HT Psicologia
Psicologia per psicologi - ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie
HT: La Psicologia per Professionisti

ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie

Gratis Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
CIPsPsIA - Centro Italiano di Psicoterapia Psicoanalitica per l'Infanzia e l'Adolescenza
Corso di alta formazione in Psicoterapia Psicoanalitica per l'Infanzia e l'Adolescenza - Roma
IRIS - Insegnamento e Ricerca Individuo e Sistemi
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Milano
PsicoCitta.it
Dott.ssa Ilaria De Amicis
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Parma
Dott.ssa Martina Spallino
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Trieste
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie
Svizzera. L'OMS nomina la dipendenza da videogiochi tra le patologie elencate nella prossima versione dell'ICD

L'articolo "ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie" parla di:

  • L'International Classification of Diseases
  • Definizione Gaming Disorder secondo l'OMS
  • Gaming Disorder nell'ICD-11
Psico-Pratika:
Numero 143 Anno 2018

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 05 Febbraio 2018

ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie
Svizzera. L'OMS nomina la dipendenza da videogiochi tra le patologie elencate nella prossima versione dell'ICD

Ginevra, Svizzera. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di inserire la dipendenza da videogiochi tra i disturbi mentali che saranno elencati nella prossima edizione dell'International Classification of Diseases, la classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi sanitari correlati adottata in oltre 100 Stati membri dell'Oms.

La notizia - anticipata a fine dicembre 2017 dalla rivista online New Scientist - è stata confermata dall'Organizzazione stessa, attraverso la pubblicazione lo scorso 5 gennaio 2018 di un post dal titolo "Gaming Disorder" all'interno del suo sito web ufficiale.

L'International Classification of Diseases - conosciuto anche con la sigla ICD - è uno strumento diagnostico grazie al quale medici e ricercatori possono reperire informazioni su patologie e condizioni di salute valide in tutto il mondo.
Nato durante la 43esima Assemblea Mondiale della Sanità negli anni Novanta, l'ICD è al momento alla sua decima edizione (ICD-10) e sarà ulteriormente aggiornato e pubblicato nel corso del 2018 con il nome di ICD-11.

Il gaming disorder è stato inserito nella bozza dell'undicesima versione.
Come affermato dall'Oms, la decisione di includerlo nella classificazione si è basata su una revisione delle prove disponibili e sul consenso di tutti gli esperti in varie discipline consultati per la realizzazione dell'ICD-11.

L'OMS definisce il gaming disorder come un modello di comportamento assunto durante il gioco (inteso come videogioco o gioco digitale) caratterizzato da una mancanza di controllo durante l'atto del giocare, la tendenza ad attribuire al gioco la priorità rispetto ad altre attività e interessi quotidiani, il continuare a giocare nonostante la comparsa di conseguenze negative.
Per essere diagnosticato come disturbo è necessario che l'atteggiamento assunto nei confronti del gioco comprometta significativamente per almeno 12 mesi ogni aspetto della vita di una persona, dall'ambito personale a quello sociale, lavorativo, familiare, educativo, ecc.

L'inserimento del Gaming Disorder nell'ICD-11 - aggiunge l'OMS - segue lo sviluppo di programmi di trattamento destinati a persone in condizioni di salute identiche a quelle riscontrate nei disturbi del gioco in molti paesi del mondo.
Per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il suo essere elencato tra le patologie riconosciute a livello internazionale potrà portare ad una maggiore attenzione da parte dei professionisti nei confronti dei rischi provocati da questo tipo di dipendenza e all'assunzione di misure di prevenzione e trattamento adeguate.

Fonti
  • Organizzazione Mondiale della Sanità, "Gaming disorder", pubblicato nella sezione "Questions and answers" del sito web www.who.int, 5 Gennaio 2018
    www.who.int/features/qa/gaming-disorder/en/
Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - ICD 11: Gaming-disorder inserito nella classificazione internazionale delle malattie

HT Staff
HT Collaboratori