HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?
HT: La Psicologia per Professionisti

Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
Istituto Galton - Ricerca e Formazione
Master in Psicologia scolastica - Online, Milano e Roma
IFRA - Istituto per la Formazione e la Ricerca Applicata
Corso Specialistico sulla Coordinazione dei Gruppi e l'Analisi Istituzionale - Bologna
PsicoCitta.it
Dott.ssa Teresa Iacono
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Roma e Latina
Dott. Cristiano Calliari
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Romeno (TN) e Malè (TN)
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?

L'articolo "Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?", parla di:

  • Master universitari e master privati
  • Le differenze tra i master
  • Spendibilità della formazione nel mondo del lavoro
Psico-Pratika:
Numero 86 Anno 2012

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter

A domanda HT Risponde: 'Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?'

A cura di: Redazione
Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?
- Domanda pervenuta in redazione il 22 settembre 2012 alle 09:53 -
In sostanza la differenza consiste nel titolo di studio che occorre aver conseguito per poter accedere ai Master, rispettivamente:
  • Laurea di I Livello per accedere al Master di I Livello;
  • Laurea di II Livello per accedere al Master di II Livello.
Per cui chi ha conseguito Laurea Triennale può iscriversi ai Master di I livello ma non a quelli di II; mentre chi ha conseguito Laurea Specialistica o Laurea Magistrale o Diploma di Laurea ciclo unico vecchio ordinamento può iscriversi tanto ai Master di I livello quanto a quelli di II livello.

Alcune Specifiche
  • Master Universitari
    I Master (di I e II livello) organizzati dalle Università Italiane oltre a essere «corsi di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente» (articolo 3 del decreto MURST 509/1999 e decreto MIUR 270/2004, le cui modalità di attivazione sono regolamentate dall'articolo 1, comma 15, della Legge 14/01/1999 n.4) rappresentano Titoli di studio accademici post-laurea.
    Il titolo si acquisisce al termine del percorso formativo (minimo un anno massimo due) e avendo maturato almeno 60 Crediti Formativi Universitari (CFU) per anno di corso (a seconda della durata del Master), in base a quelle che sono le disposizioni di ciascun Master. Ad esempio, alcuni Master prevedono uno stage a cui segue esame finale al superamento del quale saranno rilasciati i CFU e il titolo di Master corrispondente (esempio Master di I livello in...; Master di II livello in...).
    Il titolo accademico di Master può essere rilasciato solo dalle Università.
  • Master non Universitari
    Con questi si intendono corsi di formazione organizzati da Istituti Pubblici o Privati al termine dei quali viene rilasciato Attestato di Frequenza/Partecipazione, ma non può essere rilasciato titolo accademico.
    Poiché non disciplinati dai decreti sopra citati (che regolamentano solo il settore universitario e della ricerca scientifica) questi Master non sono obbligati a differenziarsi in livelli. Per cui, ferme restando le specifiche didattiche e di ammissione ai corsi adottate da ciascun Ente, in generale per accedere ai Master di questo tipo non è richiesto l'aver già acquisito un titolo di studio, in alcuni casi la laurea può essere titolo preferenziale ma non obbligatorio.

Conclusioni
La differenza sostanziale tra Master Universitari e Non Universitari non risiede nella qualità della formazione, che può essere elevata o meno in entrambi i casi, ma solo nel rilascio del titolo accademico di Master che può essere rilasciato solo al termine dei Master Universitari (articolo 7, comma 4 decreto MIUR 270/2004).

A livello di spendibilità della formazione nel mondo del lavoro, in linea teorica non dovrebbero esserci differenze tra un master universitario o privato, si registra comunque che gli enti pubblici tendono a privilegiare una formazione universitaria e gli enti privati tendono a dar maggior peso ad una formazione privata.
Commenti: 10
1 Laura alle ore 16:49 del 04/10/2012

"A livello di spendibilità della formazione nel mondo del lavoro, in linea teorica non dovrebbero esserci differenze tra un master universitario o privato"

Mentre tra master universitari di I e II livello, che differenze ci sono (soprattutto con riferimento alla spendibilità della formazione)?

Grazie!

2 giorgia alle ore 19:06 del 10/02/2016

Ma se per errore si dovesse dichiarare in autocertificazione un master di I livello (mentre si trattava di II livello) si dichiarerebbe il falso?

3 Redazione Centro HT alle ore 11:10 del 18/02/2016

Gentile Giorgia,

abbiamo ipotizzato che si tratti di documenti consegnati per un concorso pubblico.

In questi casi il regolamento prevede la denuncia, in ogni caso dipende dalla commissione, in quanto potrebbe sia non accorgersene (solitamente le verifiche vengono fatte a campione o solo su chi vince il concorso), sia rendersi conto che si tratta di un semplice errore.

Le probabilità di denuncia aumentano quanto più l'errore fa acquisire punti al candidato.
Nello specifico essendo un master (ovvero un corso senza riconoscimento ministeriale, se non universitario) ed essendo di un livello inferiore rispetto al reale, le probabilità di denuncia appaiono basse.

Riassumendo: si tratta di un falso e si rischia una denuncia.
Nello specifico crediamo/speriamo che la probabilità negativa sia veramente molto bassa perché nel suo caso ha dichiarato un livello inferiore rispetto a quello reale.

 

Redazione Centro HT

4 giorgia alle ore 10:08 del 19/02/2016

Grazie, siete stati molto chiari. Io ho scritto a nome di un amico che, mi ricorda, potrebbe aver erroneamente dichiarato un master di II livello (peraltro costato in termini economici molto di più rispetto ad uno di I) come uno di I non per partecipare ad un concorso pubblico ma per una selezione di personale per un'azienda privata. Grazie tante per la risposta, gli girerò la vostra risposta.

5 nunzio alle ore 17:19 del 03/03/2016

salve vorrei porre una domanda ma un master di II livello di due anni ha valore come una specialistica di 2 anni? anche se hanno gli stessi crediti non sono sovrapponibili? perchè in medicina molti fanno dei master di II livello e possono fare la professione specilistica insegnata nel master es chirurgia plastica invece di fare la specialistica.

6 Paola alle ore 10:37 del 18/05/2016

Salve, sono venuta a conoscenza di un concorso per il quale , oltre la laurea magistrale, è necessario possedere un titolo di alta formazione quale scuola di specializzazione; dottorato o master di II livello "biennale". Ora , io posseggo ovviamente il titolo di laurea richiesto e un master di II livello ma annuale, di 60 CFU per una durata complessiva di 1500 ore. La mia domanda è la seguente: posso dichiarare , al momento della consegna dei titoli , di essere in possesso dei requisiti richiesti malgrado la questione della biennalità????

Grazie

Paola

7 Giovanna alle ore 12:38 del 05/09/2016

Ciao, vorrei sapere se dopo aver conseguito un master si II livello con tirocinio posso considerarmi comunque neolaureato.

Grazie in anticipo

8 FRANCESCA alle ore 11:12 del 16/11/2017

Buongiorno, vorrei sapere se ai fini del concorso per l'insegnamento il master di I livello dà gli stessi punti di punti del master di II livello? grazie 

9 Giannino alle ore 15:37 del 01/06/2018

Vorrei sapere se ai fini dell'inserimento in terza fascia docenti il punteggio del master 1° livello è uguale al master 2°livello?Grazie anticipatamente

10 angelo alle ore 00:23 del 20/09/2018

Un master conseguito presso al Scuola Superiore Sant'anna della durata di 1 anno al quale ho avuto accesso mediante Vecchia Laurea in Econia e Commercio nel 2001 oggi che tipo di Master sarebbe? di I° o di II° Livello?, 

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Che differenza c'è tra Master di I e II Livello?

HT Staff
HT Collaboratori