HT Psicologia
Psicologia per psicologi - NoiPsicologi. Intervista Paolo Zucconi
HT: La Psicologia per Professionisti

NoiPsicologi. Intervista Paolo Zucconi

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
Istituto Skinner Formazione e Ricerca
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Roma e Napoli
AION - Scuola di Psicoterapia Analitica
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Bologna
PsicoCitta.it
Dott.ssa Giulia Salles Gabrielli
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Roma e Roma
Dott.ssa Raffaella Ceccarelli
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Cesena (FC)
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

NoiPsicologi. Intervista Paolo Zucconi

Candidato alle elezioni 2005 del Consiglio dell'Ordine degli Psicologi nella Regione Friuli Venezia Giulia

Partecipa nella lista di NoiPsicologi


Vedi anche:

- Speciale elezioni ordinistiche 2005
- Elezioni ordine psicologi: date, orari e sedi
- Intervista a Robert Bergonzi partecipa nella lista "SIPAP"
- Intervista a Fulvio Frati partecipa nella lista "Progetto Psicologia"

articolo tratto da psico-pratika - Numero 20 Anno 2005

Guarda tutti gli articoli

Iscriviti alla newsletter

Articolo: 'NoiPsicologi. Intervista Paolo Zucconi'

Paolo Zucconi INTERVISTA ELEZIONI 2005: PAOLO ZUCCONI

1. Gentile Dott. Paolo Zucconi, quali pensa siano i problemi piu' rilevanti che la Psicologia come Categoria Professionale sta attraversando in questo preciso momento storico?
I problemi di maggiore rilievo derivano per gran parte dalla bassissima visibilita' della professione dello psicologo nella societa' e quindi tra i nostri potenziali clienti dove ancora ci si chiede cosa fa lo psicologo rispetto ad altre figure professionali piu' consolidate.
La nostra visibilita' e' stata fin ora molto centrata sulla medicalizzazione e molto collegata alla psicoterapia.
Si tratta quindi di fare emergere socialmente la professione di psicologo, in tutte le sue molteplici sfaccettature, non solamente in ambito sanitario (umano e animale) ma anche nei settori della salute, come mantenimento del benessere e prevenzione, della scuola, del lavoro, della sicurezza viaria, e ancora in ambito forense, sociale, aziendale e pubblicitario, militare, politico, economico e anche religioso.

2. Quali ritiene possano essere le vie piu' utili da seguire per realizzare efficienti soluzioni per i suddetti problemi?
Tramite una sistematica e mirata costruzione di reti e relazioni sociali in modo che l'Ordine degli psicologi possa favorire la nascita di una agenzia di servizi competente, di dimensioni adeguate, per penetrare ed interloquire con la societa', nelle sue articolazioni economiche, dove risiede la nostra potenziale utenza, cosi' da promuovere la professione di psicologo in tutte le sue forme, sanitarie e non.

3. Se venisse eletto come Presidente del suo Ordine territoriale di appartenenza alle elezioni ordinistiche che si terranno a breve, qual e' il dovere che sente essere piu' urgente assumersi?
Come futuro presidente dell'Ordine degli psicologi del Friuli Venezia Giulia mi proporrei innanzi tutto il compito di venire incontro alle aspettative dei colleghi friulgiuliani che da 6 anni attendono invano un cambiamento radicale della dirigenza ordinistica regionale.
In particolare rallenterei l'impegno di tipo quasi poliziesco, di controllo pervasivo dell'operato dei colleghi e di eventuali trasgressioni, anche minimali e senza danni, alle norme - troppo restrittive - sulla pubblicita' sanitaria nel Friuli Venezia Giulia.
Sembra infatti che l'attivita' prevalente, in quest'ultimo periodo della gestione ordinistica, sia stata proprio questa.
Piu' in generale sento il dovere morale di impegnarmi nella deburocratizzazione nei rapporti con gli iscritti cercando di semplificare, dove possibile, le procedure burocratiche, riducendo i tempi, in caso di richieste degli iscritti di pratiche che vanno dal nulla osta per la pubblicita' alla richiesta della tessera di riconoscimento personale, i cui tempi attuali (da me personalmente sopportati) arrivano (senza alcuna scusa esplicita) ad attese pazienti fino anche a sei mesi.
Inoltre per gli iscritti che chiedono di parlare con un consigliere ridurrei i tempi d'attesa (oggi anche di due mesi dalla richiesta) fornendo agli iscritti, qualora richiesto, anche l'accesso telefonico ai consiglieri responsabili di commissioni o di erogazione di particolari servizi (oggi il numero del telefono per motivi di servizio viene negato) e predisporrei incontri personali, periodici, a sportello, tra consiglieri (presidente incluso!) ed iscritti, senza appuntamento preventivo, anche con decentramento su tutto il territorio regionale, con presenza periodica di consiglieri non solo a Trieste, ma anche a Gorizia, Pordenone e Udine, nelle cui provincie operano la maggioranza degli psicologi della nostra regione.
Infine comincerei ad occuparmi seriamente e decisamente dei liberi professionisti che nel Friuli Venezia Giulia sono piu' del 70%, ma non sono mai stati rappresentati adeguatamente nel consiglio regionale, comunque le loro legittime richieste ed esigenza (completamente diverse da chi opera come dipendente!!) non hanno avuto mai risposte operative concrete e soddisfacenti, come, solo a titolo di esempio, cito l'opportunita' di accreditamento per operare presso strutture pubbliche e private e la stipulazione di convenzioni tra il servizio sanitario nazionale e i liberi professionisti per il pagamento delle prestazioni psicologiche (psicoterapia compresa) da parte del SSN.

4. Se assumesse cariche di grande rilevanza al Consiglio Nazionale del nostro Ordine Professionale (ad esempio Presidente o Vicepresidente), qual e' il dovere che sente essere piu' urgente assumersi?
Lavorare nella direzione della promozione e sviluppo della professione che, in tutti i suoi ambiti reali e potenziali resta alla maggior parte, purtroppo ancora poco nota.

5. Secondo Lei, qual e' la principale aspettativa che un collega giovane, da poco laureato o specializzato, dovrebbe riporre nell'Ordine degli Psicologi della sua Regione?
I giovani colleghi che recentemente ho contattato e di loro iniziativa mi hanno telefonato quotidianamente si aspettano concrete agevolazioni nella quota annuale ordinistica almeno per i primi due anni di attivita' professionale o per lo meno ricevere a fronte del pagamento di 157 euro (che secondo me andrebbero ridotti almeno per i primi due anni di attivita') servizi concreti di utilita' professionale (anche tramite e-mail) come supporto tecnico, consulenza legale, fiscale, informazioni su opportunita' formative e di lavoro (in particolare date dei concorsi comunali, provinciali, regionali e nazionali) distribuzione di leggi e normative applicative corredate da interpretazioni operative intelligibili.
Infine bisogna a mio parere insegnare ai giovani ad inserirsi ed affermarsi nel mondo professionale, particolarmente libero-profesisonale, tramite specifici addestramenti pratici alla profesione, seminari e stages presso professionisti gia' affermati sul mercato.

6. La sua Lista elettorale ha il nome di "NoiPsicologi".
Perche' nasce questa Lista, e qual e' la risorsa principale che secondo Lei essa possiede per portare effettivamente avanti un impegno cosi' importante per la nostra Categoria Professionale come quello di assumere il governo dell'Ordine della sua Regione?


La risorsa principale di Noipsciologi e' - a livello nazionale - la capacita' di fare rete.
Nasce da un raggruppamento per collegare, anche molto pragmaticamente, tutte le energie professionali disponibili verso i cambiamenti che soprattutto in ambito europeo stanno emergendo.
Si tratta di raccogliere forze che vedono questi cambiamenti, anche forti, come opportunita' di crescita e lavoro professionale, non gia' come problemi terribili ed ostacoli frenanti.
Particolarmente a lista Noipsicologi in Friuli Venezia Giulia nasce da un pressing telefonico e personale, di lamentale di tanti colleghi verso la gestione ordinistica (carenze comunicative, assenza di promozione professionale, eccessiva burocratizzazione, pressanza di controlli sull'operato dei colleghi e rigidita' delle norme pubblicitarie) che ci governa dal 1993 ad oggi.
Ci siamo incontrati e abbiamo deciso di candidarci all'interno della lista nazionale "NOIPSICOLOGI", completamente alternativa ed innovativa rispetto alle due liste elettorali che rappresentano l'Ordine degli Psicologi nella nostra Regione.
Questo rappresenta per noi gia' una forte garanzia di rottura col passato.
Ci siamo impegnati tra di noi 7 e con i nostri elettori regionali, personalmente contattati, a realizzare un programma di rinnovamento caratterizzato non da slongans o parole generiche (come spesso se ne leggono tanti), ma da obiettivi concreti, descritti con linguaggio comportamentale secondo esigenze sentite e rinnovabili attraverso l'ascolto reale degli iscritti tramite l'indizione di almeno una assemblea all'anno.
Dal 1993 ad oggi mi ricordo di una sola assemblea indetta dalla nostra dirigenza, che ora viene rappresentata da due liste elettorali.

Lista NoiPsicologi:

  • Paolo Zucconi
  • Enrico Baradello
  • Albino Comelli
  • Augusto Comuzzi
  • Franco D'Odorico
  • Rossella Dolci
  • Fernanda Zanier
Prsentazione: Paolo Zucconi
Sito web: www.noipsicologi.it

HT Psicologia - NoiPsicologi. Intervista Paolo Zucconi

HT Staff
HT Collaboratori