HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI
HT: La Psicologia per Professionisti

Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
IACP - Istituto dell'Approccio Centrato sulla Persona
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Milano
ARIRI - Associazione Ricerche-Interventi sui Rapporti Interpersonali
Corso: 'Introduzione al trattamento basato sulla Mentalizzazione: dalla teoria alla pratica clinica' - Bari
Ateneo - Formazione Multidisciplinare
Seminari clinici applicativi - Online
Consorzio Universitario Humanitas
Master Universitario di II livello in Psicoterapia cognitiva - Online e Roma
PsicoCitta.it
Dott. Iglis Innocenti
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Prato
Dott.ssa Barbara Rossi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Milano
Dott.ssa Azzurra Luccio
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Torino
Dott.ssa Corinne Perissé
Medico Psicoterapeuta
Riceve a: Roma

Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI
Seul: l'AI riconosce l'Autismo nei bambini con una precisione del 100%, ma...

L'articolo "Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI" parla di:
  • Lo studio diagnostico in Corea del Sud
  • I cambiamenti della retina nei soggetti ASD
  • I risultati della ricerca coreana
Psico-Pratika:
Numero 205 Anno 2024

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 31 Marzo 2024

Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI
Seul: l'AI riconosce l'Autismo nei bambini con una precisione del 100%, ma...

L'intelligenza artificiale, al netto dell'alone di scetticismo sui suoi risvolti nella società, si sta dimostrando un alleato in campo medico, e un'indagine condotta in Corea del Sud sembra confermarlo.

La ricerca, che ha applicato l'AI per lo screening precoce dei Disturbi dello Spettro Autistico (ASD: Autism Spectrum Disorder) nei bambini, si è conclusa con una percentuale del 100% di riconoscimento dei casi, ma dobbiamo sottolineare che il campione era costituito da una casistica artificialmente semplificata: cioè possiamo aspettarci applicazioni in campo diagnostico, ma per il momento non siamo in grado di quantificarne il livello qualitativo.

Lo studio diagnostico, che si è concluso a fine 2023 ed è stato condotto presso l'ospedale Severance Hospital del Yonsei University College of Medicine di Seoul, ha coinvolto 958 partecipanti, bambini e ragazzi con un età media di 7,8 anni, dei quali la metà con una diagnosi di ASD e gli altri a sviluppo normale (TD: typical development).

L'obiettivo era di testare il potenziale dell'intelligenza artificiale come strumento oggettivo nello screening e possibilmente della gravità dei sintomi dello spettro autistico utilizzando fotografie della retina. Gli individui con ASD presentano infatti cambiamenti strutturali della retina che riflettono potenziali alterazioni cerebrali, comprese anomalie del percorso visivo attraverso connessioni embrionali e anatomiche.

Metodologia dello studio.
I ricercatori hanno valutato la gravità dell'ASD con due scale specifiche. L'AI è stata addestrata con le foto e i punteggi e poi ha dovuto riconoscere l'ASD dalle foto.
Dallo studio sono stati esclusi pazienti con ASD e un disturbo psichiatrico maggiore (ad esempio, disturbo bipolare, schizofrenia, disturbi psicotici); individui senza ASD ma con un disturbo psichiatrico (ad esempio, deficit di attenzione/iperattività, disturbo bipolare, schizofrenia, disturbi psicotici) e quelli con una malattia neurologica (ad esempio, epilessia, encefalite, ecc) o malattia dell'occhio che può colpire il fondo retinico (ad esempio, glaucoma, retinopatia, ecc.).
I ricercatori hanno deciso di utilizzare un campione che semplificasse il lavoro di diagnosi all'intelligenza artificiale, che comunque ha ottenuto un risultato di correttezza della diagnosi del 100%.

Tuttavia, è stata meno precisa nel determinarne la gravità, specialmente nei bambini al di sotto dei 4 anni in cui la retina è ancora in via di sviluppo. Ciò rende difficile raggiungere l'obiettivo di effettuare una diagnosi precoce.

Altre ricerche parallele sulle potenzialità diagnostiche dell'AI si stanno sviluppando sullo stesso tema: è recentemente stato presentato al meeting annuale della Radiological Society of North America uno studio condotto da Mohamed Khudri dell'Università di Louisville (Kentucky) che ha creato un sistema in grado di diagnosticare l'autismo a bambini molto piccoli, tra i 24 e i 48 mesi, con un tasso di precisione molto elevato, del 98,5%, tramite l'analisi di speciali risonanze magnetiche cerebrali.

Fonti
  • Tiziana Foglio, "L'AI riconosce l'autismo nei bambini con un'accuratezza del 100%", pubblicato su Punto-informatico.it il 18 Dicembre 2023
    www.punto-informatico.it/ai-riconosce-autismo-bambini-accuratezza-100-per-cento/
  • Jae Han Kim et. al., "Development of Deep Ensembles to Screen for Autism and Symptom Severity Using Retinal Photographs", pubblicato su Jama Network il 15 Dicembre 2023
    jamanetwork.com/journals/jamanetworkopen/fullarticle/2812964
  • Redazione Ansa, "Autismo, l'intelligenza artificiale la diagnostica già a 2-4 anni", pubblicato su Ansa.it il 21 Novembre 2023
    www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_bambini/news/2023/11/21/autismo-intelligenza-artificiale-la-diagnostica-gia-a-2-4-anni_e9bd384f-5076-44c2-a98e-759251078990.html
Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Austimo e intelligenza artificiale: studio sulla diagnosi attraverso l'AI

Centro HT
HT Collaboratori