HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del Test dei colori
HT: La Psicologia per Professionisti

Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del "Test dei colori"

Gratis Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
CMP: Centro Medicina Psicosomatica - Gruppo Prometeo
Corso di Ipnosi clinica - Milano
SAIGA - Società Adleriana Italiana Gruppi e Analisi
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Torino
PsicoCitta.it
Dott.ssa Giulia Checcucci
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Empoli (FI)
Dott.ssa Nadia Marabese
Psicologo
Riceve a: Grugliasco (TO)
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.
- Psicologo-Prato.it
Presenta i servizi di consulenza psicologica, psicoterapia, neuropsicologia, sessuologia e giuridica. Riceve a Prato.

Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del "Test dei colori"
9 Settembre 1923 - 2 Febbraio 2017

L'articolo "Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del "Test dei colori"" parla di:

  • Interesse per la psicologia in adolescenza
  • Sviluppo della ricerca
  • Presentazione al Congresso di Losanna
Psico-Pratika:
Numero 134 Anno 2017

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 27 Febbraio 2017

Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del "Test dei colori"
9 Settembre 1923 - 2 Febbraio 2017

È venuto a mancare lo scorso 2 Febbraio 2017, a 93 anni, il Dr. Max Lüscher, psicoterapeuta svizzero noto a livello internazionale come padre del "Test dei colori", uno strumento diagnostico attraverso il quale è possibile analizzare lo stato psicofisico di un individuo in base alle sue preferenze cromatiche.

Nato a Basilea il 9 Settembre del 1923, Lüscher mostrò il suo interesse nei confronti della psicologia già dalla prima adolescenza: a 14 anni si appassionò alle opere di Sigmund Freud, in modo particolare a "L'interpretazione dei sogni"; a 16 anni, grazie ad un permesso speciale, iniziò a frequentare seminari e lezioni di psicologia presso l'Università di Basilea e a sviluppare le basi della sua teoria, conosciuta con il nome di Psicologia Autoregolativa.

Partendo dallo studio del Test Hermann Rorschach, Lüscher arrivò successivamente a elaborare il primo Test dei colori.
Grazie al professor John Stähelin - direttore del reparto di psichiatria - ebbe la possibilità di applicare, testare e sviluppare la diagnostica dei colori su alcuni pazienti, usufruendo di un laboratorio, materiali vari e personale ausiliario messi a sua disposizione da Karl Miescher, direttore della Ciba, la più grande industria chimica di Basilea.
In questo modo Lüscher condusse una ricerca durata 5 anni (dal 1941 al 1946), durante la quale analizzò 4530 tonalità differenti su materiali diversi (come legno, lana, metallo, etc.) prima di arrivare ad individuare i colori maggiormente adatti a misurare lo stato psico-fisiologico degli individui.
Dal 1945 al 1947 si occupò anche della valutazione psicodiagnostica del personale presso l'Istituto di Psicologia Applicata di Basilea.

Nel 1947 Lüscher presentò il frutto del suo lavoro al Congresso Mondiale di Psicologia di Losanna. La sua teoria fu pubblicata insieme agli atti del Congresso all'interno della raccolta "La Diagnostique du Caractère" e, da quel momento, il Test dei colori iniziò a diffondersi in tutto il mondo. Nel biennio 1949-1950 Lüscher insegnò la teoria presso il dipartimento di psicologia della Sorbona e presso il Ministero del lavoro di Parigi.

Durante la seduta di Laurea tenutasi nel 1949, la diagnostica dei colori fu valutata dai professori di psicologia, psichiatria e filosofia con "summa cum laude"; quello stesso anno Lüscher fu scelto dall'Istituto antropologico svizzero, il quale aveva deciso di finanziare per i successivi 3 anni i futuri docenti universitari.
Divenne, quindi, docente presso l'Università di Basilea e iniziò a tenere lezioni sulla Diagnostica dei colori in numerose università europee, in Australia e negli Stati Uniti. In Italia viene ricordato per le lezioni "Scelta dei colori e tossicodipendenza" tenutesi a Cagliari e "Scelta dei colori e cancro" presso il Policlinico Gemelli di Roma.
Contemporaneamente continuò l'attività da psicoterapeuta.

Nel 1952, in seguito alla pubblicazione su una rivista di una descrizione delle sue teorie, Lüscher fu assunto ad Amburgo come consulente di un grande gruppo di imprese giornalistiche. Cominciò, poi, a collaborare con una grossa agenzia pubblicitaria e con le principali realtà industriali tedesche, applicando la diagnostica dei colori anche alle ricerche statistiche.

Max Lüscher ha trascorso gli ultimi anni della sua vita a Lucerna, in Svizzera, dove ha diretto l'"Institut für medizinische Psychodiagnostik".
La diagnostica dei colori attualmente viene utilizzata in molte Università presenti in tutto il mondo ed insegnata in 7 lingue diverse.
Il Test dei Colori è stato tradotto in 31 lingue e, per molti anni, è stato un bestseller in Germania, negli Stati Uniti e in numerosi altri Paesi del mondo.

Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Scomparso il Dr. Max Lüscher, padre del "Test dei colori"

HT Staff
HT Collaboratori