HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown
HT: La Psicologia per Professionisti

Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
SIPP - Società Italiana di Psicologia e Pedagogia
Corso di perfezionamento: 'Bisogni Educativi Speciali BES - Disturbi Specifici dell'Apprendimento DSA' - Online e Pisa
A. Adler Institute
Master in Psicodiagnostica - Torino e Online
PsicoCitta.it
CTA - Centro di Terapia dell'Adolescenza
Centro di Psicoterapia
Riceve a: Milano
Dott.ssa Chiara Monti
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Spongano (LE) e Lecce
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown
Italia. Cresciuti tra i più giovani i tentativi di suicidio, l'ansia, la depressione, la rabbia, il vandalismo, il consumo di droghe

L'articolo "Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown" parla di:
  • Secondo lockdown e aumento dei disturbi
  • Testimonianze dei professionisti di settore
  • Ipotesi di intervento in aiuto dei più giovani
Psico-Pratika:
Numero 176 Anno 2021

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 03 Maggio 2021

Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown
Italia. Cresciuti tra i più giovani i tentativi di suicidio, l'ansia, la depressione, la rabbia, il vandalismo, il consumo di droghe

Italia. Il protrarsi dell'emergenza sanitaria, le continue restrizioni adottate per far fronte alla pandemia e soprattutto il secondo lockdown avrebbero peggiorato le condizioni psicologiche di bambini e adolescenti, facendo aumentare i casi di tentato suicidio, l'ansia, la rabbia, la depressione, gli atti vandalici, il consumo di droghe.
A confermarlo numerose interviste rilasciate da vari professionisti del settore negli ultimi mesi, che testimoniano come dallo scorso autunno siano cresciute le richieste di intervento per disturbi che stanno colpendo la fascia più giovane della popolazione.

In un'intervista comparsa sul quotidiano online "L'Eco di Bergamo"1, Patrizia Stoppa - direttore del reparto di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza dell'ospedale Papa Giovanni di Bergamo - afferma che tra Gennaio e Marzo 2021 sono stati registrati la metà dei casi di tentato suicidio rilevati in tutto il 2020, episodi che hanno visto come protagonisti minori di età compresa tra 12 e 17 anni. Ulteriori disturbi registrati sono stati quelli di tipo alimentare e l'autolesionismo.
Secondo la collega Emi Bondi - direttore del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze - la situazione sarebbe peggiorata soprattutto a partire dall'autunno. Infatti, mentre il primo lockdown del 2020 era stato vissuto dai ragazzi come un qualcosa di eccezionale e di breve durata e la successiva estate aveva offerto loro l'illusione di un ritorno alla normalità, con la seconda ondata l'isolamento sociale e la didattica a distanza hanno inasprito alcune problematiche. Restare in casa, per esempio, ha comportato un aumento delle tensioni con la propria famiglia, mentre il mondo virtuale non sarebbe riuscito a compensare la mancanza di rapporti interpersonali.

A parlare di un peggioramento dei disturbi anche Matteo Marini, coordinatore di Sinodìa, un'associazione di psicologi che, dal 2015, promuove progetti di psicologia scolastica nella provincia di Firenze.
In un'intervista pubblicata sul quotidiano "La Nazione"2, il Dott. Marini illustra la situazione dell'Itt Marco Polo di Firenze, Istituto Tecnico Statale per il Turismo al cui interno sono operativi sportelli psicologici per il sostegno degli adolescenti.
Qui inizialmente operavano 5 professionisti, mentre si è arrivati ora a 18 psicologi, un numero che è aumentato a partire dallo scorso Ottobre 2020, ovvero da quando si è assistito anche ad una recrudescenza delle richieste di intervento da parte dei ragazzi. Stando a quanto afferma il Dott. Marini, costoro sono riusciti a regger bene il primo lockdown, visto come una novità e aiutati anche dall'avvicinarsi dell'estate, mentre molti sono poi crollati durante l'autunno.

L'aumento dei disagi psicologici degli adolescenti è stato registrato in varie zone d'Italia.
Nel bresciano e nello specifico in Val Trompia, per esempio, le richieste pervenute ai 3 consultori di Lumezzane, Concesio e Sarezzo sarebbero cresciute del 22% già nel corso del 2020 e sarebbero destinate ad aumentare nel 2021.
Come dichiarato dalla responsabile delle politiche giovanili Francesca Stefana3, durante lo scorso anno si sono svolti 1204 colloqui psicologici con 222 minori, di cui 49 di età compresa tra 11 e 14 anni. I problemi principali riscontrati riguardavano il mondo della scuola, le relazioni familiari ed interpersonali (per es. conflitto con i genitori) e problemi personali (per es. ansia per la situazione sanitaria e paura del contagio).
A partire dal 1 Gennaio fino al 18 Marzo 2021 sono pervenuti alle 3 strutture già 71 nuove richieste di aiuto.

Il professor Stefano Vicari - Ordinario di Neuropsichiatria Infantile presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Responsabile dell'Unita Operativa Complessa di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Bambino Gesù - in un'intervista rilasciata per "Orizzonte Scuola"4 afferma che il primo lockdown e il clima attuale hanno provocato un forte stress in bambini e adolescenti e un acutizzarsi di disturbi del sonno e di ansia: in numerosi articoli e lavori internazionali (compresi i primi realizzati in Cina) si parla di bambini che dormirebberopoco e male, preoccupati soprattutto per la salute dei propri genitori, mentre per gli adolescenti ci sarebbe stato un aumento dei casi di depressione.

Aumento delle richieste anche per il Consultorio Spazio Giovani di Ferrara: secondo la referente Dott.ssa Silvia Barbaro, nell'ultimo anno c'è stato un incremento di richieste da parte di giovani colpiti da disturbi provocati dalle restrizioni e dalle chiusura, come ansia e depressione5.

Restrizioni e lockdown hanno provocato anche un incremento del consumo di sostanze stupefacenti tra gli adolescenti, come mostra la Relazione annuale 2020 della Direzione Centrale dei Servizi Antidroga6. Oltre a cannabis, oppioidi, benzodiazepine, farmaci antidepressivi, si sta assistendo anche alla diffusione di NPS (Nuove Sostanze Psicoattive), agevolata dall'utilizzo di internet. In rete, infatti, i ragazzi hanno modo di reperire facilmente farmaci e droghe, grazie all'utilizzo di piattaforme di vario tipo (social network, forum, videogiochi online, ecc.).
Stando alla Commissione Parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza, l'età dei consumatori si sarebbe anche abbassata: a far uso di sostanze sarebbero adesso anche minori di età compresa tra 11 e 14 anni7.

Ulteriore testimonianza del disagio psichico e sociale che sta colpendo la popolazione più giovane è rintracciabile nei numerosi atti vandalici che si stanno verificando in tutto il paese e che nascerebbero dalla rabbia accumulata in questo periodo storico.
Per il Presidente dell'Ordine degli Psicologi della regione Puglia Vincenzo Gesualdo, le incertezze che stanno investendo realtà come la famiglia e la scuola starebbero provocando una perdita di stabilità nei ragazzi. Aumenta, quindi, in loro la rabbia, un sentimento che da un lato viene esternalizzato attraverso aggressività e atti vandalici, dall'altro, invece, viene tenuto dentro, provocando comportamenti autolesionistici8.
Per il Dott. Federico Bianchi di Castelbianco - psicoterapeuta dell'età evolutiva e direttore dell'IdO, l'Istituto di Ortofonologia di Roma - la rabbia nei più giovani sarebbe in realtà un elemento in crescita nella nostra epoca9: sorge, infatti, nei primi anni di nido e aumenta nel corso del tempo a causa del tipo di vita che facciamo.
Con l'attuale situazione pandemica, il disagio che sta investendo tutte le fasce della popolazione si traduce spesso in aumento di questa rabbia e in aggressività.

Cosa fare, quindi, per far fronte a questa situazione?

Mentre per il presidente Gesualdo è necessario allargare gli spazi di ascolto psicologico ai ragazzi, alle loro famiglie, alla scuola, alla comunità, per Castelbianco una buona idea potrebbe essere l'ipotesi di aprire le scuole in estate lanciata dal ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. In questo caso, tuttavia, l'apertura non dovrebbe contemplare anche l'organizzazione di attività didattiche, proprio per evitare che aumenti la rabbia nei più giovani. è invece importante far sì che la scuola in estate sia per loro un luogo di incontro con adulti, psicologi, docenti, pediatri, dunque rappresenti un punto di riferimento fisico ed etico.

E mentre in Francia a partire da Gennaio 2021 si è assistito alla nascita del "chéche psy" - il "buono psicologo" destinato agli studenti, che comprende la possibilità di usufruire di 3 sedute da uno psicologo o uno psichiatra - e, negli ultimi giorni, il presidente Macron ha parlato di rimborsi erogati dalla Sanità pubblica per 10 sedute destinate a bambini e adolescenti10, anche in italia ci si sta muovendo per ottenere qualcosa di simile: è al lavoro una richiesta da presentare prossimamente al Governo, relativa alla creazione di un bonus destinato agli adolescenti che stanno soffrendo per le conseguenze provocate dall'isolamento pandemico11.

In una diretta su Fb lo scorso 1 Maggio, il segretario del Partito Democratico Enrico Letta sottolinea l'urgenza di intervenire in favore del recupero mentale e fisico dei più giovani, la cui salute è stata messa a dura prova da 15 mesi di didattica a distanza. Per Letta è necessario dar vita ad un progetto per offrire sostegno psicologico ai ragazzi, da realizzare con la collaborazione di medici e psicologi specializzati.12.

Note
  1. Marina Marzulli, "Disturbi dell'alimentazione, autolesionismo, tentati suicidi: l'impatto del Covid sull'equilibrio psichico degli adolescenti", pubblicato su Ecodibergamo.it, 12 Aprile 2021
    https://www.ecodibergamo.it/stories/eppen/bambini/disturbi-dellalimentazione-autolesionismo-tentati-suicidi-limpatto-del-covi_1392530_11/
  2. Elettra Gullè, "Una generazione in crisi, parla lo psicologo dei ragazzi", pubblicato su Lanazione.it, 14 Aprile 2021
    https://www.lanazione.it/cronaca/psicologo-ragazzi-scuola-dad-1.6246007
  3. Marco Benasseni, "Effetto Covid, gli adolescenti bussano per un aiuto psicologico", pubblicato su Bresciaoggi.it, 19 Marzo 2021
    https://www.bresciaoggi.it/territori/valtrompia/gli-adolescenti-bussano-per-un-aiuto-psicologico-1.8543508
  4. Fabio Gervasio, "Pandemia e impatto psicologico su bambini e adolescenti: dal ruolo di adulti e docenti ai fenomeni di aggressività e autolesionismo", pubblicato su Orizzontescuola.iot, 16 Febbrasio 2021
    https://www.orizzontescuola.it/pandemia-e-impatto-psicologico-su-bambini-e-adolescenti-dal-ruolo-di-adulti-e-docenti-ai-fenomeni-di-aggressivita-e-autolesionismo-intervista-al-professor-vicari/
  5. Redazione, "Adolescenti e pandemia, sempre più richieste di supporto psicologico. L'esperienza di Spazio Giovani a Ferrara", pubblicato su FarodiRoma.it, 10 Aprile 2021
    https://www.farodiroma.it/adolescenti-e-pandemia-sempre-piu-richieste-di-supporto-psicologico-lesperienza-di-spazio-giovani-a-ferrara/
  6. Documento che riassume la situazione e le attività portate avanti in Italia nella lotta contro il traffico di sostanze stupefacenti. Le Relazioni Annuali DCSA possono essere consultate sul portale del Governo italiano
    https://antidroga.interno.gov.it/temi/report/relazioni-annuali-dcsa/
  7. Metella Ronconi, "Consumo di droghe in aumento tra gli adolescenti", pubblicato su Bimbisaniebelli.it, 14 Aprile 2021
    https://www.bimbisaniebelli.it/bambino/12-16-anni/consumo-di-droghe-in-aumento-tra-gli-adolescenti-84879
  8. Redazione, "Covid, episodi di atti vandalici in Puglia. Ordine Psicologi: 'Subito spazi di ascolto per adolescenti'", pubblicato su TeleBari.it, 30 Marzo 2021
    https://www.telebari.it/attualita/48504-covid-episodi-di-atti-vandalici-in-puglia-ordine-psicologi-subito-spazi-di-ascolto-per-adolescenti.html
  9. Redazione, "Il Covid aumenta la rabbia in bambini e adolescenti, lo psicologo: 'Aprire le scuole d'estate'", pubblicato su RomaToday.it, 6 Aprile 2021
    https://www.romatoday.it/benessere/salute/il-covid-aumenta-la-rabbia-in-bambini-e-adolescenti-lo-psicologo-aprire-le-scuole-d-estate.html
  10. Redazione, "Covid in Francia, Macron ha annunciato che pagherà 10 sedute dallo psicologo per bambini e adolescenti in crisi", pubblicato su Ilfattoquotidiano.it, 15 Aprile 2021
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/04/15/covid-in-francia-macron-ha-annunciato-che-paghera-10-sedute-dallo-psicologo-per-bambini-e-adolescenti/6166789/
  11. Francesca Angelica Ereddia, "Bonus psicologi per gli adolescenti: la proposta delle associazioni", pubblicato su QuotidianPost.it, 25 Marzo 2021
    https://www.quotidianpost.it/bonus-psicologi-per-gli-adolescenti-la-proposta-delle-associazioni/
  12. Redazione, "Covid, Letta: 'Ora un progetto per il sostegno psicologico dei giovani'", pubblicato su Repubblica.it, 1 Maggio 2021
    https://www.repubblica.it/politica/2021/05/01/news/covid_letta_ora_un_progetto_per_il_sostegno_psicologico_a_giovani_-298975419/
Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Adolescenti e Covid: aumentato i disturbi con il secondo lockdown

HT Staff
HT Collaboratori