HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo
HT: La Psicologia per Professionisti

Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
CSAPR - Centro di Studi e di Applicazione della Psicologia Relazionale
Ciclo di Seminari di Psicoterapia Sistemica - Online
Sentieri Formativi - Centro Camilliano di Formazione
Incontri sul Counselling: 'Le domeniche formative' - Verona
PsicoCitta.it
Dott. Marco Iorio
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Ivrea (TO)
Dott. Paolo Riposo
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Savona
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo

L'articolo "Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo" parla di:
  • Restrizioni Covid a zone: si può fare attività in studio?
  • Le buone pratiche per le sedute in presenza
  • Specifiche per minori, anziani, gruppi
Psico-Pratika:
Numero 172 Anno 2020

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 30 Novembre 2020

Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo

Il DPCM in vigore dal 6 novembre stabilisce nuove misure di prevenzione e contenimento dei contagi, differenziate per zone suddivise in base al potenziale livello di rischio.
Molti Ordini regionali degli Psicologi hanno pubblicato sui loro siti ufficiali vademecum e buone norme utili ad orientarsi nello svolgimento della professione in linea con le normative e a tutela della sicurezza degli Psicologi e dei loro pazienti.

Tutti gli Ordini e lo stesso Consiglio Nazionale sono concordi nel raccomandare di preferire - quando possibile e fin da subito - le modalità di lavoro online, che permettono la massima tutela sia per il professionista che per i propri clienti: sta al singolo professionista valutare in modo attento l'effettiva esigenza di lavoro in presenza e di portarlo avanti solo in caso giudichi di non poter svolgerlo a distanza.

Spostamenti

Nelle zone con scenario di gravità elevata (Arancioni) e massima (Rosse) sono vietati gli spostamenti "con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un Comune diverso da quello di residenza" e "in entrata e in uscita dalla Regione", con eccezione degli "spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute"1
Per lo svolgimento delle sedute sono quindi consentiti gli spostamenti sia da parte dello Psicologo (comprovata esigenza lavorativa) sia da parte del paziente (motivi di salute).
Per entrambi, professionisti e pazienti, in caso di spostamento è richiesto obbligo di fornire autocertificazione (il modulo è scaricabile dal sito del Ministero dell'Interno2) dichiarante il motivo dello spostamento.

Buone pratiche

Le nuove misure consentono quindi di proseguire l'attività professionale in studio, qualora si ritenga indispensabile, con la scrupolosa applicazione delle norme e delle precauzioni igienico-sanitarie.

Oltre agli obblighi di legge (mascherina anche al chiuso e distanziamento minimo di 1 metro, possibilmente almeno 2) l'Ordine della Lombardia3 ha riassunto un insieme di best practice per l'attività libero professionale dello Psicologo, che comprendono raccomandazioni quali:

  • misurazione della temperatura a pazienti e collaboratori;
  • messa a disposizione di gel disinfettante per le mani e di fazzoletti in scatola;
  • areazione dei locali dopo ogni seduta, disinfezione delle superfici tra un paziente e l'altro;
  • pianificazione distanziata degli appuntamenti così da evitare presenza di più pazienti in sala d'attesa (dalla quale si consiglia di rimuovere libri, giornali e riviste) e dedicare il tempo necessario all'igienizzazione;
  • spiegare con chiarezza e assicurarsi che siano recepite da pazienti e collaboratori le norme anticontagio.

Nel lavoro coi minori, benché restino consigliabili le sedute da remoto, ove non si possa procedere si consiglia la rigorosa igienizzazione di tutto quanto entri in contatto con il minore, l'utilizzo di mascherina anche per i pazienti di età inferiore a 6 anni e valutare l'utilizzo di ulteriori barriere, come le visiere trasparenti, specialmente quando la modalità di lavoro non permetta sempre il mantenimento della distanza.

Anche in caso di colloqui con categorie a rischio, anziani o persone con patologie, qualora non sia possibile l'attività online è opportuno applicare in maniera estremamente rigorosa le disposizioni preventive, ed è consigliato un confronto con il medico di base.

Sebbene il decreto non le vieti espressamente, le attività di terapia di gruppo sono sconsigliate. In caso si ritenga indispensabile effettuarle in presenza, oltre al rispetto di norme e raccomandazioni e del limite imposto di massimo 6 persone, è opportuno tenere un registro con i recapiti dei partecipanti in modo da poter tempestivamente avvisare tutti in caso emerga una positività.

Occorre infine avvisare i propri pazienti che si ricevono in presenza che, in caso di accertata positività dello Psicologo, lo stesso sarà tenuto a comunicare all'autorità sanitaria di competenza i nominativi delle persone con cui è venuto a contatto (senza tuttavia dover specificare le motivazioni del contatto, protette dal segreto professionale).

Fonti:
  1. DPCM 03/11/2020, Art. 3, comma 4, lettera a e b
  2. Modello autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 d.p.r. n. 445/2000: www.interno.gov.it/sites/default/files/2020-10/modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020.pdf
  3. Sito OPL: www.opl.it/notizia/26-10-2020-Aggiornamenti-per-lo-svolgimento-della-professione-DPCM-del-24-10-2020
Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Seconda ondata Covid: linee guida e buone pratiche per lo Psicologo

HT Staff
HT Collaboratori