competenze nonchè strumenti  per valutare e seguire tecniche di riabilitazione neuropsicologiche e cognitive, dopo una adeguata somministrazione di batterie neuropsicologiche per recuperare un paziente affetto da disturbi di afasia, ect ect. Mentre il logopedista dovrà soltanto fare rieducazione funzionale della voce accompagnata da esercizi di respirazione. Purtroppo la realtà è un'altra che figure sanitarie come queste fanno colloquio psicologico, test Psicologici, riabilitazione neuropsicologica e cognitiva, dove a volte l'utente o paziente confonde i ruoli professionali. I test Psicologici devono essere solo somministrate da NOI e non da altre figure. Sensibilizzare di piu' i media per far chiarezza, e sopratutto INFORMARE MEDICI DIRIGENTI DI CENTRI DI RIABILITAZIONE, che la nostra figura è piu' adeguata e importante per raggiungere obiettivi rivolti ai piani di recupero funzionale. Io spero tanto che l'ordine profesisonale degli Psicologi faccia da garante e che al piu' presto ci sia una tavola rotonda per discutere con serietà , l'equipollenza nelle classi di concorso in ambito sanitario - per la riabilitazione neuropsicologica e cognitiva - terapia occupazionale - e riabilitazione psichiatrica aperta agli Psicologi triennali e quinquennali, oggi negata dall'ufficio concorsi. ciao

5 teresa alle ore 19:18 del 24/03/2012

Ciao Salvatore e grazie per la tua risposta. Io non sono per non rispettare le regole, se ci sono vanno osservate, ma gli esami di stato non li condivido. Complimenti per la scelta, neuropsicologia è un campo arduo quanto affascinante. Da laureata non ancora abilitata, svolgo volontariato in un reparto di oncologia e conosco la realtà di cui parli.. Credo che il lavoro dello psicologo sia sootovalutato proprio perchè c'è una non conoscenza delle competenze e delle funzioni di questa figura professionale. I test non solo devono essere somministrati dagli psicologi, ma solo gli stessi li possono in teoria acquistare. Volevo chiederti se per lavorare in ospedale occore oltre all' iscrizione  all'albo A pure la scuola di specializzazione. Grazie

6 Salvatore alle ore 19:33 del 24/03/2012

Dipende da Noi, farci valere e sponsorizzare la nostra figura professionale.

Non sempre occorre essere Psicoterapeuti dipende dal bando di concorso, anche se negli ultimi anni, richiedono sempre piu' la specializzazione.

Ciao e a presto

7 vincenzo alle ore 17:43 del 30/03/2012

Io sono d'accordo nell'espletare il tirocinio ma l'esame di stato dovrebbe essere di tipo informale cioè una discussione sui cinque anni di studio e sul tirocinio. Cosa significa fare tre compiti scritti e una prova orale quando tu hai già fatto 45 esami che hanno convalidato le tue conoscenze? E' solo un modo per mantenere dei privilegi che la casta deglli Accademici, ossia tutta teoria e niente pratica, vuole mantenere per scopi prettamente personale. Basterebbe cambiare l'articolo costituzionale. Purtroppo l'Italia è il paese delle caste. Io personalmente mi sono laureato per fare qualcosa, avendo iniziato a studiare psicologia da quando avevo 15 anni ora ne ho 57 credo di aver imparato quaòlcosa al di la del puro titolo accademico che spesso, in Italia viene anche comprato. Faccio il volontario al reparto tossicodipendenze o dipendenze in generale. Credo non sia un esame di stato a determinare se una persona conosce o non conosce, nel nostro caso poi non basta nenache la teoria ma bisognerebbe valutare cosa hai dentro e come lo metti in gioco. Chi potrebbe mai valutarlo? Comunque abbasso l'esame di stato è solo un pretesto per far vivere certi parrucconi che credono di conoscere la psicologia avendola letta solo sui libri.

8 vincenzo alle ore 17:51 del 30/03/2012

E' possibile chiedere un referendum per abolire l'art 33 quinto comma della costituzione in relazione agli esami di stato? Meglio è possibile che lo stesso, dopo il tirocinio, sia considerato di tipo informale e cioè una chiacchierata su quanto hai fatto all'università e al tirocinio senza ricorrere a metodi punitivi(Bocciature) perchè non hai saputo espletare bene un concetto (Soggettività dell'esaminatore). Allora 5 anni di università, 45 esami, 1 anno di tirocinio non servono a nulla? Aboliamo esame di stato così come è proposto. Pagheremo comunque la tassa per fare l'esame di stato, le amministrazioni stiano tranquille.    

9 terry alle ore 17:36 del 31/03/2012

Carissimo Vincenzo, "Io ci sto"!  Cosa dobbiamo fare? O meglo come dobiamo procedere? Sò che chi si laurea in medicina fà appunto come dici tu un esame del tutto informale... Avanti psicologi non ancora abilitati... Muoviamoci!!!!!

10 vincenzo alle ore 18:05 del 31/03/2012

Il dottore in psicologia oltre a poter insegnare, puo' regolarmente tenere corsi di qualsiasi tipo in cui si puo' aiutare gli altri a superare certe difficoltà. Esempio posso spiegare a dun gruppo di persone che soffrono di attacchi di panico come fare a capirli, gestirli e quali tecniche usare per migliorare etc. Il punto non è questo ma bensì:" Se uno è psicologo è psicologo e basta. Non sono certamente tre compiti scritti che possono fare la differenza di esserlo o non esserlo. Io credo che con un action class portata avanti da uno tosto si possa arrivare al punto di; Dopo la laurea, vogliamo fare il tirocinio, paghiamo le tasse per iscriverci all'esame di stato e andare li solo per una chiacchierata informale su quanto fatto. Inoltre i psicologi della triennale che all'ultimo compito dell'esame di stato hanno da fare un progetto possono benissimo porre in evidenza: 1 che durante l'universitò non hanno mai fatto un progetto così come durante il tirocinio in quanto i medesimi oltre ad essere una moltitudine, esulano dal compito specifico di detto dottore giacchè sono multidisciplinari: Medici, assistenti sociali, psicologi ecc per cui è impossibile fare un progetto da soli. Inoltre sui progetti ci sono delle voci standardizzate maa il contenuto puo' essere soggettivo così come è soggettivo per chi lo deve esaminare. Inoltre c'è gente bocciata all'orale perchè non conoscev l'articolo 5 del codice deondologico. Assurdo. Nessun costituzionalista puo' ricordare a memoria gli aticoli della costituzione, infatti se devono lavorarci se li ristudiano. IO SONO PRONTO PER PORTARE AVANTI QUESTO DISCORSO. Se gli altri vorranno aderire basta inviare un email al mio indirizzo: Sitoposta[chiocciolina]gmail.com da cosa nascerà cosa. Io ho 57 anni e non ho bisogno di lavorare.

11 D.Constantin alle ore 17:32 del 19/06/2012

Salve cari amici,sono Constantin,laureato in psicologia e assistenza sociala(4anni di studio universitario)/Romania2005(in atesa per Dicherazioni di Valore/Reconoscimento Academico),intendo di fare un master in psicologia clinica/psicodiagnostica Torino,dove sono residente(manca un po,per prindere la citadinanza italiana/per dottorato).Guardando su site,ho letto il vostro discorso,dunque ho pensato,che sono tra un simile caso anche io.Allora,la inscrizione da'Alba,semnifica un esameno ti stato per reconoasciere il "tuo"dovere/supratutto il mestiere irevocabile,qualle sono le condizione per farlo/,e poi prima fato questo,dopo il master,di nuovo un altro esameno di stato/quale é la pratica,invece inserimento del tirocinio,ce un obligo decretato,per seguire(pagato o non!?)In oltre,borsa di studio(merito/sociale)come va?!Per caso,che qualcuno sa rispondere le mie domande,vi prego anche ringrazio di collaborazione colegiale.A presto!Sorridente 

12 vale alle ore 14:16 del 19/07/2012

ho sentito che il ministro monti vuole equiparare l italia agli altri stati europei dove NON SERVE SAME DI STATO ..

ne sapete qualcosa?? è vero o bufala??

io nn voglio farlo!!!!!!!!!!!!!!!!! 

13 marcella montesano alle ore 21:53 del 19/07/2012

no, non ne so niente, magari faccio una ricerca....

14 marcella montesano alle ore 22:11 del 19/07/2012

da quello che ho letto rimangono.

15 valentina alle ore 08:16 del 20/07/2012

vi dice nulla l'accordo di lisbona??

16 Salvatore alle ore 14:17 del 20/07/2012

 

 

Il dottore in tecniche Psicologiche , ha seguito un regolare corso di laurea triennale + 6 mesi di tirocinio + 6 mesi per superare l'esame di stato, di una durata quadriennale per svolgere e attuare in autonomia tecniche di riabilitazione neuropsicologiche e cognitive, nonché può applicare schede per il recupero conoscitivo Metodo Perfetti , metodo da applicare in ambito neurologico per pazienti affetto da ictus, ischemie cerebrali, tumori cerebrali, sclerosi multipla, SLA, ect.. Puo' occuparsi di riabilitazione psicosociale e psichiatrica presso comunita' educative. Esercizi Psicofisiologici per il recupero funzionale. Potenziamento personale e gestione per la riorganizzazione delle risorse umane.

 

Continua::::: sotto

 

17 Salvatore alle ore 14:20 del 20/07/2012

 

Area dell'orientamento vocazionale e professionale - scolastico;

 

Area della promozione della salute e della prevenzione nella comunità

 

Area per la promozione positiva della personalità umana, che richiede specifiche conoscenze psicologiche, sia in merito a tutto ciò che attiene alla relazione sia in merito a tutto ciò che attiene al cosiddetto processo di facilitazione.

 

Area di Test Psicologici, Batterie Neuropsicologiche.....

 

Area social work , Capacità e abilità di gestione dei cosiddetti compiti di vita, nelle case di riposo, associazione, cooperative sociali che si occupano di alimentazione, di pulizia, di sicurezza personale, di gestione di malattie e malesseri, di gestione della vita lavorativa.

 

Dopo l'abilitazione all'esercizio della professione potrà seguire un corso di Counseling, ad orientamento gestaltico, Analisi transazionale, sistemico, programmazione neurolinguistica, Procedure Immaginative.

 

Dopo aver seguito un metodo di studio potrà occuparsi di Laboratorio di Counseling:

Il Counseling è un processo che , attraverso il dialogo e l'interazione, aiuta le persone a gestire e risolvere problemi e a prendere decisioni; esso coinvolge un cliente cioè un soggetto che sente il bisogno di essere aiutato e un counselor cioè una persona esperta, imparziale non legata al cliente, addestrata all’ascolto, al supporto, alla guida

18 Florianaf alle ore 12:26 del 29/07/2012

Ciao a tutti mi interessava sapere qualcosa in ambito della neuropsicologia. Io mi sono laureata in psicologia clinica, curriculum neuropsicologia a Palermo, mi piace molto questo ambito.. sapete dove è possibile fare richiesta per lavoro? o tirocinio? qui a pa..credo non ci sia molto, o se c è.. è comunque rivolto a pochi. Grazie, a presto.

Anche io abolirei l esame di stato

19 Salvatore alle ore 18:31 del 29/07/2012

Carissima Floriana, sei piu' interessata in neuropsicologia clinica o cognitiva?

Se vuoi lavorare in questo ambito dovrai fare almeno un Master in Neuropsicologia a volte è suddiviso in due percorsi cognitivo - clinico. Sono solo riconosciuti  quei corsi tenuti dalla universita' Italiana, mentre quelli tenuti da enti privati no.

per diventare Neuropsicologo dovrai iscriverti a un corso di specializzazione in neuropsicologia, vedi santa lucia di roma Prof. Pizzamiglio -

Inoltre puo' applicare la riabilitazione neuropsicologica cognitiva e conoscitiva in ambito neurologico  per pazienti affetti da patologie ischemiche -isctus -ect per il recupero funzionale anche con la laurea quinquennale purchè iscritti all'albo degli psicologi, Puoi inoltrare la tua richiesta  nei centri di Fisioterapia a palermo vedi Centro Mantia Palermo, o centri di riabilitazione polisportiva. aias, ect o Villa nave dove applicano la riabilitazione Neuropsicologia per quei pazienti da disturbo afasico. Se abiti a palermo e devi fare il tirocinio per iscriverti all'albo degli psicologi e vuoi approfondire la materia potrai chiedere dei contatti a Villa Nave sita a palermo oppure centro di baida, Comunita' Educativa di Baida.

20 Floriana alle ore 00:52 del 30/07/2012

Ciao grazie mille per la risposta.. sei davvero gentile! Mi piacciono entrambe, ma se proprio dovessi scegliere, sceglierei neuropsicologia clinica. quali master potresti consigliarmi? spesso mi arrivano tramite e-mail delle richieste di master in neuropsicologia. Avevo sentito parlare di questa scuola.. sai che criteri di selezione ci sono? avevo sentito dire che cmq ci vuole l'abilitazione.. tu cos'hai fatto? parlami del tuo percorso. Io mi sono laureata in psicologia clinica a febbraio e sono davvero confusa, intanto sto svolgendo il periodo di tirocinio, so che l'ambito che mi piacerebbe approfondire è l'ambito neuropsicologico.. ma non so altro, sarei anche disposta a trasferirmi se ci fosse la possibilità.. Sai quali altre scuole di neuropsicologia oltre quella di roma ci sono? scusami se ti ho bombardato di domande.. grazie ancora. Floriana

21 Floriana alle ore 00:56 del 30/07/2012

io mi sono appassionata davvero tanto, a tal punto da fare una tesi che credevo in un primo momento, di essere in grado di fare, visto che cmq non pensavo di avevo le competenze adatte, e perchè era un argomento abbastanza nuovo e c'era poco materiale, il titolo era questo: Psicoterapia e neuroscienze, connessioni tra mente e cervello. Da quel momento mi sono talmente appassionata all'ambito, da non poterne piu' fare a meno, ed è proprio per questo che vorrei specializzarmi in questo ambito.

22 vale alle ore 08:22 del 30/07/2012

qualcuno di voi è al corrente della proposta di abolizione albi professioanli ed esame di stato (ad oggi presente solo in italia) x equipararci agli altri stati europei??e' vero o no^?

grazie

23 Salvatore alle ore 12:19 del 30/07/2012

Si prima di accedere al percorso di specializzazione in Neuropsicologia bisogna avere l'abilitazione all'esercizio della professione di Psicologo.

Tutti i Master svolti in una Università Italiana sono riconosciuti dal MIUR - per accedere ai suddeti corsi basta avere la laurea e a volte richiedono anche la'bilitazione, dovresti guardare i criteri di ammissione.

La nostra laurea è gia' equiparata agli stati europei, soltanto che non esistono albi professionali , ma esistono societa' che riconoscono e valutano i tittoli di studio.

Al momento nulla è cambiato in Italia, si attende una nuova commissione parlamentare per discutere sulla abolizione dell'albo degli Psicologi, a settembre del 2012.

24 vale alle ore 12:23 del 30/07/2012

e l'abolizione dell'esame di stato anche?grazie

25 Salvatore alle ore 12:38 del 30/07/2012

Sempre a settembre o nel perido autunnale sapremo qualcosa.

26 vale alle ore 12:41 del 30/07/2012

TENIAMOCI IN CONTATTO.. SPERIAMO...VOI CHE DITE?

27 Serena alle ore 14:38 del 29/08/2012

Salve, ho letto i vostri post e concordo pienamente sull'abolizione dell'esame di stato. Parlo soprattutto poichè da poco ho scoperto di non averlo superato e non ho accettato la cosa, non per mancanza di modestia, ma perchè credo fermamente che sia dovuto alla famosa "soggettività di valutazione" del Docente. Ora, io mi assumerei anche le mie responsabilità e pagherei di nuovo la tassa "volentieri" qualora mi dimostrassero dove ho sbagliato nella seconda o terza prova! Hanno pubblicato i risultati senza comunicarci in quale delle prove non siamo passati, ho rpovato a rivolgermi alla Presidentessa di commissione, alla segreteria studenti, agli altri candidati bocciati come me, ma come posso far valere almeno i miei diritti di ex studentessa che vuole prendere visione dei suoi....errori? Se le valutazioni che questi Docenti hanno dato sono insindacabili quantomeno rispondessero, ce le illustrassero. La cosa è davvero deprimente, a 26 anni e dopo aver fatto tanti sacrifici per la cara Psicologia, un risultato negativo al Progetto o al caso clinico, dopo ben 4 tirocini in quel campo, dopo tutta la passione posta in questa attività in cui ho sempre creduto! cosa dovrei fare adessos econdo loro? Studiare da capo, perdere altri 6/10 mesi e non lavorare, mettendo ancora la mia famiglia nella condizione di affronare mille difficoltà pur di mantenermi? Vi prego, colleghi, facciamoci sentire, anche solo informandoci e attivandoci come meglio ci è possibile! Dopo la laurea (molti di noi l'hanno ottenuta con ottimi voti), dopo il tirocinio e magari le votazioni brillanti dei nostri Tutor, perchè sostenere un esame di stato che mi sembra molto in linea con la politica MAFIOSA permettetemelo che vige in Italia. Saluti.

28 valentina alle ore 14:48 del 29/08/2012

CONCORDO TOTALMENTE SERENA! CHE POSSIAMO FARE?? A ME è ACCADUTA LA TUA STESSA COSA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! IO L ESAME NN LO VOGLIO FARE!!!!!!!!!!!!

29 Serena alle ore 14:51 del 29/08/2012

Ciao ValentinaSorridente a che Regione appartieni se posso chiedertelo?

30 vale alle ore 14:59 del 29/08/2012

VENETO MA L HO FATTO IN FRIULI..TU?

31 Serena alle ore 15:13 del 29/08/2012

Io l'ho dato in abruzzo.. Però credo che fondamentalmente sia simile la siituazione... Vorrei capire cosa si può fare per visionare almeno i compiti... Hai qualche dritta? A me i Prof si ostinano a non comunicare nulla in proposito Indeciso

32 vale alle ore 15:14 del 29/08/2012

NO NULLA.. IO SPERO LO TALGANO.. NN CI SONO LEGGI IN MERITO??

33 marcella alle ore 19:43 del 30/08/2012

Ragazzi, speriamo che lo tolgano sul serio, perchè costoso e parziale. Inoltre non se ne capisce l'utilità. A me è servito solo a fare un ripasso e ad alleggerire il portafoglio. Sarebbero più utili nuove politiche per l'inserimento lavorativo e risposte concrete. Io ho trovato lavoro in un centro per disabili, dopo alcuni mesi dal mio auto-licenziamento.Ma faccio l'educatrice, anche se devo dire che la mia specializzazione viene riconosciuta Sono stata fortunata, ma mi sono alche sbattuta inviando decine di cv e lettere di presentazioni a Ravenna è provincia. Ho anche rinunciato ad una proposta poco seria in un ente di formazione che mi proponeva 900 euro al mese con contratto a progetto per minimo un anno e nessuna garanzia. Ma vaffanculo e scusate il francesismo!!!! Grazie per la rete che abbiamo attivato, visto che la nostra identità è riconosciuta parzialente (lo psicologo è ancora solo e soltanto quello clinico) continuiamo ad aiutarci e a darci input.

34 zmicola alle ore 18:00 del 10/09/2012

Salve a tutti, mi chiamo Daniela e mi sono laureata in psicologia da un anno, e tra poco mi accingo a presentare le carte per la fine del tirocinio post-lauream obbligatorio per l'abilitazione all'esame di stato. Oramai avendo finito mi trovo in un limbo, aspetto l'esame di stato con ansia sperando di passarlo perchè altrimenti a causa della legge perderò un altro anno per rifare l'esame, e nel frattempo ricomincio a studiare su libri che ho studiato quando avevo 20 anni. Cerco di capire come redimere un progetto o come fare la prova del caso clinico leggendo l'anamnesi da un cartaceo, senza vedere gli atteggiamenti o la prossemica. Per me è assurdo. L'università non ti prepara a questo. A che scopo poi viene fatto il tirocinio, quest'ultimo dovrebbe essere formativo ma per la legge dobbiamo osservare e non partecipare. Poi ci fate fare un esame di Stato, ma è ridicolo. La mia tutor mi ha sempre detto che lei riesce a capire chi nella vita riuscirà a fare questo lavoro, lo si vede gia da una persona come si muove. Ecco questa è il vero esame; x me dovrebbe essere la persona che ti ha seguito x un anno a dire se siamo pronti o meno ad affrontare questo lavoro, in fondo sono persone che lavorano da più di 30 anni, sapranno capire se una è in gamba o no. Io nn dico che non ci debba essere l'esame per l'abilitazione, ma credo che debba essere anche per chi realmente lo merita. Io conosco persone che nella loro carriera accademica hanno sempre eccelso in tutto, ma nella pratica non valgono niente.

Spero veramente che le cose in Italia cambino perchè questo lavoro è talmente bello,  IN BOCCA A LUPO A TUTTI e scusate il mio sfogo.

35 mara alle ore 16:18 del 18/09/2012

ciao a tutti

qualcuno sa dirmi se con l'iscrizione all'albo b posso fare i colloqui presso una comunità terapeutica per minori?

Anticipatamente ringrazio

36 Salvatore alle ore 18:03 del 18/09/2012

Il colloquio è uno strumento che il dottore in tecniche psicologiche puo' applicare purchè iscritto all'ordine degli Psicologi  albo B per i settori clinico o del lavoro. Per il settore clinico potrai attuare e eseguire in forma autonoma la riabilitazione neuropsicologica e cognitiva - psichiatrica - psicosociale e nonchè tecniche conoscitiva guarda il metodo di Perfetti per il recuporo in ambito neurologico - tecniche psicomotorie di gruppo o individuale  per l'integrazione di bambini H in un contesto di scuola elementare o dove si svolgono attività ludiche ect. potrai svolgere assistenza tecnica per il benessere naturale attraverso il training autogeno - tecniche di comunicazione e programmazione neurolinguistica per la risoluzione di un conflitto o per la rioganizzaizone e gestione delle risorse umane - per il potenziamento perosnale - . Potrai applicare test psicologici quelli per albo B - Non potrai fare diagnosi.

37 mara alle ore 18:11 del 18/09/2012

grazie mille!!

scusa ma vorrei essere certa di aver capito.... quindi posso fare colloqui psicologici di supporto in comunità terapeutiche adulti e minori!

38 Salvatore alle ore 18:47 del 18/09/2012

Il colloquio è uno strumento che potrai applicare........ E SE HAI FATTO L'ESAME DI STATO E SEI ISCRITTA ALL'ALBO B. Sorpreso PRIMA DI APPLICARE UN TEST PSICOLOGICO DOVRAI PRIMA FARE UN COLLOQUIO PSICOLOGICO E FARE UNA VALUTAZIONE ! DOPO CHE AVRAI FATTO UNA VALUTAZIONE OGGETTIVA E SOGGETTIVA APPLICHERAI IL CORRETTO STRUMENTO DI VALUTAZIONE PER GARANTIRE UNA ADEGUATA SESSIONE, ALTRIMENTI  RISCHI DI DECENTRARE L'OBIETTIVO.  IMPORTANTE! NON BISOGNA SCAMBIARE  IL COLLOQUIO PSICOLOGICO CON LA PSICOTERAPIA!  O IL COLOQUIO PSICOLOGICO CON LA RIABILITAZIONE PSICOLOGICA IN QUANTO QUEST'ULTIMA  E' SVOLTA DALLO PSICOLOGO ISCRITTO ALL'ALBO A.

AD ESEMPIO: SE UN LOGOPEDISTA SVOLGE UNA RIABILITAZIONE LOGOPEDICA UTILIZZERA' LA PAROLA E QUINDI COMUNICHERA' E' FARA' UNA VALUTAZIONE OGGETTIVA DEL DECORSO SULLA RIABILITAZIONE

AD ESEMPIO: SE UN FISIOTERAPISTA SVOLGE UNA SESSIONE INDIVIDUALE UTILIZERA' LA PAROLA E COMUNICHERA' E FARA' UAN VALUTAZIONE OGGETTIVA DEL DECOROS SULA RIABILITAZIONE.

AD ESEMPIO: UN DOTTORE IN TECNCIHE PSICOLOGICHE SE SVOLGERA' UNA RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA - COGNITIVA -CONOSCITIVA -PSICOSOCIALE -E QUANTO ESPRESSO PRECEDENTEMENTE UTILIZZERA' IL COLLOQUIO PSICOLOGICO LA PAROLA PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE O PER UNA RISOLUZIONE AL CONFLITTO, E PER L'ADATTAMENTO DELLE FUNZIONI PSICOFISOLOCHE SE APPLICHEREMO TRAINING AUTOGENO AD ORIENTAMENTO CON PROCEDURE IMMAGINATIVE,  O ESERCIZI PSICOFISOLOGICI MIRATI AL RECUPERO DELLE FUNZIONI PSICORGANICHE PER I SOGGETTI CON UNA DISABILITA' GRAVE....   

 

39 Salvatore alle ore 19:44 del 21/09/2012

Il Dottore in Tecniche Psicologiche è adeguatamente preparato per poter attuare tecniche di riabilitazione cognitiva e neuropsicologca anche se a volte tale riabilitazione è svolta da psicomotricisti con attestati non riconosciuti Counselor e tecnici della riabilitazione psichiatrica e logopedisti - occupazionale..... I medici Dirigenti sconoscono la figura di Dottore in Tecniche Psicologiche forse non sanno che per poter attuare tale tecnica bisogna fare una VALUTAZIONE COMPLESSIVA come ad esempio  somministrare delle Batterie neuropsicologiche - Test Psicologici - Chi deve informarli? L'ordine degli Psicologi?

PER LEGGE tale figura dovrebbe essere inserita nel piano sanitario, e partecipare ai concorsi NELE CLASSE SANITARIE..... IN MATERIA DI RIABILITAZIONE

Per i servizi alla riabilitazione cognitiva e neuropsicologica psicomotoria per il bambino l'adolescente l'adulto e l'anziano.

CHI FRA DI VOI E' A CONOSCENZA CHE TALE FIGURA E' PRESENTE NEI CENTRI DI RIABILITAZIONE? E' GRADITA LA SEGNALAZIONE.... GRAZIE

40 terry alle ore 19:43 del 17/10/2012

Sono felice del fatto che la riflessione che feci qualche mese fà sull'abolizione dell'eseme di stato per gli psicologi abbia  riscosso tanti consensi... Possiamo diercelo molto chiaramente: Per lo stato è solo questioni di soldi.. visto che dopo l'iscrizione si paga comunque per mantenerla! Cambiando discorso.. Io sono Dottore in Psicologia, sto conseguenguo la specialistica e non sono iscritta all'albo. Nel mese di giugno ho presentato il  curriculum per insegnare psicologia in corsi di aggiornamento e qualifica in ambito sanitario, ma non sono stata scelta per mancanza di iscrizione all'albo! Ma il dottore in psicologia con i 3anni non può allora insegnare? Avevo capito di si!!

41 Salvatore alle ore 20:03 del 17/10/2012

Per poter insegnare discipline Psicologiche bisogna avere completato i cinque anni.

Per insegnare Discipline Psicologiche non è necessario essere abilitate all'esercizio per la profesisone di Psicologo. Ma potrai fare domande di disponibilita' all'insegnamento presso Istituti privati o statali classe 36/A tabella A

Mentre per coloro che sono Laureati in Scienze e tecniche Psicologiche  per legge potranno insegnare discipline Psicologiche solo per i corsi di formazione professionale riconosciuti da ente regionale ect. Attualmente non c'è una legge specifica per questo.Personalmente ho visto gente con semplici diplomi che insegnano moduli di Psicologia.

42 terry alle ore 14:20 del 24/10/2012

Quindi una volta completato con la magistrale in psicologia posso regolarmente insegnare?

Bacio

43 marcella alle ore 23:06 del 25/10/2012

Salvatore, questa cosa è molto interessante, quando cercavo lavoro ho inviato cv solo a scuole e enti di formazione professionale. Ci sono altri canali? Ci puoi dare qualche altra informazione?

44 Salvatore alle ore 17:26 del 26/10/2012

Gentile Marcella,nell'attuale momento non ho altre informazioni. Per i colleghi che non hanno ancora trovato occupazione potrei segnalarvi di provare a mandare CV presso centri di Fisioterapia che abbiano convenzioni per riabilitazione neuropsicologica e riabilitazione neurocognitiva per pazienti affetti da ictus, distrofia muscolare, sclerosi multipla, parestesie, emiplegia, paraplegia, tetraplegia, ect. Per legge lo Psicologo puo' attuare tecniche riabilitative come sopra elencate e di natura conoscitiva e cognitiva (guarda metodo perfetti). In questo ambito c'è molto spazio....Purchè di Informare Medici Dirigenti di questi centri che questo piano riabilitativo è solo ed esclusivamente per il Dottore in tecniche Psicologiche e Psicologi iscritti al'albo B e A. Per legge.

45 Monica alle ore 11:45 del 04/11/2012

Ciao a tutti! Ho trovato molto interessante ciò che avete detto! Io ho un dubbio e spero che qualcuno riesca a togliermelo. Sono laureata alla trienalle di psicologia (scienze e tecniche psicologiche) ed ora mi trovo a dover scegliere quale magistrale scegliere. Nonostante mi affascinino vari campi della psicologia mi piacerebbe iscrivermi a "neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica" ma ho un po' paura per quanto riguarda il futuro. I nostri professori ci hanno detto che alla fine dei 2 anni, indipendentemente dalla magistrale scelta, si è tutti psicologi. Quindi la mia domanda è: un laureato in Neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica può occuparsi anche di selezione del personale o di ambiti più propriamente "clinici"?

46 Salvatore alle ore 12:52 del 04/11/2012

Dopo l'abilitazione all'esercizio della professione di Psicologo potrai occuparti di selezione del personale, con prudenza, consiglio sempre di approfondire o di seguire dei corsi di Psicologia dell'orientamento e della formazione, Psicologia del lavoro e Organizzazione aziendale.

47 terry alle ore 01:20 del 09/11/2012

CiaoBacio novità sull'abolozione degli esami i stato??? Ditemi che saranno aboliti!!!!

48 marco alle ore 13:48 del 20/11/2012

Buongiorno a tutti,

mi chiamo Marco, mi mancano pochi esami al conseguimento della specilastica e leggendo, sono rimasto molto perplesso da tutte queste voci che vogliono abolire l'esame di stato, sul fatto che sia inutile e dispendioso non ci sono dubbi ma oggi è l'unica linea che demarca almeno legalmente chi può fare e chi no. Toglierlo vorrebbe dire trovarsi migliaia di psicologi che aprono partita iva e cominciano spesso senza nessuna competenza a fare quello che reputano giusto. Penso che la professione dello Psicologo vada tutelata e fare questo vuol anche dire che non tutti la possono intraprendere, che solo i meritevoli dovrebbero accedere alle facolta e alle scuole di specializzazione. Spero che in futuro vi sia un cambiamento altrimenti resteremo migliaia di disoccupati con laurea, master, corsi.....  

Un saluto a tutti.

49 Eleonora alle ore 21:26 del 20/11/2012

Buonasera,

sono una studentessa all' ultimo anno del corso di laurea in Scienze dell'educazione e della formazione dell' Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Vorrei chiedere un 'informazione: al termine della triennale vorrei intraprendere la laurea magistrale in Psicologia dello sviluppo e dei processi educativi (Università Bicocca), qualora io mi laureassi in Psicologia dello sviluppo e dei processi educativi, dopo avere fatto il tirocinio, avrei la possibilità di accedere anche io all' Esame di Stato?

Grazie per l' attenzione,

un cordiale saluto.

Eleonora

50 maria da palermo alle ore 17:29 del 21/11/2012

salve scrivo da palermo, ieri ho sostenuto la prima prova per gli esami di stato e oggi avrei dovuto sostenere la seconda, ma stamattina stessa, hanno comunicato chi non aveva superata la prima prova.io ero tra questi.

Allora, mi chiedo !) come hanno fatto a correggere 200 temi in un pomeriggio e una serata? Giustizia Sommaria!!!!

Fermare alla prima prova e' proprio un abuso di potere! E'' lecito affermare che avendo pagato la salata tassa, avremmo diritto di sostenerle comunque tutte, le prove, e che magari alla fine  una valutazione compllessiva?

E corretto affermare che dopo avere conseguito la laurea aver fatto un anno di tirocinio, e' poco rappresentativa una minuscola prova di un temino a stoppare il cammino verso le altre prove?

Sono arrrrrrabbbbbbbiata e vorrei unirmi a quelli che sostengono l'inutilita' degli esami di stato.

Cosa possiamo fare?

 

51 ola alle ore 19:03 del 29/11/2012

ciao  ,mi  potete  aiutare  perfavore?quali sono le conoscenze e le competenze degli psicologi clinici

52 vincenzo alle ore 11:33 del 01/12/2012

La mia proposta per gli esami di stato è la seguente e credo che metterebbe tutti d'accordo:

Laurea + anno di tirocinio poi automaticamente iscrizione all'albo senza sostenere l'esame scritto o orale. Mantenimento dell Albo professionale.

l'iscrizione avviene dopo il tirocinio presentando tutta la documentazione prevista. Paghiamo  IScrizione all Albo, paghiamo le tasse all'agenzia dell'entrate così nessuno ci rimetterebbe nulla. Oppure devo pensare che sotto cè ancora qualche altra cosa?. Si squalificano 40 esami e 40 professori che ti hanno ritenuto idoneo come psicologo. Secondo voi uno che ha preso 110 e lode e poi viene bocciato al progetto dellesame di stato non deve fare lo psicologo? Assurdo.  RIPETO: LAUREA+ TIROCINIO+ TASSE MA NON ESAME SCRITTO PERCHEE' PARADOSSALE. MI RIVOLGO AL PRESIDENTE DELL'ORDINE NAZIONALE AFFINCHE' COMINCI A FORMULARE UN ALTERNATIVA A QUESTA INGIUSTIZIA. IN ULTIMA ANALISI CHIEDIAMO DI ABOLIRE SOLO I TRE TEMI NIENTE ALTRO. NON DIMENTICHIAMO CHE QUESTO ESAME COMPORTA ALMENO 4, 5 MESI DI ATTESA IN PIU. E ASSURDO. ORGANIZZIAMOCI E CERCHIAMO DI CAMBIARE DOPO TUTTO SE IL GOVERNO FA UN D.L. DOVE DICE CHE LA GENTE DI TARANTO E GLI OPERAI DELL'ILVA POSSONO CONTINUARE A MORIRE PERO' MANTENGONO IL POSTO DI LAVORO, NON VEDO PERCHE' NON SI POSSONO ABOLIRE QUESTI ESAMI CHE FAREBBERO ANCHE RISPARMIARE UN MUCCHIO DI SOLDI ALLO STato.  CHIEDO SE UN AVVOCATO PUO' FARSI CARICO DI PRENDERE IN ESAME CIO' IN MODO TALE DA POTER PROMUOVERE UNA ACTION CLASS. SE VOLETE SCRIVERMI LA MIA EMAIL: sitoposta[chiocciola]gmail.com

 INOLTRE NON ALIMENTATE L'EDITORIA E I CORSI PER L'ESAME DI STATO,fORMATE SOLO NUOVE LOBBY CHE VI RITROVERETE CONTRO

53 terry alle ore 13:17 del 02/12/2012

Ciao vincenzo... concordo totalmente con te! Già qualche mese fà  girava voce che i parlamentari avrebbero dovuto discutere di questi benedetti esami di stato! Purtroppo credo però che ci siano troppi intersii di parte: tasse che vanno all'università al momento dell'iscrizione per effetuuare le prove, e poi non dimentichiamo che come dicevi tu l'iscrizione comunque è sempre tassata. NON CREDO ASSOLUTAMENTE CHE TUTTI I COLLEGHI ISCRITTI ALL'ALBO SIANO VERAMENTE BRAVI E COMPETENTI, del resto come in ogni professione ci sono gli emeriti ignoranti, quindi l'esame di stato è solo uno specchietto per le allodole. Dobbiamo avere il coroggio di metterci in discussione anche noi, per questo io dopo  i 5 anni farei solo un "bel" colloquio e dei test psico-attitudinali. Conosco colleghi bravissimi in teoria, ma poi l'apertura, il non pregiudizio e L'AMORE verso la gente e l'empatia non si insegnano!!!! Gli infermieri una volta laureatesi si iscrivono all'albo semplicemente pagando.... e per questi credo davvero che ci dovrebbe essere un esame qunto meno da un punto di vista attitudinale e psicologico che accerti la loro reale capacità verso tale mestiere. la mia mail è terry.ta[chiocciola]libero.it.. cosa facciamo!!!!

54 ola alle ore 15:25 del 02/12/2012

ciao  ,mi  potete  aiutare  perfavore?quali sono le conoscenze e le competenze degli psicologi clinici

55 Elisa alle ore 17:00 del 03/12/2012

Ciao, 

sono una ragazza di 18 anni e tra pochi mesi faccio la maturità- ergo devo scegliere una facoltà. Dato che il mio indirizzo di studi di scuola è il socio-psicopedagogico, ero interessata in falcoltà di psicologia, e simili..

Avete qualche suggerimento da darmi, anche in base agli sbocchi lavorativi che potrei trovare in futuro?

Grazie mille! :)

56 Francesca alle ore 18:18 del 03/12/2012

Ciao a tutti!.... Mi laureo (laurea magistrale)  tra due settimane in Psicologia applicata ai contesti istituzionali dopodichè farò il tirocinio in un consultorio familiare!....Sinceramente non vorrei fare l'esame di stato e quindi mi chiedevo: quali potrebbero essere i miei sbocchi occupazionali?

Vi ringrazio!

57 vincenzo alle ore 18:31 del 04/12/2012

Riprendo il discorso sugli Esami di Stato. NON VEDO NESSUNA DIFFERENZA TRA FARE IL TIROCINIO E ISCRIVERSI POI ALL'ALBO E TRA FARE I FAMOSI TRE TEMI CHE TI ABILITANO ALLA PROFESSIONE. E' SOLO UN PARADOSSO. LA LEGGE PUO' ESSERE CAMBIATA BASTA FARE QUALCOSA ALTRIMENTI RIMANE TUTTO COSI'. NON FORAGGIATE LE LOBBY DI COLORO CHE SCRIVONO I LIBRI SUGLI ESAMI DI STATO NE' QUELLI CHE TI VOGLIONO PREPARARE ALL'ESAME DI STATO ON LINE. L'ESAME DI STATO E' UNO SCHIFOSO STRUMENTO, A CARATTERE MAFIOSO, PER TENERE E DECIDERE L'ALTRUI PROFESSIONE. MOLTI COMPITI SONO CORRETTI A CASACCIO. STANNO ATTENTI ANCHE A QUANTI PSICOLOGI DEVONO PASSARE. CHI HA SUPERATO L'ESAME DI STATO ORA RAGIONA IN MODO DIVERSO DA PRIMA QUANDO ANCORA NON L'AVEVA FATTO. E' PARADOSSALE CHE DOPO 40 ESAMI NE DEBBA FARE UN ALTRO PER ABILITARMI E' UNA CONDIZIONE DI CULTURA MAFIOSA CHE E' SOLO ITALIANA.QUI LE CORPORAZIONI SONO QUELLE CHE FERMANO LO SVILUPPO DEL PAESE, MONOPOLIZZANO, BISOGNA ABBATTERLE

58 VINCENZO alle ore 18:35 del 04/12/2012

A TUTTI I PRESIDENTI DEGLI ORDINI DEI PSICOLOGI. CERCATE DI PORTARE AVANTI DELLE NORMATIVE CHE HANNO UN SENSO NON STIAMO SEMPRE A CROGIOLARCI NEI NOSTRI TITOLI ACCADEMICI. QUI NESSUNO HA DETTO DI ABOLIRE GLI ALBI MA SEMPLICEMENTE DI NON FARE I TRE TEMI. DI NON PERDERE ANCORA 4/5 MESI. INOLTRE MI PIACEREBBE SAPERE QUAL'E' IL CRITERIO DEI PROGETTI VISTO CHE ALL'UNIVERSITA' NON NE PARLANO AFFATTO. E' PRETTAMENTE SOGGETTIVO PER CUI .......

59 VINCENZO alle ore 19:08 del 04/12/2012

ORGANIZZIAMO COMITATO ABOLIZIONE ESAME DI STATO: CHI è INTERESSATO SCRIVERE A SITOPOSTA[chiocciola]GMAIL.COM     NON SI PAGA NULLA

60 Lucia alle ore 16:44 del 10/12/2012

Pienamente d'accordo con l'abolizione dell'esame di stato, ma ho come la vaga CERTEZZA che non avverrà MAI per una semplice ragione: come qualcuno di voi ha già accennato ci sono in ballo troppi interessi, troppi soldi e ricordatevi IN ITALIA LE CASTE SONO INTOCCABILI.....

quindi auguri.....

61 lucia alle ore 16:13 del 11/12/2012

Sarebbe MOLTO interessante avere le percentuali dei bocciati e promossi nei vari eds in tutte le sedi negli ultimi 10 anni. In molti sostengono che ultimamente la percentuale dei bocciati si attesti su un 20 30%. Questo è un dato che nel tempo si è mantenuto costante.Verità o leggenda metropolitana?se fosse la verità vorrebbe dire che già a priori si decide qual è il numero di bocciati.....una cosa del genere come la definireste? Atteggiamento non molto corretto o truffa? qualcuno sa dove possono essere reperiti questi dati?

62 Rossella alle ore 08:32 del 20/12/2012

Vorrei avere un approfondimento circa gli ambiti d'intervento di un dottore in tecniche psicologiche iscritto all'albo B, OLTRE ALLE COMPETENZE DI TIPO RIABILITATIVO A LIVELLO COGNITIVO PUO' EFFETTUARE ATTIVITA' DI COUNSUELLOR SENZA SUPERVISIONE DELLO PSICOLOGO ALBO A?

GRAZIE

63 VALE alle ore 08:52 del 20/12/2012

CIAO PER FARE IL COUNSELLOR DEVI FARE LA SCUOLA IN COUNSELLOR

64 Francesca alle ore 09:43 del 20/12/2012

Ma anche per fare il  Counselor bisogna essere iscritti all'Albo?

65 VALE alle ore 09:46 del 20/12/2012

SI ALBO DEI COUNSELLOR

66 Francesca alle ore 09:50 del 20/12/2012

Quindi , per esempio, dopo due anni di scuola per Counselor bisogna fare un esame di Stato per l'abilitazione in Counsellin...?

67 valentina alle ore 09:55 del 20/12/2012

fai una tesi e la discuti e se passi ti abilitano e ti iscrivono all albo dei counsellor

68 rossella alle ore 16:53 del 20/12/2012

all'ordine mi hanno detto che se sei iscritto all'albo A degli psicologi non devi essere iscritto in nessun elenco di quelle associazioni che gestiscono il registro dei counsuelor, hai il diritto di esercitare il counselling, punto e basta, ma non sanno dirmi se vale anche per gli iscritti all'albo B

69 Salvatore alle ore 19:29 del 20/12/2012

Si è valido anche per coloro che sono iscritti all'albo B.

70 vale alle ore 08:26 del 21/12/2012

Non è vero perchè io ho colleghe psicologhe iscritte all'albo che sono iscritte anche alla scuola di counselling

71 rossella alle ore 08:36 del 21/12/2012

si saranno iscritte alla scuola di counselling ma non per un obbligo legale, credo che dopo aver dato 34 esami per la triennale e 20 esami alla specialistica aver fatto un tirocinio di 500 ore per la triennale più esame di stato e poi quest'anno per me le" stupide 1000"per poter accedere all'esame albo A, senza contare gli innumerevoli EPG per ogni cosa, dai test ai colloqui ecc, dover frequentare anche una scuola privata di counselling, con costi esorbitanti , mi sembra eccessivo

72 VALE alle ore 08:52 del 21/12/2012

NO CERTO PERO' L HANNO FATTO PER AVERE UNA SPECIALIZZAZIONE IN PIU'.. PERCHE' SE NON HAI FREQUENTATO LA SCUOLA DI COUNSELLOR NON PUOI DEFINIRTI TALE

73 Salvatore alle ore 13:48 del 21/12/2012

Se vogliamo discutere di questo! certo 450  ore a confronto con un corso di Laurea non è  paragonabile. Inoltre aggiungo che le scuole di counseling in Italia sono tante, con orientamento e metodi diversi. Metodi e teorie gia' conosciute per un Dottore in tecniche Psicologiche e uno Psicologo. Gia' nei percorsi didattici per la  triennale che Laurea Magistrale in Psicologia vi sono laboratorio di Counseling Psicologico pratico da presentare, in questo progetto bisognava  presentare non meno di quattro metodi dalla Gestalt - Psicodinamico con procedure immaginative - Sistemi familiare - Programmazione neurolinguistica ect. da applicare secondo valutazione soggettiva e oggettiva. Le scuole di Counseling hanno il compito di impartire un insegnamento del metodo scelto per coloro che vogliono approfondire una corrente di pensiero, ovvero simile  alle scuole di Psicoterapia.  Tutti coloro che hanno una abilitazione e una iscrizione ai rispettivi albi A -B potranno per legge attuare tecniche e metodi Psicologici per il benessere della persona e gestione delle risorse umane. 

74 valentina alle ore 13:52 del 21/12/2012

si ma per fare il counsellor vero e proprio devi aver fatto la scuola! questo è il mio parere..

75 Rossella alle ore 18:16 del 21/12/2012

il mondo delle truffe quantomeno ideologiche sembra essere immenso così come il "gregge" che ci casca.

76 Salvatore alle ore 20:16 del 21/12/2012

NO, solo se lo vorrai, non è un obbligo

77 vincenzo alle ore 20:46 del 21/12/2012

vorrei fare un po' di chiarezza sul counseling o counselour. Il counseling non ha un albo istituzionale come quello degli psiciologi o medici etc. E' un albo privato che le scuole di counseling si sono inventate. Lo  psicologo è già un ciounseulor per cui non ha bisogno di iscriversi a nessun albo di counseulor. Inoltre c'è stata una sentenza della magistratura diivietare alle scuole di counseling di insegnare a chi non è psicologo il counseling di psiciologia. (piu' o meno è questo). In italia contano i titoli accademici ma nei fati ognuno fa quello che vuole. Se faccio il counseling per una persona in difficoltà anche se non sono psicologo nessuno mi dice niente fino a quanto il cliente non denuncia un'eventuale problema alllora si vanno a vedere tutte le leggi. Il dottore in scienze e tecniche psicologiche non puo' fare i colloqui giacchè gli stessi sono ritenuti già terapia. Allo ra quest'ultimo cosa deve fare se non puo' neanche parlare con il cliente? Questo è stato deciso dall'albo degli psicologi Sezione A perchè avevano timore che il primo colloquio gli portasse via i clienti. Come vedete se non si eliminano queste schifosissime Caste NON SI VA DA NESUNA PARTE. Battetevi per abolire l'esame di stato è un paradosso italiano

78 vincenzo alle ore 20:52 del 21/12/2012

A TUTTI GLI PSICOLOGI,NON DOVETE FREUQENTARE SCUOLE DI COUNSELING GIACCHè CHI E' LAUREATO IN PSICOLOGI E' GIA' UN COUNSELOUR. GLI ALBI DEI COUNSELOUR NON SONO RICONOSCIUTI DAL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE PER CUI NON HANNO NESSUN VALORE LEGALE. E' COME FARE LA TESSERA AL CIRCOLO ARCI. IN ULTIMO ESAME E' COME DIRE AD UN CHIRUGO CARDIOVASCOLARE DI FREQUENTARE IL CORSO DI INFERMIERE PER FARE LE FLEBO. AVETE CAPITO? CONTINUATE A FARVI ABBINDOLARE, PROPIOR VOI PSICOLOGI NON DOVRESTE CADERE IN QUESTI EQUIVOCI 

79 Salvatore alle ore 21:23 del 21/12/2012

Il dottore in Tecncihe Psicologiche è un professionista che dopo aver fatto 3 anni piu' 6 mesi di tirocinio piu' 6 mesi per abilitarsi di un totale di 4 anni a svolgere Tecniche Psicologiche. Il professionista puo' attuare in autonomia tecniche di riabilitazione neuropsicologica e neurocognitiva , riabilitazione psichiatrica nei centri diurni, ect. Il dottore in tecniche Psicologiche prima di somministrare dei test Psicologici riservato agli iscritti dell'albo B dovrà per obbligo fare un colloquio Psicologico per poter applicare il corretto strumento di misura. Inoltre potra attuare tecniche Psicologiche per la gestione delle risorse umane e la risoluzione dei conflitti per pazienti con disabilità grave, attuando tecncihe di natura conoscitive. Il punto è che non si è riusciti a far passare il messaggio nel modo piu' corretto. Pensate ai Laureati in Logopedia, che applica riabilitazione neuropsicologica e utilizza la parola per recuperare una afasia. Il dottore in tecniche Psicologiche utilizza la parola per la riabilitazione neuropsicologica. Nonche' usa strumenti di Empowerment emotivo -motivazionale con gli anziani. Tecniche di riabilitazione neurologica con l'utilizzo dei metodo perfetti cognitivo e conoscitivo , molto efficace per il recupero funzionale di natura conoscitivo e motorio. Tecniche di riabilitazione psichiatrica e psicosociale che anzichè di istitutire un corso di laurea di tecnico per la riabilitazione psichiatrica, doveva essere svolto dal dottore in tecncihe psicologiche una professione gia' regolamentatat e con tanto di mandatao costituzionale. E' giunto il momento di farci spazio, e di sensibilizzare le istituzioni facendo conoscere ad altri chi puo' per davvero fare che cosa e chi invece no o dobbiamo ancora farci sottrarre sotto i nostri occhi la nostra professione da altre figure confondendo gli utenti.

80 Rossella alle ore 09:46 del 22/12/2012

Sono dìaccordo con te Salvatore

81 Rossella alle ore 09:52 del 22/12/2012

Comunico a tutti che mi è stata inoltrata un'informazione da parte dell'ordine nazionale PSI che prima di dimettersi  il Parlamento – con il complice silenzio del Governo – è riuscito ad approvare la legge che regolamenta le associazioni delle cosiddette "professioni" non organizzate in ordini e collegi,atto perpetrato mercoledì 19 dicembre – in sede legislativa - dalla 10a Commissione Attività Produttive della Camera.  

82 vincenzo alle ore 17:31 del 22/12/2012

scusate ma non è che il dott. in Scienze e tecniche psicologiche per fare quello che dice Salvatore deve collaborare con uno psicologo? Inoltre Rossella puoi essere piu' chiara su quello che hai scritto? Cos'è questo psi? 

83 rossella alle ore 17:57 del 22/12/2012

Scusami ho abbreviato, sta per ordine nazionale degli psicologi

84 Salvatore alle ore 14:51 del 23/12/2012

Il punto è proprio questo.

Il dottore in tecniche psicologiche puo' attuare tecniche di riabilitazione neurologiche, neuropsicologiche neurocognitive , psichiatrica,psicosociale,psicomotorie applicate nel ciclo della vita, riabilitazione di natura conoscitiva in un contesto di centri o isitituti di riabilitazione di Ortofonologia, riabilitazione computerizzata, nei reparti di geriatria, neuropsicoficiologia, centri diurni, case di riposo per anziani, cooperative psicosociale. E' puo' attuare riabilitazione in autonomia a prescindere dello Psicologo laureato quinquennale.NON PUO' FARE DIAGNOSI MA PUO' ATTUARE BATTERIE NEUROPSICOLOGICHE E TEST PSICOLOGICI RISERVATO AGLI ISCRITTI DELL'ALBO B COME LIBERO PROFESSIONISTA CHE PAGA LE TASSE ALLO STATO E RILASCIA FATTURE E ISCRITTO ALL'ENPAP. Informo che nell'esame di stato per l'abilitazione all'esercizio del dottore in tecniche psicologiche è prettamente rivolto alla riabilitazione come sopra. Collabora con altre figure come il medico, neurologo, neuropsicologo, fisiatra,Psicologo quando dovra' fare una stesura sulla diagnosi funzionale, dimensionale, strutturale, categorialeo attuare riabilitazione psicologica diversa da da quanto espressa sopra.

Esempio il logopedista fa riabilitazione sulle Afasie.

il dottore in tecniche psicologiche fa riabilitazioen neuropsicologoca e cognitiva computerizzatta.

condividono lo stesso lavoro con il dottore in tecniche psicologoiche i terapisti occupazionali e psichiatrici.

il couseling, puo' attuare tecniche psicologiche per il benessere psicofisico e la gestione delle risorse umane. 

85 Salvatore alle ore 15:11 del 23/12/2012

E' LA LEGGE CHE LO DICE. SI RICEVE UN MANDATO DALLA COSTITUZIONE, E' UNA PROFESSIONE REGOLAMENTATA. MENTRE ANCORA SI DISCUTE SU COSA PUO' FARE LO PSICOLOGO E IL DOTTORE IN TECNCHE PSICOLOGICHE DOVE ANCORA VEDO CHE REGNA LA CONFUSIONE, ALTRE CATEGORIE CIRCOSCRITTE PRENDONO PIEGA E DIVULGANO ANCHE IN TELEVISONE DI NUOVE PROFESSIONI EMERGENTI COME GLI ARTETERAPEUTI. E DOPO CHE MI SONO FATTO 3 ANI DI LAUREA + SEI MESI DI TIROCINIO + SEI MESI DI TIROCINIO PER ABILITARMI ALL'ALBO B + 2 ANNI DI LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA, + UN ANNO DI TIROCINIO + ESAME DI STATO, SE PERMETTETE OGN'UNO AL SUO. DAL DOTTORE IN TECNICHE PSICOLOGICHE NEL SUO COMPITO ALLO PSICOLOGO E PSICOTERAPEUTA -

CHI HA CONSEGUITO LA LAUREA TRIENNALE CON ABILITAZIONE HA TUTTO IL DIRITTO DI SVOLGERE COUNSELING IN FORMA AUTONOMA IN QUANTO HA AQUISITO METODI E TECNICHE PSICOLOGICHE  ADEGUATE PER  FACILITARE O ACCOMPAGNARE L'ALTRO NELLA GESTIONE DELLE SUE RISORSE UMANE ORISOLUZIONE DI CONFLITTO O FARE PER LEGGE ORINETAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE.

86 Salvatore alle ore 15:18 del 23/12/2012

A TUTTI COLORO CHE HANNO UNA LAUREA TRIENNALE CON ABILITAZIONE E VORREBBE OCCUPARSI DI RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA E COGNITIVA, CONOSCITIVA , O RIABILITAZIONE PSICHIATRICA , PSICOSOCIALE, RIABILITAZIONE COMPUTERIZZATA. SCRIVETEMI PURE PER CHIEDERMI, MI METTO A DISPOSIZIONE, PER SOSTENERE QUEI COLLEGHI CHE PAGANO LE TASSE E ISCRIZIONI ECT, SE AVETE DOMANDE! OSATE PURE.

LA PRIMA COSA DA FARE E' SENSIBILIZZARE E PROMUOVERE LA NOSTRA PROFESSIONE FACENDO COSNOSCERE AD ALTRI COSA E' DI NOSTRA COMPETENZA, E ANDARE A TESTA ALTA IN QUANTO ABBIAMO UN MANDATO COSTITUZIONALE CHIARO

87 Rossella alle ore 10:00 del 24/12/2012

BUON GIORNO SALVATORE, SEI STATO MOLTO ESAUSTIVO, MI SEMBRA DI CAPIRE CHE TU STAI PRATICANDO DA TEMPO E FORSE MI POTRESTI ESSERE DI UTILE CONSIGLIO. APRO LO STUDIO A GENNAIO( VALLE D'AOSTA) VORREI OCCUPARMI DI RIABILITAZIONE COGNITIVA PER DSA , DISTURBI DELLO SVILUPPO PER L'AREA EVOLUTIVA ( HO LA CERTIFICAZIONE DI APPRENDIMENTO MEDIATO AL METODO BRIGHT START, MI STO FORMANDO CON IL METODO FUERESTEIN PAS CLASSIC) E RIABILITAZIONE COGNITIVA PER ANZIANI SENZA DEMENZA CONCLAMATA COME PREVENZIONE CON IL SISTEMA ERICA . INOLTRE HO AGGIUNTO L'ATTIVITA' DI MEDIAZIONE FAMILIARE (MASTER BIENNALE -CON QUALIFICA REGIONE TOSCANA) CIO' PERCHE SPESSO I BAMBINI CON DIST. DI APPRENDIMENTO VIVONO UNA FORTE CONFLITTUALITA' INTERIORE QUANDO I GENITORI SN SEPARATI SITUAZIONE CHE COMPLICA ED AMPLIA I DISTURBI(( continua) 

88 Rossella alle ore 10:21 del 24/12/2012

VORREI AVERE DA TE DEI CONSIGLI PER;

-COME FAR CAPIRE ALLE USL, OSPEDALI, ASSESSORATI CHE è DI NST COMPETENZA EFFETTUARE LA RIABILITAZIONE, IN QUANTO IN OGNI BANDO VENIAMO SISTEMATICAMENTE ESCLUSI E QUINDI NON CI METTONO IN CONDIZIONE DI OPERARE NEPPURE IN CONVENZIONE PRIVATA.

- MI PIACEREBBE FORMARMI AL METODO PERFETTI CHE SO ARTICOLATO IN LIVELLI MA NON SO DOVE RIVOLGERMI.

-MI PIACEREBBE POI COSTRUIRE UNA PROPOSTA PER RIABILITAZIONE DOMICILIARE PER PERSONE ANZIANE E MAGARI ESSERE AIUTATA NELLA PIANIFICAZIONE DEL PROGRAMMA TI INVIO ANCHE LA MIA MAIL PERSONALE (r.pivot[chiocciola]live.it)PER EVENTUALI COMUNICAZIONI PIU' LUNGHE CON ALLEGATI.

BUONE FESTE 

89 vincenzo alle ore 14:35 del 24/12/2012

non c'è bisogno di far capire che noi possiamo fare riabilitazione neuropsicologica- Il problema è che ci sono tante altre categorie di professionisti che possono farlo. Ovviamente il problema principale per il quale gli psicologi non lavorano è quello che non possono prescrivere i neurofarmaci che sono di competenza del medico e dello psichiatra. La gente vuole subito togliere il sintomo, la causa gli interessa poco.

90 vincenzo alle ore 14:35 del 24/12/2012

non c'è bisogno di far capire che noi possiamo fare riabilitazione neuropsicologica- Il problema è che ci sono tante altre categorie di professionisti che possono farlo. Ovviamente il problema principale per il quale gli psicologi non lavorano è quello che non possono prescrivere i neurofarmaci che sono di competenza del medico e dello psichiatra. La gente vuole subito togliere il sintomo, la causa gli interessa poco.

91 vincenzo alle ore 14:39 del 24/12/2012

Sono anni che mi batto per il seguente processo post laurea:  Laurea+ tirocinio = automaticamente iscrizione all'albo di competenza. Pagamento di tutte le tasse in essere perchè mi rendo conto che non si puo' fare a meno. Non vorrei fare l'esame di stato giacchè lo ritengo un paradosso e una forma di corporazione (degli accademici) di stampo mafioso nonchè una sudditanza verso gente che deve decidere se devi o meno lavorare. Consideranto che non sono certamente tre temi (soggettivi) a darti la qualifica di psicologo o meno

92 vincenzo alle ore 14:41 del 24/12/2012

BISOGNA BATTERSI PRIMA PER QUESTO E POI PER ALTRE COSE. MA NESSUNO SENTE FORSE PèERCHE' CHI STUDIA ANCORA E' TROPPO IMPEGNATO DALLO STUDIO STESSO

93 Salvatore alle ore 20:00 del 27/12/2012

Salve Rossella.

La prima cosa da fare è cercare mettere annunci su quotidiani rivolti alle professioni sanitarie e proporsi come riabilitatori di tecniche psicologiche applicate alla riabilitazione neurologica. Promuoversi o proporre ai dirigenti fisiatri nei centri di riabilitazione fisioterapici di essere inserti nell'organico aziendale come libero professionista in qualità di Psicologo o Dottore in tecniche Psicologiche della riabilitazione neurologica specificando di Attuare tecniche di recupero funzionale dei processi cognitive e conoscitive  applicate alla riabilitazione neurologica per il piano 1. L'importante è avere una partita iva per attività svolta da Psicologi e essere iscritti all'enpap e una assicurazione professionale.

Bispgna promuoversi come hanno fatto altre professionisti riabilitatori psichiatrici e terapisti occupazionali ect... Insistere e non perdere mai di vista l'obiettivo prefissato. Io mi bbatto ogni giorno per questo e sopratutto sensibilizzo le politiche sociali del territorio. 

http://neuroplanet.blogspot.it/p/dove-siamo.html ti segnalo questo sito o magari cerca nei motori di ricerca google corsi piu' vicini alla tua città.

 continua.....

94 Salvatore alle ore 20:14 del 27/12/2012

Per quanto concerne il piano riabilitativo per gli anziani, bisogna per prima fare una valutazione oggettiva. Con quale patologia rivolta agli anziani vorresti lavorare? Se parliamo di sostegno domiciliare incontreremo molte patologie legate al declino cognitivo e attenzionale, dicotomie mentali, perdita di memoria, ritardo psicomotorio ect.

Ti consiglio di inserire nel progetto che dovrai presentare al comune  diviso in tre parti, una parte generale rivolta a piu' problematiche legati al ciclo di vita degli anziani, la seconda parte rivolta alle tecniche Psicologiche applicate alla riabilitazione neurologica, neuropsicologica, neurocognitiva, occupazionale, psicomotoria applicata alla schema corporeo e ai segmenti funzionali conoscitive. Inserisci strumenti di misura come le batterie neuropsicologoiche e strumenti utili di Empowerment cognitivo - motivazionale e emotivo. Se non hai questi strumenti ti diro' dove comprrarli... o come averli.... La terza parte dovrà essere rivolta all'obiettivo e la finalità di queste tecniche applicate in quanto dovrai fare dei verbali specifici per ogni anziano e presentarli uno al comune se si tratta del comune e l'altro alla usl

95 Salvatore alle ore 20:17 del 27/12/2012

 

Per quanto concerne il piano riabilitativo per gli anziani, bisogna per prima fare una valutazione oggettiva. Con quale patologia rivolta agli anziani vorresti lavorare? Se parliamo di sostegno domiciliare incontreremo molte patologie legate al declino cognitivo e attenzionale, dicotomie mentali, perdita di memoria, ritardo psicomotorio ect.

 

96 rossella alle ore 11:25 del 05/01/2013

Sei stato molto utile, ti ringrazio.

A presto

97 Rossella alle ore 11:57 del 05/01/2013

ho verificato la possibilità di formazione al metodo Perfetti e ho potuto constatare che i corsi sono aperti solo a : Criteri di ammissione

Il  corso  prevede  un  numero  massimo  di  40  partecipanti,  30  professionisti  e  10  studenti,

provenienti  dalle  seguenti  discipline:  Fisioterapia,  Scienze  della  Riabilitazione,  Medicina,Terapia della neuropsicomotricità dell’età evolutiva, Terapia occupazionale, Logopedia.

A conferma di quanto fin qui discusso......noi non esistiamo

98 Sara alle ore 11:12 del 08/01/2013

Ciao a tutti..volevo fare una domanda, forse stupida..ma ho un dubbio.

Sono laureata in psicologia, ho fatto e superato l'esame di stato lo scorso anno ma non mi sono iscritta all'albo.

Quando nei concorsi è richiesta l'abilitazione all'esercizio, basta il superamento dell'esame di stato o è necessaria l'iscrizione all'albo?

Perchè in teoria io sono abilitata..anche se non posso esercitare fino a quando non m'iscrivo!!!

Grazie a chiunque mi risponderà.

CiaoRisatona

99 Salvatore alle ore 14:23 del 08/01/2013

Gentilissima Sara per poter essere ammessi a partecipare ai concorsi bisogna essere iscritto all'albo, in quanto nella domanda di partecipazione è richiesto il numero di iscrizione.

chiedi all'ufficio concorso delle risorse umane, per essere certi che la domanda possa essere accolta.

100 Salvatore alle ore 14:25 del 08/01/2013

Gentile Rossella,  contatta la segreteria della scuola, e fammi sapere...al piu' presto....

buon lavoro

101 Marty alle ore 17:57 del 13/01/2013

Ciao a tutti..vorrei un vostro aiuto-consiglio..stò frequentando l'ultimo anno di lieco classioco ed è mia intenzione iscrivermi alla facoltà di Psicologia (La Sapiena a Roma)...ma la cosa non è ben vista dai miei genitori in quanto mi dicono che i psicologi non hanno molti sbocchi professionali in quanto non possono prescrivere i farmaci (di competenza esclusiva dei laureati in medicina) e poi se non si supera l'esame di Stato (con l'iscrizone all'albo)..le possibilità lavorative sono davvero limitate...pochissime..I miei mi consigliano Medicina...per poi specializzarsi in qualche settore attienente alla alle scienze neuropsicologiche..

voi che siete già psicologi le cose stanno davvero così...e poi ancora sono di Roma..è giusta la scegliere la facoltà di Psicologia della Sapienza oppure vi sono alternative??

Gradirei un vostro consiglio...in ogni caso a me piace lo studio della psicologia

grazie a tutti Martina

 

102 ROSSELLA alle ore 01:54 del 15/01/2013

sì, la situazione è proprio così, è un percorso lungo, costoso e senza molte prospettive ( se arrivi in fondo e dopo l'esame di stato ti tocca la scuola di psicoterapia- costosissime). Forse farei un pensierino alla proposta dei tuoi genitori oppure orientandoti verso professioni con sbocchi occupazionali più salienti di tipo paramedico.

Ciao e pensa bene alla tua scelta.

103 ola alle ore 10:42 del 15/01/2013

quali sono i vantaggi e gli svantaggi, che i ci ofre, il DSM-4 in diagnostica?

104 giulia alle ore 20:49 del 15/01/2013

sono una ragazza dell'ultimo anno di psicologia e ormai mi manca veramente poco alla laurea.UN consiglio quali sono le specializzazioni che offrono maggiori sbocchi lavorativi,perchè sinceramente nn voglio intraprendere un percorso di psicoterapia.consigli....

105 Marty alle ore 17:24 del 16/01/2013

Grazie Rossella per il tuo consiglio. in effetti la klaurea in psicologia è poco "spendibile" nel  mercato del lavoro......ma a quale laurea ti riferisci del settore paramedico.

Una Saluto Martina..

106 elisa alle ore 17:38 del 16/01/2013

ciao a tutti, vorrei chiedervi delle informazioni!

mi pare di capire che la maggior parte di voi siano psicologi o laureati in psicologia che hanno l'intenzione di iscriversi all'albo..

io sono all'ultimo anno del liceo e vorrei iscrivermi all'università di psicologia tra qualche mese, ma so che in italia ci sono molti pochi sbocchi occupazionali in italia se non si è iscritti all'albo, e vorrei sapere se qualcuno di voi ha mai avuto esperienze al'estero (vorrei iscrivermi a londra all'università, ma prima di proporlo seriamente ai miei vorrei essere più informata).  In particolare qualcuno di voi è vagamente informato sulle possibilità lavorative in inghilterra per laureati in psicologia?

Elisa 

107 Constantin alle ore 11:38 del 17/01/2013

Distinti saluti,per questo anno,carii coleghi.Occhiolino

108 ROSSELLA alle ore 08:46 del 20/01/2013

Ciao MARTINA, ti rispondo inviandoti un elenco che penso possa esserti utile per prendere degli spunti.....stai lontana da Psico, LE PROFESSIONI SOTTO ELENCATE SON QUELLE A PIU' ALTA POSSIBILITA' D'IMPIEGO- PER LUNGHEZZA DEL MESSAGGIO DEVO MANDARTELO IN DUE PARTI

Professioni Sanitarie riabilitative

Podologo            DM 1994/09/14, n. 666 (GU 1994/03/12, n. 283)

 

Fisioterapista    DM 1994/09/14, n. 741 (GU 1995/09/01, n. 6)

 

Logopedista       DM 1994/09/14, n. 742 (GU 1995/09/01, n. 6)(OTTIMO)

 

Ortottista - Assistente di Oftalmologia  DM 1994/09/14, n. 743 (GU 1995/09/01, n. 6)

 

Terapista della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva-DM 1997/01/17, n. 56 (GU 1997/03/14, n. 61)(OTTIMO)

 

 

 

109 ROSSELLA alle ore 08:47 del 20/01/2013

PER MARTINA- SECONDA PARTE

 

Tecnico Riabilitazione psichiatrica- DM 2001/03/29, n.182 (GU 2001/05/19, n.115)

Terapista Occupazionale              DM 1997/01/17, n. 136 -(GU 1997/05/25, n. 119) (OTTIMO)

Educatore Professionale             DM 1998/08/10, n.520 -(GU 1999/04/28, N. 98)(BUONO)

Professioni Sanitarie TECNICO-Area Tecnico - Diagnostico

 

Tecnico Audiometrista  DM 1994/09/14, n. 667 (GU 1994/03/12, n. 283)

 

Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico         DM 1994/09/14, n. 745 (GU 1995/09/01, n. 6)

Tecnico Sanitario di Radiologia Medica  DM 1994/09/14, n. 746 -(GU 1995/09/01, n. 6)

Tecnico di neurofisiopatologia  DM 1995/03/15, n. 183 -(GU 1995/05/20, n. 116)

Assistente Sanitario       DM 1997/01/17, n. 69 (GU 1997/03/27, n. 72)

110 ROSSELLA alle ore 08:49 del 20/01/2013

PER MARTINA - TERZA PARTE

 

Area Tecnico - assistenziale

Tecnico Ortopedico        DM 1994/09/14, n. 665 (GU 1994/03/12, n. 283)

Tecnico Audioprotesista              DM 1994/09/14, n. 668 (GU 1994/03/12, n. 283)

Tecnico della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione cardiovascolare       DM 1998/07/27, n. 316-(GU 1998/01/09, n. 203)

Igienista Dentale             DM 1999/03/15, n. 137 (GU 1999/05/18, n. 114)

Dietista                DM 1994/09/14, n. 744 (GU 1995/09/01, n. 6)

TECNICHE DELLA PREVENZIONE professioni

Tecnico della Prevenzione nell'Ambiente e nda Luoghi di LavoroDM 1997/01/17, n. 58 (GU 1997/03/14, n. 61)

 

111 lad alle ore 00:17 del 29/01/2013

Ciao mi potreste spiegare la differenza tra neuropsicologia clinica e cognitiva? Grazie

112 Alessandra alle ore 14:27 del 30/01/2013

Ciao a tutti, non so se la domanda che sto per porre sia già stata trattata precedentemente...nn ho letto tutte le risposte. Cmq, vorrei capire bene cosa posso fare con la laurea triennale in "Scienze e tecniche di psiclogia delle relazioni educatvie". Non sono ancora abilitata e nn ho continuato gli studi perché, per quello che ho capito, la specialistica serve principalmente per chi vuole diventare psicoterapeuta. Purtroppo i midei docenti sono stati poco chiari e probabilmente anch'io poco motivata a chiedere maggiori informazioni. Adesso però mi trovo di fronte ad un buco nero: nn so cosa fare con questa laurea, quali sono gli sbocchi professionali e quali quelli che potrebbero coinvolgermi... Ringrazio chiunque mi darà una risp. Ciao

113 raffaella alle ore 13:41 del 02/02/2013

Ciao a tutti, a Marzo termino il tirocinio post-laurea magistrale.

Per il momento non ho intenzione di affrontare L'esame di stato.

volevo chiedervi se per lavorare come esperto in valutazione e selezione del personale 

è fondamentale L'iscrizione all'Albo oppure  posso seguire un corso di specializzazione in quest'ambito???

graziee

114 Lilia alle ore 17:40 del 05/02/2013

Ciao a tutti,

ho letto le conversazioni precedenti, ma ho ancora qualche dubbio.

Un laureato triennale in Scienze e Tecniche psicologile con l'iscrizione all'albo può lavorare negli ospedali e nelle asl per fare prevezione o altro?

Io ho una laurea triennale ed un master in Hr conseguito presso la scuola del sole 24.

Grazie a tutti

115 rossella alle ore 17:00 del 01/03/2013

per Salvatore

ho seguito il tuo consiglio, ho provato a contattare diverse scuole ( in verità solo due, perchè non ne ho trovate altre) in particolare il centro studi di riabilitazione neurocognitiva, per frequentare il corso di ETC,  ma la mia iscizione non è ammessa, come dottore in tecniche psicologiche dei servizi alla persona ed alla comunità ed abilitato, con partita iva, pur potendo da norma legale effettuare .." interventi per la riabilitazione, rieducazione funzionale e integrazione sociale di soggetti con disabilità pratiche, con deficit neuropsicologici, con disturbi psichiatrici o con dipendenza da sostanze"; ...????????????????

ciao

116 Salvatore alle ore 13:16 del 04/03/2013

Gentile Rossella potresti scrivermi il sito o il contatto che hai avuto?. Così potro' girare il tutto all'ordine degli psicologi.....

 

Grazie ti faro' sapere.....

117 Salvatore alle ore 13:22 del 04/03/2013

In quale Ordine regionale sei iscritta?

118 rossella alle ore 10:49 del 11/03/2013

Ciao Salvatore

scusa se ti rispondo solo ora, ma ho avuto la rete internet bloccata per lavori in corso. Io sono iscritta all'ordine degli psicologi albo B della Valle d'Aosta.Il centro che ho contattato è il centro di riabilitazione neurocognitiva di villa mari, diretto da Perfetti, sembra l'unico centro che offra una valida formazione in ETC. Sono in attesa di una risposta dopo invio della domanda di preiscrizione e richiesta di maggiori informazioni via e-mail. Pertanto prima di effettuare delle segnalazioni vorrei attendere la risposta. Sarebbe invece veramente importante che l'Ordine Nazionale si attivasse per segnalare alle autorità del Ministero della Salute che tra il personale sanitario che può effettuare riabilitazione neurocognitiva vi sono anche i dottori in tecniche psicologiche dei servizi e della comunità, così come estendere le informazioni alle usl regionali.

Ti ringrazio per il tuo gentile interessamento.

ti farò sapere i dettagli nel proseguio.

Rossella

119 Salvatore alle ore 13:15 del 11/03/2013

Ok Rossella attendiamo la risposta del centro Pefetti, la metodologia di Perfetti si basa sul RECUPERO FUNZIONALE CONOSCITIVO E COGNITIVO..... E' APPLICATO IN AMBITO NEUROLOGICO OLTRE AL PERFETI C'E' ANCHE IL KABAT -

 

segnalami....... qualsiasi cosa....

 

Ciao e buon lavoro ai colleghi tutti

120 Vivi alle ore 14:16 del 12/03/2013

Salve a tutti,scusate se vi faccio questa domanda ma ho una grande confisione e non so proprio a chi chiedere info...Io sono laureata in psicologia (ho fatto i tre anni+2di magistrale). Ora sto facendo il tirocinio per poter poi accedere all'eds per iscrivermi all'albo. Volevo gentilmente sapere,solo con la laurea in dittore in psicologia e quindi senza ancora l'abilitazione cosa posso fare?Corsi di formazione?Di sostegno?Colloqui di consulenza?Alcune persone mi hanno detto che potrei fare il counselor in quanto basta la mia laurea..Grazie a chiunque riesca a togliere questa gran confusione che ho...!

121 Salvatore alle ore 12:00 del 13/03/2013

Gentile collega, per poter svolgere la profesisone di Counselour dovresti fare un percorso di 450 ore in una scuola che forma Counselor scegliendo un orientamento teorico, vedi la gestalt, sistemi familiare, programmazione neurolinguistica, psicodinamica, ect.... scegliere una teoria ti permetterà di utilizzare tecniche attive per la gestione delle risorse umane.

nell'attuale periodo con una Laurea magistrale in Psicologia - potrai presentare domande nelle scuole di ordine superiore per insegnare Psicologia -filosofia- scienze dell'educazione - potrai partecipare ai concorsi che richiedono una laurea umanistica - e accedre ai dottorati di ricerca di una durata triennale. Se conosci qualche professore universitario potrai presentare domanda per docenza a contratto per le ore integrative con quel professore ordinario di tua conoscenza. Potrai essere inserita nell'organico delle scuole di formazione e addestramento professionale di durata annuale o biennale. 

L'abilitazione all'esercizio profesisonale sez. A ti permetterà di fare colloqui e diagnosi sostegno  riabilitazione psicologica ect. Senza l'abilitazione non si puo' applicare nessun strumento psicologico. 

Per qualsasi cosa scrivimi pure.

Buon lavoro

122 valentina alle ore 12:28 del 13/03/2013

ciao a tutti..

qualcuno di voi ha letto la riforma dei grillini 2013 dove parlano di abolizione esame di stato e ordini professionali?

ciao a tutti

V.

123 Vivi alle ore 13:40 del 13/03/2013

Grazie Salvatore per la tua risposta e disponibilità! Buon lavoro anche a te!

124 FEDERICA alle ore 11:39 del 09/05/2013

Ciao a tutti..sicuramente tra voi c'è  gente che lavora da molto tempo e con molta più esperienza di me..Io ho conseguito a marzo la laurea triennale in scienze e tecniche psic. alla sapienza e sono tornata in sicilia, dove abito, aspettando settembre per iscrivermi ad un corso di laurea magistrale.. qualcuno di voi potrebbe per caso indicarmi quale corso offre al momento maggiori sbocchi? la città non deve essere necessariamente roma!..un'altra cosa che vorrei chiedere anche se potrà apparire banale è.. cosa potrei fare nel frattempo per evitare di oziare e sentirmi un fallimento??tirocinio?..scusate le mie domande che di certo appariranno stupide e monotone ma sono poco informata e amareggiata.. grazie mille in anticipo a chiunque vorrà o potrà darmi qualche delucidazione buona giornata..Sorridente

125 Salvatore alle ore 21:59 del 31/05/2013

Gentili colleghi qualche tempo fa qualcuno era interessato a iscriversi ad un corso del metodo Perfetti "RIABILITAZIONE NEUROCOGNITIVA" accesso a Psicologi e dottori in tecncihe psicologiche. Quando vi iscrivete a questo corso cliccate nella professione Psicologi anche per coloro che sono Dottori in Tecncihe Psicologiche.

ecco il sito http://www.riabilitazioneneurocognitiva.it/index.php/iscrizione.html

Buon lavoro 

126 ROSSELLA alle ore 13:38 del 03/06/2013

Ciao Salvatore, grazie .

io ero interessata al corso a cui ho dovuto purtroppo rinunciare per :

a) il costo troppo elevato per questo momento storico.

b) l'articolazione molto lunga

c) il luogo della formazione difficile da raggiungere se si è obbligati ad usare i mezzi pubblici.

Forse in un futuro, speriamo bene.

BUON LAVORO A TE E A TUTTI VOI

127 Salvatore alle ore 13:52 del 04/06/2013

Ok, posso segnalarti anche un altro sito di cui io sono socio ordinario, è responsabile di Psicocenter assegnandomi il territorio di un comune della provincia di palermo. Potresti candidarti per la tua zona. https://www.i-s-p.org/ . 

ciao

128 Antonella alle ore 15:12 del 24/07/2013

Salve, a marzo mi sono laureata alla triennale a Caserta in Teorie e tecniche psicologiche per la persona e la comunità. A Settembre dovrò sostenere il test unico per poter accedere alla magistrale. A Caserta ci sono 3 indirizzi:

1) Psicologia Clinica; 

2) Psicologia dei Processi Cognitivi;

3) Psicologia applicata ai Contesti Istituzionali.

La mia domanda è: per lavorare in centri di recupero di fisioterapia quale indirizzo risulta essere il più adatto? Grazie in anticipo per le vostre risposte.

129 Salvatore alle ore 13:36 del 26/07/2013

Psicologia dei processi cognitivi

130 Riccardo alle ore 05:08 del 28/07/2013

Buon giorno, mi chiamo Riccardo, mi sono appena laureato in psicologia, 5 anni e sto aspettando di iniziare il tirocinio per essere abilitato a fare l'esame di stato. Mi vorrei comunque iscrivere ad infermieristica in questo anno e stavo valutando se fare i no il tirocinio e quindi perdere o meno un anno di infermieristica. Quindi le mie domande sono: Potrei fare sia tirocinio che infermieristica? La mia laurea in psicologia ha un senso anche senza esame di stato se riuscissi a laurearni in infermieristica? Quali sbocchi professionali potrei avere con questi due titoli ( anche se non facessi tirocinio ed esame di stato?) Potrei dare l'esame di stato anche fra 3 anni? Scusate la mole di domande ma il tempo per le iscrizioni al test di ingresso scade tra poco! Grazie e attendo vostre risposte! :)

131 Salvatore alle ore 13:17 del 29/07/2013

Gentile Riccado ti consiglio di svolgere un serio tirocinio per essere inserito nell'organico aziendale pubblico/privato e cominciare a svolgere la professione di Psicologo, visto che hai impiegato molte energie e tempo, crearsi un obiettivo e perseguirlo è fondamentale. Con la laurea Magistrale in Psicologia senza l'abilitazione potresti essere inserito nel pubblico impiego nonchè svolgere l'atttività di docenza in materia di Psicologia, fisolosofia e scienze umane, scienze dell'educazione. 

132 Elena alle ore 18:28 del 06/08/2013

Ciao Salvatore,

finalmente in questo forum ho trovato molte risposte alle mie domande. Difatti molti mi dicevano che con la triennale non era possibile fare molto, invece delle cose, e anche interessanti, si possono fare. Ancora una domanda. Volevo intraprendere il campo della sessuologia. Sai come può muoversi un dottore in tecniche psicologiche in tal senso e se esiste qualche scuola apposita che forma la persona senza che necessariamente abbia una laurea magistrale? Grazie per l'info.

133 Thomas alle ore 12:23 del 18/08/2013

Buongiorno a tutti! Sono appena laureato in psicologia ( laurea magistrale ). Come tutti i ragazzi/e sopra, sono anch'io preso dai dubbi  relativi alla concretizzazione professionale del percorso formativo  intrapreso  ( tanti, almeno per me ) anni fa. La realizzazione professionale, lungi dall'essere un passaggio immediato, presenta oggettivamente due ostacoli importanti: da una parte la necessità di avere le idee chiare su ciò che si vuole fare e consapevolizzare i limiti e le possibilità di ciò che si ha ( in questo caso, solo laurea magistrale ), dall'altra, l'ostacolo ( non necessariamente maggiore al precedente) relativo alle possibilità ( poche ) che il contesto offre. 

Per quanto mi riguarda, il settore della relazione di cura, nel senso più ampio del termine ( psicologo, psicoterapeuta, educatore ) richiede due  prerequisiti indispensabili:

1) una domanda interna, relativa al perchè di quello specifico disagio, accompagnata da un sana e rispettosa curiosità e da una volontà imprescindibile di fare qualcosa di giusto per alleviarlo;

2) capacità contenitive che presuppongono una adesione empatica al dolore altrui che non possono prescindere dal "farsi carico", al di là di ogni ( molto difensiva ) pretesa oggettivante, illusoria rispetto alla finalità di osservare e contemplare in modo distaccato l'altro da noi come se si studiasse un topolino in laboratorio.

Ritenendo di non avere queste prerogative, ma di averne invece in altri ambiti, chiedevo se e come uno neolaureato in psicologia che a Settembre inizia un tirocinio post-lauream possa cercare di fare qualcosa per potere insegnare. E in quali strutture? Ci sono dei passaggi obbligati? 

Grazie, THomas!Fico

134 Salvatore alle ore 13:25 del 19/08/2013

Gentile Elena ti allego un sito di una scuola di formazione per consulenti in sessuologia e sessuologi clinici. Qui potrai avere tutte le informazioni riguardante alle tue aspettative profesisonali. http://www.sessuologiaclinicaroma.it/scuola.php#corso

 

buon lavoro

135 Salvatore alle ore 13:56 del 21/08/2013

Gentili Colleghi Vi allego un articolo in difesa della figura professionale regolamentata del Dottore in Tecniche Psciologiche.

http://rolandociofi.blogspot.it/2013/03/manifesto-in-difesa-dei-dottori-in.html

136 Rossella Anna alle ore 15:20 del 26/08/2013

Pienamente d'accordo con quanto espresso nel manifesto. Cosa dobbiamo fare e aderire ad un manifesto così importante ? Inoltre forse nessuno ha sollevato e verificato un problema emergente, in molte regioni si stanno realizzando le modifiche alle normative per i criteri che devono possedere gli enti gestori e cooperative per gestire le comunità terapeutiche  o le case di riposo e cura per anziani, tra il personale minimo richiesto (vedi per es. Valle d'Aosta) non compaiono le figure professionali né dello Psicologo né tanto meno del dottore in tecniche psicologiche. Di fatto poi, questo in generale, le mansioni di assistenza psicologica vengono assorbite dagli educatori a cui viene fatto un corso di counselling interno..... L'ordine degli psicologi è proprio attento e lungimirante solo nelle facezie, mi dispiace dirlo...Non contiamo assolutamente nulla e sempre meno.

137 roberta maria alle ore 22:21 del 30/08/2013

Quindi per diventare psicologo bisogna iscriversi all'albo? e poi intraprendere uno degli sbocchi magistrali?, intraprendendo gli sbocchi magistrali si è quindi psicologi? un'altra domanda per quanto riguarda attività di ricerca e o laboratorio di ricerca ,quindi ricerche scientifiche cosa potreste dirmi e dove si fa?ciao grazie.

138 roberta alle ore 22:26 del 30/08/2013

Inoltre sapreste dirmi circa in cosa consiste l'ordine deontologico degli psicologi?si può affiancare a questa professione un'altra professione ?

139 vale :) alle ore 17:09 del 04/10/2013

Ciao a tutti! Sono al terzo anno di scienze e tecniche psicologiche e ho qualche dubbio sulla magistrale da scegliere e in generale sul mio futuro professionale. Insomma sono interessata ai disturbi della condotta alimentare e alla psicologia sportiva ma mi affascina moltissimo il supporto alle coppie in crisi! Quale ambito mi può offrire più sbocchi lavorativi? E prima del rispettivo master, quale magistrale è più adatta? Grazie mille! 

140 lia alle ore 16:42 del 19/10/2013

Ciao atutti. oggi scoprendo questo sito mi rendo conto di nn essere sola. La mia domanda va a salvatore che vedo molto informato. Ho una laurea triennale in psicologia senza esame di stato...ho lasciato perche facevo altro poi matrimonio, figli.Adesso vorrei sfruttare gli anni passati sui libri...sono un po arrugginita, che strada mi consigli di intraprendere? ti ringrazio in anticipo per il tuo tempo....

141 Salvatore alle ore 12:02 del 21/10/2013

Gentile lia, per poter sfruttare il  tuo titolo di studio prova a presentare la domanda per essere ammessa a svolgere gli esami di stato per la sezione b. Come gia' saprai vi sono due indirizzi di scelta 1) INDIRIZZO TECNICHE PSICOLOGICHE  DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAIZONI 2) INDIRIZZO TECNICHE PSICOLOGICHE PER I SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA'. Mi sono chiesto quale fosse il tuo orientamento di studi. E cosa vuoi fare da grande.

salvatore

142 Salvatore alle ore 12:19 del 21/10/2013

Gentile Lia, prova a presentare la domanda per l'abilitazione all'esercizio della professione di dottore in tecncihe psicologiche secondo il tuo indirizzo di scelta. Così potrai per davvero essere inserita nell'organico aziendale per il privato in convenzione con lo stato o nel pubblico. Potrai presentare dei progetti negli enti locali e valorizzare Le tue comptenze acquisite negli anni di studio.

NON MOLLARE MAI......

PER QUALSIASI COSA CHIEDI QUI.....

143 Elisa alle ore 18:48 del 21/10/2013

Gentile Salvatore, Ho la triennale in scienze psicologiche applicate ed ora ho iniziato la specializzazione in psicologia clinica e della salute. Vorrei cominciare però a lavorare nel campo o comunque anche in vie alternative vorrei cominciare a fare qualcosa che poi mi faccia subentrare nel campo della psicologia quindi nel sociale. Ad esempio ho visto molte persone che nel frattempo fanno gli educatori professionali nelle rsa. Ma è possibile con la nostra triennale?non si capisce molto!grazie per l'aiuto. Elisa

144 Salvatore alle ore 12:48 del 22/10/2013

Per la Dott.ssa Elisa, come gia' ben saprai l'educatore è una figura sanitaria. Gli educatori sanitari prima di conseguire la laurea svolgono regolare tirocinio e a sua volta uno specifico esame per l'abilitazione, come gli infermieri, con questo esame posso gia' attuare la professione di educatore. Il mio consiglio è proprio quello di fare l'esame di stato sezione B , e svolgere regolare servizio di riabilitazione neuropsicologica e cognitiva, ect..... ( se riuscirai per il 2014 ad abilitarti potrai presentare un progetto in un ente privato come sasa di riposo, comunita' educativa Psicosociale da te scelto avendo dei finanziamenti dell'UE. 

Per il RSA  accettano Laura triennale e magistrale abilitanti per la sezione b e per la sezione A.....

La cosa piu' importante è ESSERCI...... saper fare e saper essere..... 

per qualsiasi cosa contattami auguri e buon lavoro....

ti segnale un sito -> LINKEDlN.... iscriviti pure..... 

145 FEDERICA alle ore 13:07 del 22/10/2013

Gentile Salvatore .. ho conseguito la triennale in scienze e tecniche psicologiche e da quest'anno mi sono iscritta alla magistrale in neuroscienze..Nel frattempo vorrei però iniziare a fare qualcosa che mi permetta di accrescere la mia esperienza .. a quali tipi di lavoro potrei accedere? potrei tentare di lavorare in qualche comunità?grazie in anticipo ..Federica

146 Salvatore alle ore 13:27 del 22/10/2013

Per poter attivare un progetto e avere dei finanziamenti nel settore della riabilitazione neuropsicologica cognitiva -psicomotoria - rivolto agli anziani presso case di riposo, bisogna avere iscrizione all'ordine delgi psicologi sez. B e A - partita IVA e iscrizione all'ENPAP....

Per federica con l'abilitazione potrai svolgere la libera professione secondo normativa di legge della sezione iscritta. Se invece vuoi lavorare nel pubblico impego che richiedono una laurea umanistica senza che necessita l'abilitazione potrai farlo. In una comunità con quale mansione? 

buon lavoro

147 FEDERICA alle ore 10:31 del 23/10/2013

Ho chiesto perchè so di persone che dopo aver svolto volontariato e tuttora senza laurea lavorano in comunità.. a quali strutture potrei far riferimento allora ? grazie in anticipo

148 Salvatore alle ore 12:28 del 23/10/2013

Lavorano con quali mansioni? sono OSA o OSS - .

Bisogna promuoversi, SPIEGARE , per le competenze e il mandato dello stato che ogni ogn'uno di noi ha.

Partendo dalle figure come tecnici della riabilitazione psichiatrica e terapisti occupazionali, e psicomotricisti, che vengono scambiati per psicologi o Tecnici Psicologi.

Chi ha generato la confusione?

149 FEDERICA alle ore 13:19 del 23/10/2013

non saprei dirle che tipo di mansioni le abbiano affidato ma so di una ragazza che studia scienze della formazione (non ancora laureata) che dopo un periodo di volontariato ha firmato un contratto e lavora per conto di una comunità per extracomunitari. io da dottoressa in scienze e tecn.psicologiche in quali strutture potrei cercare lavoro?grazie !

150 Salvatore alle ore 13:48 del 23/10/2013

Partiamo dall'ipotesi che non sapppiamo che tipo di mansione abbia e non lo sapremo mai finchè non riusciamo a sapere qualcosa di certo non puo' fare la Psicologa o tecnico Psicologo.

dal momento che hai gia' una laurea triennale prova a fare l'esame di stato per l'abilitazione come gia' consigliato alla collega se vuoi lavorare come tecnico Psicologo.

buon studio e lavoro

151 Elisa alle ore 09:35 del 25/10/2013

Ciao Salvatore, grazie per avermi risposto. Vorrei chiederti però ancora una cosa: potrei fare l'animatore sociale nelle rsa?te lo chiedo perché nel frattempo che mi laureo vorrei comunque entrare in contatto in questo ambito lavorativo e capirne i meccanismi, ascoltare ed osservare senza però iscrivermi già all'albo b! Grazie, elisa

152 Salvatore alle ore 10:47 del 25/10/2013

Elisa, non devi chiederlo a me, ma sei hai queste aspettative e riconosci che tu puoi essere inserita in un contesto sociale simile come animatore perchè no.

buon lavoro

153 Rosaria alle ore 07:18 del 27/11/2013

Posso fare la psicologa in una scuola come volontaria  senza abilitazione ( sono in possesso di laurea magistrale) ?

Grazie per un eventuale risposta!

154 Salvatore alle ore 10:10 del 27/11/2013

PSICOLOGO/A = ABILITAZIONE, LO ABBIAMO RIPETUTO NON SO QUANTE VOLTE......

155 vincenzo alle ore 19:32 del 30/11/2013

qualcuno sa come e cosa mettere in evidenza nella second aprova esame di stato per dott. in scienze psicologiche benessere e persona? dobbiamo parlare dei test? 

156 Salvatore alle ore 11:00 del 02/12/2013

Buongiorno Vicenzo. NO gli esami vertono su tre prove scritte e una orale. Gli argomenti da trattare possono essere diversi, si sorteggiano davanti ai candidati tre tipi di argomenti di cui soltanto uno di questi potrà essere svolto. Devi semplicemente seguire la traccia richiesta dalla commissione.

SENZA USCIRE FUORI ARGOMENTO...... 

157 Ilaria alle ore 11:27 del 03/12/2013

Caro Salvatore,

leggevo i post precedenti  e mi sembri fortunatamente  molto preparato sull'argomento. Io mi sono appena laureata in scienze e tecniche psicologiche e ho deciso nonostante i mille no di colleghi e non che mi hanno sconsigliato di fermarmi alla triennale, di valutare un alternativa alla magistrale. Premetto che a me piacerebbe lavorare o meglio iniziare a formarmi nel campo delle risorse umane e della psicologia del lavoro (ad esempio valutazione dello stress-lavoro correlato) in generale, ma non escludo altri eventuali strade come quelle della riabilitazione. A tal proposito vorrei conoscere la tua opinione:

1) sull'iscrizione all'albo b e su i reali sbocchi nel mondo del lavoro ammesso che ce ne siano per noi laureati alla triannale

2) sulla possibilità di un laureato in scienze e tecniche psicologiche di essere indipendente in un eventuale lavoro e non dipendere da un laureato in psicologia

3)e su i vari corsi e master di primo livello  ( ad esmpio quelli in risorse umane)

Ti ringrazio in anticipo per le eventuali e preziose delucidazioni.

158 Salvatore alle ore 16:44 del 05/12/2013

Buonpomeriggio Ilaria, scusami se ti rispondo proprio adesso, in questi giorni sono impegnato con le elezioni dell'ordine degli psicologi della regione sicilia sezione b.

alle tue domande poste potresti leggere sui post sopra elencati.

Per quanto concerne i master potrai accedere solo a quei master di I livello. Ci sono diversi master, tu cosa vuoi fare da grande?

159 Ilaria alle ore 10:38 del 06/12/2013

A me piacerebbe lavorare nel campo della psicologia del lavoro ad esempio sulla valutazione dell stress lavoro correlato o occuparmi delle risorse umane. Ma non so che strada prendere per iniziare a formarmi in questo campo e soprattutto se può bastare la triennale e se fondamentale l'  iscrivermi all' albo b o addirittura continuare con la magistrale

160 Salvatore alle ore 13:42 del 06/12/2013

Il consiglio che do a tutti e quello di continuare, magari potresti avere delle opportunità in piu'. 

Per poter fare delle valutazioni in ambto della psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni, potresti iniziare a fare un tirocinio di 6 mesi presso qualche azienda dove è presente uno Psicologo abilitato, e familizarizzare con l'ambiente. Dopo i 6 mesi fare l'abilitazione sezione B per il settore del sociale del lavoro e delle organizzazione. 

Prova a chiedere in giro se cè qualche azienda dalle tute parti e fare doamnda all'università per attivare un tirocinio.

scrivimi pure qui, colgo l'occasione per farvi a tutti voi un augurio di buone feste

161 Alessandra alle ore 18:04 del 09/12/2013

Grazie per le info... Prtroppo però a Messina non è facile torvare un'azienda che mi faccia fare esprienza nel settore sociale del lavoro e delle organizzazioni... Cmq m'informerò, grazie... per quanto riguarda i testi su cui studiare per l'anbilitazione, sa dirmi qualcosa? Grazie ancora.

162 Salvatore alle ore 13:08 del 10/12/2013

I MANUALI PER LA PREPARAZIONE D STATO  SONO DI DUE VOLUME

1) PRIMO VOLUMEPSICOLOGO DOMANI MANUALE PER LA PREPARAZIONE ALL'ESAME DI STATO ERICKON CESARE KANEKLIN CATERINA GOZZOLI

2) SECONDO VOLUME LO STESSO TITOLO E AUTORI DEVI SONO SPECIFICARE CHE è IL SECONDO VOLUME.

PER QUALSIASI COSA CONTATTAMI.

IN BOCCA LUPO

163 Simona alle ore 18:18 del 26/12/2013

Salve a tutti!! Inizio augurandovi un Buon Natale, anche se con un giorno di ritardo ;)

Ho un grosso interrogativo a cui spero possiate rispondere. Mi laureo alla triennale il prossimo Febbraio ma, poichè non sono in tempo con l'iscrizione alla specialistica, dovrò stare "ferma" fino al prossimo Settembre, mese in cui finalmente potrò iscrivermi per proseguire i miei studi. Ovviamente questa cosa non mi sta bene e vorrei poter fare qalcosa di inerente al mio corso di studi in questi prossimi 9 mesi. Mi rendo conto che con solo la laurea Triennale e null'altro non posso fare nulla, o quasi. Voi cosa mi consigliereste di fare? 

164 Cristina alle ore 23:00 del 25/01/2014

Salve a tutti! Che dite, portiamo avanti il discorso sull'abolizione dell'esame di Stato? Qualcuno sa come muoversi per fare un progetto in tal senso o conosce qualche avvocato che potrebbe farsene carico?

165 vincenzo alle ore 09:18 del 28/01/2014

È' una vita che mi batto per abolizione esami di stato.Ma nessuno recepisce. Ho inviato anche una mia proposta al movimento. 5 stelle. L'esame è' previsto nell'articolo 33 della costituzione. Ma. Bisogna battersi come discriminazione al lavoro. Personalmente ho laurea magistrale con ottimo punteggio, un master università. In criminologia con borsa di studio. Una miriade di corsi di formazione Asl pubblicato libri su attacchi di panico ma essendo stato bocciato. Esame di stato è' come non avessi nulla. Esame che prevaricare tutto. Soggettivo al massimo e non attinente al corso di studio. Chi ha mai fatto un progetto? O un caso clinico? Bisogna portare avanti un'azione class. Proposte:laurea'tirocinio,iscrizione albo. Bisogna ricorrere a  Bruxelles per il diritto a lavoro. Chi vuole può contattarmi a sitoposta[chiocciola]gmail[chiocciola]gmail.com

166 Cristina alle ore 10:21 del 28/01/2014

Io ci sto, giro la tua mail ai miei colleghi! Tanti articoli sono riportati nella Costituzione, ma vengono modificati...

167 cristina alle ore 13:20 del 11/02/2014

ohi! ma siete tutti d'accordo a fare l'esame di Stato? possibile che interessi solo a pochi la proposta di Vincenzo?

168 Vale alle ore 23:24 del 24/02/2014

Ci sono news su abolizione esame di stato?renzi?

169 Paola alle ore 09:25 del 25/02/2014

Sì che devi studiare! Per ora l'esame di stato è l'unico "strumento" che tutela la "professionalità", è l'unico mezzo al momento disponibile per poter far sì che almeno dal pdv della legge lo psicologo sia un professionista, quindi consegua un titolo abilitante all'esercizio di una professione legalmente riconosciuta e i counselor, i cartomenati e compagnia bella NO, checchè ne dicano loro la legge del gennaio 2013 non riconosce legalmente la professionalità dei counselor...

Quindi fatela finita con questa sotria dell'abolizione dell'esame di stato, è anche nel vostro interesse! Studiate e impegnatevi per il vostro futuro e per quello dei vostri pazienti. Oppure siete in politica e presentate proposte che abbiano un senso sia per la tutela dell'utente finale (paziente cliente) sia per la tutela della categoria professionale!

Paola

170 VALE alle ore 12:59 del 25/02/2014

ma che ragionamento è il tuo PAOLA!! come se fosse un esame di stato a stabilire se uno è un serio professionista o meno!! QUANDO SAPPIAMO CHE TUTTI STRA COPIANO! NON DICIAMO CAZZATE PER FAVORE! per quanto concerne i counsellor etc ti ricordo che siamo proprio noi psicologi a FORMARE CORSI PROFESSIONALIZZANTI PER COUNSELLOR SOLO PER PRENDERE SOLDI PERCHE' COL NOSTRO LAVORO NON RIUSCIAMO A CAMPARE!!!

171 Cristina alle ore 17:04 del 26/02/2014

Rispondo a Paola. Per quanto riguarda lo studio, credo che chi arriva alla conclusione di un percorso universitario, abbia già sostenuto e superato il numero di esami necessari al conseguimento della laurea. La sua preparazione è già stata valutata da docenti universitari che, se hanno ritenuto dare giudizio positivo all'esame sostenuto, non dovrebbero essere messi in discussione. Fare altre tre prove scritte e una orale, significa screditare la capacità di giudizio di tali docenti. Io non dico che deve essere abolito l'Albo, che ritengo doveroso, ma piuttosto di abolire l'esame di stato che, da più fonti, mi è stato detto essere valutato con parametri assolutamente soggettivi. In poche parole, se esprimi un pensiero di una corrente psicologica diversa dagli esaminatori, ti sei fregata l'esame. E poiché in psicologia, le correnti di pensiero sono varie...Quindi va bene il tirocinio post-laurea, va bene pagare la tassa d'iscrizione all'Albo, ma l'esame nooooo! Uniamoci e facciamo una proposta al governo! Se leggete le risposte precedenti, c'è Vincenzo che potrebbe dirci qualcosa.

172 Vale alle ore 11:29 del 27/02/2014

Cristina sei una persona intelligente! Non aggiungo altro.... Concordo col tuo pensiero espresso in modo educato e pacato! Grazie!

173 Federico alle ore 11:55 del 28/02/2014

Concordo pienamente con tutti quelli che affermano che l'esame di stato sia solo ed esclusivamente una truffa legalizzata. Possibile che 3 esami scritti ed un orale possa decretare la competrenza di uno psicologo? Oppure è più plausibile che affrontare e superare più di 45 esami, 1500 ore di tirocinio spalmate tra laurea di I livello e di II livello, sia più che sufficiente per accedere nel mondo del lavoro? Non dico di abolire l'Albo ma di conformarci agli altri stati europei che hanno abolito l'esame di stato. Colleghi dobbiamo far sentire la nostra voce, ora che il Governo è in fase di riassetto.

Vincenzo sono con te!

174 cristina alle ore 12:58 del 28/02/2014

Vincenzo fatti sentire. E' sempre valido quel tuo sito? puoi riportarcelo alla memoria?

175 Vale alle ore 14:55 del 28/02/2014

Vincenzo e Cristina concordo con voi e posso assssssicurarvi che ci sono moltissimi colleghi che la pensano come noi!!!avanti tutta ragazzi non molliamo!

176 Vale alle ore 14:56 del 28/02/2014

E concordo pure col Fede! Avanti tutta ragazzi!!

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Quali sono gli sbocchi occupazionali per un dottore in psicologia?

HT Staff
HT Collaboratori