HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?
HT: La Psicologia per Professionisti

Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
IMePS - Istituto di Medicina e Psicologia Sistemica
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Napoli
Auximon - Istituto di Formazione in Analisi Transazionale
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Roma e Fermo
PsicoCitta.it
Dott.ssa Milena Foglia
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Macerata
Dott.ssa Danila Lorenzini
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Chianciano Terme (SI) e Sinalunga (SI)
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?

L'articolo "Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?", parla di:

  • Legge n. 248/2006 (cosiddetta "Bersani-Visco")
  • Pubblicità e Codice Deontologico
  • Ordine degli Psicologi: consiglio nazionale e regionale
Psico-Pratika:
Numero 94 Anno 2013

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter

A domanda HT Risponde: 'Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?'

A cura di: Redazione
Lo Psicologo per farsi pubblicità deve richiedere autorizzazione all'Ordine?
E per l'affissione delle targhe va richiesta autorizzazione?

- Domanda pervenuta in redazione il 28 febbraio 2013 alle 12:38 -
Con l'entrata in vigore della Legge n. 248/2006 (cosiddetta "Bersani-Visco") la "pubblicità informativa professionale" è stata liberalizzata purché il messaggio pubblicitario rispetti i criteri di trasparenza e veridicità.

Nel caso degli Psicologi il testo pubblicitario deve inoltre essere conforme a quanto indicato agli artt. 8, 39 e 40 del Codice Deontologico.

Con tale legge viene quindi a decadere l'obbligo per il professionista di richiedere il nulla osta per la pubblicità al proprio Ordine Regionale.

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine, in ottemperanza alla legge su citata, in data 25/05/2007 ha approvato una linea guida in tema di pubblicità professionale (Atto di indirizzo in tema di pubblicità) nel quale vengono riportate indicazioni in merito a specifiche caratteristiche del messaggio pubblicitario - a cui gli Psicologi e i Dottori in Scienze e Tecniche Psicologiche devono attenersi - riferite a:
  • forma (targhe, elenchi telefonici, elenchi generali di categoria, giornali, quotidiani e periodici di informazione, Web);
  • contenuti (generalità del professionista, titoli di studio e professionali, settori di competenza, aree e attività professionali, setting e indirizzo teorico);
  • modalità di diffusione (regionale, extra-regionale, cartacea, web).
Nello stesso atto viene inoltre indicato il ruolo dell'Ordine Regionale in merito alla verifica del rispetto dei criteri di trasparenza, veridicità e conformità della pubblicità informativa effettuata dai propri iscritti (sezione A e B).

In sintesi l'iscritto può farsi pubblicità senza richiedere preventiva autorizzazione all'Ordine.
Nell'atto di indirizzo viene però riportato che "l'informazione pubblicitaria è consentita ai professionisti previa dichiarazione autocertificata, indirizzata al Consiglio Territoriale dell'Ordine di appartenenza. Tale autocertificazione deve contenere la dichiarazione di conformità del messaggio pubblicitario, alle norme deontologiche ed all'atto di indirizzo in tema di pubblicità. L'autocertificazione deve essere corredata da una descrizione dettagliata del tipo, delle caratteristiche e dei contenuti dell'annuncio incluso nell'inserzione nonché del contesto nel quale verrà diffusa" (comma 3, articolo 3).

L'Ordine gestisce tali dichiarazioni in accordo con la regola del "silenzio assenso", ossia se entro 90 giorni dalla ricezione dell'autocertificazione l'Ordine non contatta il proprio iscritto significa che il messaggio pubblicitario è corretto e conforme.

Tutti gli Ordini Regionali si sono allineati a tale atto di indirizzo, ciascuno però con modalità proprie.
Ad esempio, alcuni lasciano ampio margine di autonomia ai propri iscritti, "responsabilizzandoli" sia verso i cittadini sia verso la categoria professionale, per cui non sono tenuti ad inviare preventiva dichiarazione autocertificata. Gli iscritti devono però attenersi al regolamento pubblicità scaricabile dal sito istituzionale e sono invitati a contattare l'Ordine, per un confronto preventivo, qualora sussistano dubbi sulla correttezza del proprio messaggio pubblicitario (es. Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, etc..).

Altri invece invitano i propri iscritti a trasmettere al Consiglio dell'Ordine in via preventiva (prima della sua divulgazione) domanda di pubblicità con il testo integrale della stessa in accordo con le modalità riportate sul sito dell'Ordine (ad esempio Veneto, Liguria).

In quanto alla affissione di targhe occorre prima informarsi presso l'autorità amministrativa competente del comune in cui si esercita la professione. Laddove questa sia subordinata al rilascio di apposita autorizzazione da parte del Sindaco, occorre rivolgersi al proprio Ordine di appartenenza il quale, previo nulla osta, dovrà trasmettere la domanda al Sindaco competente, entro trenta giorni dal ricevimento della domanda. (comma 2, articolo 3 - Atto di indirizzo in tema di pubblicità).

Note
  • Le informazioni presenti in questo articolo sono da prendersi come indicative, sarà cura di ognuno verificarle e assumersi ogni responsabilità in merito ai propri comportamenti.
  • Le delibere degli ordini, la normativa di riferimento ed ogni procedura può essere modificata dagli enti responsabili (Ordini degli Psicologi; Stato italiano; ecc.) in qualsiasi momento.

Riferimenti normativi
  • Legge 4 agosto 2006, n. 248;
  • Codice Deontologico degli Psicologi, art. 8, 39, 40;
  • Legge 56/1989.
Linee Guida CNOP
Commenti: 4
1 livia alle ore 08:42 del 07/03/2013

Salve! Complimenti per il sito! Vorrei sapere se si possono riscattare gli anni di laurea in psicologia e/o di specializzazione in psicoterapia e come fare, a chi rivolgersi.

Grazie mille

 

Livia

2 Redazione Centro HT alle ore 10:17 del 07/03/2013

Gentile Livia,

può trovare informazini in merito al riscatto laurea, sempre su humantrainer.com.

Consulti l'AdR "Gli anni di studio universitari sono conteggiabili a fini pensionistici?".

Redazione HT

3 elisa alle ore 10:21 del 07/03/2013

si può fare anche se costoso..ma devi chiedere all'enpap loro faranno i calcoli.

4 Paola alle ore 16:19 del 30/07/2014

Salve, ottimo articolo, ma volevo chiederle un ulteriore chiarimento circa la pubblicità in forma cartacea inserita nel contesto degli studi medici, dove eventualmente concedono il proprio studio per consulenza. Nella regione Campania è necessario ugualmente effettuare l'autoecertificazione e inviarla all'ordine anche per questo tipo di pubblicità? 

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Pubblicità e targa: lo Psicologo deve richiedere autorizzazione all'Ordine?

HT Staff
HT Collaboratori