HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio
HT: La Psicologia per Professionisti

Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
ITFS - Istituto di Terapia Familiare di Siena
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Siena
CIPPS - Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica
Corso di Supervisione clinica per Psicologi e Psicoterapeuti - Salerno
PsicoCitta.it
Dott.ssa Caterina Biribó
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Cortona (AR) e Chianciano Terme (SI)
Dott.ssa Maria Cristina Morresi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Varese
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlě e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio
USA. Terapia Cognitivo Comportamentale e telefoni cellulari per garantire l'accesso alla Salute Mentale alle famiglie a basso reddito

L'articolo "Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio" parla di:

  • Progetto di sostegno contro la DPP come terapia aggiuntiva
  • SMS: informativi, motivazionali, cognitivo-comportamentali
  • Percezione delle madri e considerazioni dei ricercatori
Psico-Pratika:
Numero 116 Anno 2015

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 4 maggio 2015

Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio
USA. Terapia Cognitivo Comportamentale e telefoni cellulari per garantire l'accesso alla Salute Mentale alle famiglie a basso reddito

La Depressione Post Partum (DPP) ha un'incidenza che oscilla fra il 13 e il 20%.
Tale percentuale - secondo un team di ricerca della Saint Louis University (*) - rischia di essere più alta per le donne appartenenti a minoranze etniche e prive di mezzi economici.

La DPP inoltre può comportare una serie di rischi per il bambino, quali:

  • ritardo nello sviluppo cognitivo
  • sviluppo di uno stile di attaccamento insicuro
  • problemi comportamentali e di interazione sociale

Il team della Saint Louis ha quindi condotto un progetto di sostegno contro la DPP, rivolto a madri meno abbienti, prevalentemente afroamericane: un gruppo ad alto rischio che difficilmente ha accesso a percorsi completi di terapia.

Il progetto - chiamato Happy Mothers, Healthy Families o HMHF (*) - prevede un protocollo di messaggistica con testi di supporto, in aggiunta all'accesso a servizi di consulenza offerti dall'ufficio pediatrico accademico della Saint Louis di approccio Cognitivo Comportamentale.

Lo scopo: verificare la fattibilità del progetto e la percezione dei messaggi da parte delle madri come "terapia aggiuntiva" al sostegno psicologico.
La ricerca - approvata dalla Saint Louis University Institutional Review Board - è stata pubblicata online su "JMIR" Mental Health il 16 marzo scorso (*).

Le donne sono state "reclutate" in occasione delle visite pediatriche presso la clinica "Cardinal Glennon" di Saint Louis (*) in cui - secondo una prassi dell'istituto - le madri dei bambini fra i 7 giorni e i 6 mesi sono sottoposte a screening della Depressione Post Partum.

Per la diagnosi è stato utilizzato il test EPDS (*), un self-report di 10 item su come le donne si sono sentite nell'ultima settimana (il punteggio tra 13 e 21 indica una possibile diagnosi di DPP).
Per misurare la gravità della depressione è stato utilizzato il BDI-II (*), test di 21 item che ne valuta l'intensità (disturbi del sonno, dell'appetito, idee di suicidio, insoddisfazione, irritabilità, pianto, ritiro sociale, senso di colpa, di fallimento, tristezza).

Le donne anglofone e residenti a Saint Louis con punteggio superiore a 10 nella scala EPDS (*) sono state invitate a partecipare al protocollo dal team di ricerca.

Cinquantotto donne hanno aderito al programma. Il 69% (40 su 58) di età compresa fra 20 e 29 anni; il 22,4% fra 30 e 39 (13/58); l'8,6% fra 15 e 19 (5/58).
In maggioranza erano afro-americane - 82,8% (48 donne su 58) - in misura minore donne bianche (13,8% = 8/58) o di origine mista (3,4% = 2/58).

Il livello di scolarizzazione era piuttosto basso: il 25% non aveva completato o frequentato la scuola superiore (12 donne su 58).
Il 20,8% ha il diploma di scuola superiore (10/58). Il 39,6% ha frequentato il College (19/58). L'8,3% è in possesso di Diploma (4/58); solo il 6,3% di una laurea (3/58).

Il reddito è inferiore a 10.000 dollari nel 53,2% dei casi (25 donne su 58).
Fra i 10/14.999 dollari per il 10,6% (5/58); fra i 15/24.999 dollari per il 17% (8/58);
fra i 25/34.999 dollari per il 6,4% (3/58); al sopra ai 35.000 dollari per il 12,8% (6/58).

La media ottenuta con la scala EPDS era di 13,57 - indicativa di una possibile depressione.
La media ottenuta con il BDI-II di 24,24 - indicativa di una depressione moderata.

Nel periodo della ricerca - durata sei mesi - le donne hanno ricevuto 4 SMS a settimana. I messaggi - in totale di 4.790 - sono stati inviati attraverso il programma di messaggistica Televox Housecall, per un costo complessivo di 777.60 dollari americani (0,15 a SMS): meno di 720 euro.

I messaggi sono stati elaborati dal team di progetto insieme al personale terapeutico del HMHF, seguendo i principi dell'educazione post natale e della Terapia Cognitivo-Comportamentale.
Alcuni contenevano informazioni utili per le madri; altri erano di tipo motivazionale.
Altri ancora invitavano alla riflessione e al cambiamento.
Inoltre ricordavano alle madri che possedevano tutte le risorse e gli strumenti per migliorare la propria condizione e i sintomi depressivi.

  1. Messaggi di tipo informativo: "Avere una routine è rassicurante per i bambini...".
  2. Messaggi motivazionali e di supporto: "La tua felicità dipende da quello che fai;
    oggi quale piccola cosa potresti fare per creare la tua felicità?
    ".
  3. Messaggi di tipo Cognitivo Comportamentale: "Concentrarsi su quello che dovrebbe o potrebbe essere esaurisce le energie; concentrati su quello che puoi ottenere. Cosa vuoi realizzare? Qual è il primo passo?".

Il 26% dei messaggi (25 SMS su 96) conteneva recapiti telefonici utili, ad esempio per prenotare le visite mediche dei bambini, ricevere aiuto per smettere di fumare o per parlare con qualcuno del team: "Fare progetti e andare avanti può essere spaventoso; il team di HMHF è qui per aiutarti. Chiama ... per fissare un appuntamento".

Il 39% (37 SMS su 96) domandava alle madri se desideravano essere chiamate al telefono, rispondendo semplicemente sì o no: "...Desideri una nostra telefonata? SÌ/NO".

MESSAGGI DI TIPO INFORMATIVO (Esempi)
"Avere una routine è rassicurante per i bambini. Li aiuta a sapere quando arriva il momento di fare le cose, come mangiare o fare il pisolino"
"I bambini dovrebbero farsi visitare dal dottore a 2 settimane, a 1 mese, a 2, 4, 6, 9 e 12 mesi. Chiama il XXX per prendere un appuntamento"
"Il posto migliore per il tuo bambino è sul seggiolino per auto per ogni viaggio, in auto, furgone o pulmino. Vuoi che HMHF ti chiami? SÌ/NO"
"Alcuni sintomi della depressione: pianto, rabbia, ansia, alterazioni del sonno/dell'appetito, senso di colpa, impotenza. Desideri una nostra telefonata?
"Il fumo è nocivo per te, il tuo bambino e i tuoi familiari. Per chiedere aiuto, chiama Quit Now al 800..."
MESSAGGI MOTIVAZIONALI E DI SUPPORTO (Esempi)
"Il riconoscimento per ciò che facciamo per gli altri può essere desiderabile, ma non è mai assicurato. Festeggia ogni tuo risultato personale, grande e piccolo"
"La tua felicità dipende da quello che fai; oggi quale piccola cosa potresti fare per creare la tua felicità?"
"Reagisci alla sconfitta e vai avanti verso la prossima vittoria. Che tu vinca o che tu perda, HMHF è qui, vuoi che ti telefoniamo? SÌ/NO"
"Fare progetti e andare avanti può essere spaventoso; il team di HMHF è qui per aiutarti.
Chiama il XXX per fissare un appuntamento"
"Fai il primo passo, né più né meno, la prossima volta sarà rivelato (Roberts).
Noi siamo qui per aiutarti a fare il prossimo passo. Chiama il XXX"
MESSAGGI DI TIPO COGNITIVO COMPORTAMENTALE (Esempi)
"Oggi concentriamoci sul prendere decisioni sulla base dei fatti, non dei sentimenti.
Che decisioni devi prendere?"
"Ognuno di noi è responsabile dei propri sentimenti. Come ti prenderai cura dei tuoi sentimenti oggi? Per un aiuto a fare il tuo piano chiama il XXX"
"Concentrarsi su quello che dovrebbe o potrebbe essere esaurisce le energie; concentrati su quello che puoi ottenere. Cosa vuoi realizzare? Qual è il primo passo?"
"Non puoi scegliere quello che gli altri dicono o fanno; puoi scegliere come reagire.
Chiama HMHF per parlarne con il team"
"Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo permesso (E. Roosevelt).
Cosa puoi fare oggi per sentirti sicuro di te?"

Example text messages by category. Table 1 (*)

Le donne hanno risposto ai messaggi nel 7,30% dei casi (a 118 SMS su 1616).
Il 66,1% delle risposte chiedeva di ricevere la telefonata, accettando l'offerta di aiuto.

La percezione dei messaggi è stata valutata tramite scala Likert (*) e questionario qualitativo aperto. A giugno 2014, 28 donne avevano completato l'intero protocollo e i questionari; 12 non ancora, altre si erano ritirate.

Dal sondaggio sulla percezione dei messaggi (*) è emerso che il protocollo è stato apprezzato in particolare per:

  • la facilità di fruizione (ricezione e lettura): 89%
  • l'influenza positiva sulla motivazione al cambiamento: 89%
  • la possibilità di essere richiamati dal team HMHF: 89%
  • la rilevanza dei testi a livello personale: 82%
  • il cambiamento positivo nei sintomi depressivi: 82%
  • la soddisfazione generale per i messaggi ricevuti: 79%
  • la condivisione dei messaggi con altre persone: 75%

Nel sondaggio sulla qualità dell'esperienza (*) è emerso che i messaggi sono stati incoraggianti e di conforto; stimoli per riflettere e avere pensieri positivi.
Fra le cose maggiormente apprezzate anche il fatto di sapere che qualcuno era lì pronto ad aiutare e a "tirarti su".

In merito alla utilità dei messaggi le madri hanno confermato che costituivano una «iniezione di fiducia», molto motivante per fare del proprio meglio per sé e per il bambino, ritrovare forza e speranza.
La maggior parte non avrebbe cambiato nulla nel programma (*).

La sperimentazione ha quindi mostrato la fattibilità dell'iniziativa e l'efficacia dei messaggi come terapia aggiuntiva alla consulenza psicologica, anche nella riduzione dei sintomi depressivi, fornendo così l'esempio per un nuovo modello di trattamento per le cure primarie post natali «relativamente a basso costo» (*).

La tecnologia mobile - secondo il team della Saint Louis - potrebbe quindi incrementare gli accessi al servizio di Salute Mentale e fornire un supporto privato alle madri superando le "barriere tradizionali": «povertà, stigma, trasporto, accesso alle cure».

I ricercatori hanno inoltre notato che «La comunicazione giornaliera tramite SMS ha il potenziale di rafforzare il legame terapeutico tra le sessioni di consulenza» (*).

Il protocollo di messaggistica è quindi un modo economico ed efficace per offrire un sostegno aggiuntivo alle madri, che offre l'opportunità di esercitare una positiva influenza «sullo sviluppo infantile, comportamentale e sugli esiti di attaccamento che sono correlati al DPP» (*).

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Depressione Post Partum. Protocollo SMS per madri a rischio

HT Staff
HT Collaboratori