HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?
HT: La Psicologia per Professionisti

Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
IPUE - Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale 'Luigi De Marchi'
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Reggio Calabria e Roma
AREA G - Scuola di Psicoterapia ad Orientamento Psicoanalitico per Adolescenti e Adulti
Master in intervento breve con adolescenti e giovani adulti - Torino
PsicoCitta.it
Dott.ssa Ilaria Baroncelli
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: San Pietro in Casale (BO)
Dott. Simone Pesci
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Firenze
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.

Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?

L'articolo "Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?", parla di:

  • In quale ordine iscriversi?
  • Se faccio pubblicità fuori regione?
  • Se esercito fuori regione?
Psico-Pratika:
Numero 78 Anno 2012

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter

A domanda HT Risponde: 'Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?'

A cura di: Redazione
Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?
- Domanda pervenuta in redazione il 19 aprile 2012 alle 11:24 -
Il professionista è tenuto ad iscriversi all'albo della regione all'interno della quale esercita la professione e in cui ha quindi eletto il proprio domicilio fiscale professionale.

Nonostante questo lo Psicologo regolarmente iscritto all'ordine è ugualmente autorizzato all'esercizio della professione in altre regioni o stati comunitari, in base ad un direttiva CEE del 1997 (che disciplina gli obblighi e gli adempimenti derivanti dall'appartenenza alla comunità europea) a cui lo Stato italiano si è adeguato con la legge LEGGE 21 dicembre 1999, n.526


Cioè nonostante vi sia una sostanziale libertà di esercitare all'interno dell'intero territorio italiano, l'Ordine Nazionale, attraverso una sua direttiva, ha richiesto l'allineamento "regione in cui si esercita" => "regione in cui si è iscritti", principalmente per semplificare e snellire le procedure.
Se ben interpretiamo leggi e normative, non si tratta di un obbligo vero e proprio.

Ad esempio:
  • Se io esercito a Udine ma sono iscritto in un'altra regione, nel caso di problematiche disciplinari, entrambi gli ordini per intervenire hanno un livello di difficoltà superiore, con una evidente dilatazione delle tempistiche
  • Se io esercito in due o più regioni differenti, o in una regione diversa rispetto a quella in cui sono iscritto, nel caso di autorizzazioni e/o verifiche (es. sulla pubblicità) si potrebbe incorrere in sovrapposizioni di competenze che allungano i tempi rendendo difficili gli adempimenti e le corrette interpretazioni delle normative


Riassumendo:
  • Uno Psicologo può esercitare in tutta Italia a prescindere dalla regione in cui è iscritto
  • In caso di una nuova iscrizione all'Ordine il collega dovrà iscriversi nell'albo della regione in cui ha la residenza
  • L'Ordine degli Psicologi regionale è competente a verificare la correttezza delle pubblicità diffuse sul proprio territorio regionale, a prescindere dall'Ordine di appartenenza del professionista
  • L'Ordine degli Psicologi regionale è competente a verificare la correttezza di tutte le pubblicità di rilevanza pluriregionale o nazionale (diffuse, ad esempio, tramite pagine web, quotidiani, tv, radio, ecc.), se realizzate da iscritti a quell'Ordine
  • Nel caso si frequenti una scuola di specializzazione fuori regione e si svolga il tirocinio, sempre fuori regione, sarebbe bene che ci si iscrivesse nella regione in cui si svolge il tirocinio
  • Se ci si trasferisce in un'altra regione e vi si iniziasse a lavorare stabilmente (o prevalentemente) è bene che si faccia richiesta di trasferimento
  • In tutti i casi è consigliabile contattare l'Ordine regionale e/o quello Nazionale per ricevere indicazioni (che possono variare da regione a regione).
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Se sono iscritta in Calabria posso esercitare anche in altre regioni?

HT Staff
HT Collaboratori