HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Sindrome familiare del punk?
HT: La Psicologia per Professionisti

Sindrome familiare del punk?

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
PerFormat
Master in Psicologia giuridica - Catania
SIPP - Società Italiana di Psicologia e Pedagogia
Corso di perfezionamento: 'Difficoltà e Disturbi Specifici di Apprendimento (DSAp)' - Pisa
PsicoCitta.it
Dott.ssa Olga Solmi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Ferrara
Dott.ssa Barbara De Marchi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Torino
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Sindrome familiare del punk?

Libero pensiero: Sindrome familiare del punk?

Scritto da: Mauro alle ore 11:50 del 01/06/2012

Ho rilevato un fenomeno che non mi aspettavo e volevo capire se è successo anche ad altri.
Risatona

Mi volevo confrontare con chi ha più esperienza di me su una "coincidenza" che mi è capitata con 2 pazienti.
Negli ultimi 2 anni ho avuto in studio due ragazzi punk (18 anni il primo, 21 il secondo) ed entrambi avevano un conflitto con la famiglia di origine, conflitto talmente marcato che i rapporti con le famiglie erano praticamente interrotti.
Non è stata la classica situazione in cui un figlio adolescente è in conflitto con i genitori,anche perché in quel caso il figlio, a modo suo, cerca un rapporto o uno scontro con loro.
Questi due ragazzi, invece, vivevano la famiglia come "estranea", cercando di fuggire il più possibile i rapporti.
Era presente rabbia, frustrazione, il sentimento di non essere capiti... ma, e questo mi ha stupito, mancava ogni stimolo/volontà a costruire-ricostruire un rapporto.

Non voglio mettere troppe informazioni su di loro, non credo sia corretto, quello che mi sento di aggiungere è che in entrambi i casi non erano figli unici, avevano un padre duro ma assente ed una madre che cercava (senza però riuscirvi) di mediare tra figli e marito, con un atteggiamento a volte ambiguo (nel senso che cercava di dare ragione una volta ad uno ed una volta all'altro, senza una vera "linea genitoriale").

Vi sono mai capitate situazioni simili?
E' un caso oppure esiste una sorta di "sindrome familiare del punk"?

Commenti: 7
1 Enrica alle ore 19:47 del 06/06/2012

Sai, penso che non si possa racchiudere tutto in un modo di vestire. I ragazzi difficili non hanno per forza bisogno di esternare il disagio con creste e spille da balia, come non è detto che ragazzi che si vestano così abbiano un rapporto interrotto o fallimentare con la famiglia. Più che sindrome familiare del punk, è disagio adolescenziale. L'abito c'entra poco e nulla e quelle che citi penso siano solo delle coioncidenze che cerchi di raggruppare per cercarv i delle costanti.

2 enrica alle ore 19:48 del 06/06/2012

scusa, per trovarvi delle costanti

3 elisa alle ore 22:45 del 06/06/2012

concordo pienamente con quanto scritto da Erica e sottolineo anche che forse sarebbe importante riuscire a cogliere ciò che li differenzia nella loro storia di vita e nelle loro risorse per riuscire in seguito a lavoraci. Ho incontrato altri adolescenti che pur non vesteno i panni dei punk avevano le stesse caratteristiche dei tuoi pazienti ma avevano altri modi per non amare la loro famiglia e cio che per loro rappresentava.

4 dott.ssa Claudia Crispolti alle ore 10:43 del 09/06/2012

come si fa a capire quale sia la causa e quale la conseguenza? 

;)

5 elisa alle ore 20:03 del 09/06/2012

A volte penso che possa essere piuttosto lineare comprendere la causa degli eventi nella storia dei pazienti...il problema è che poi diventano la causa e la conseguenza insieme divenendo tutto piu complesso...nella storia di vita del sistema familiare. Comprendere ciò a volte non è molto semplice ma credo che non sia la necessita primaria se lavoriamo nell'ottica dello sviluppo della persona che abbiamo davanti e del suo futuro.

6 paola alle ore 16:15 del 11/06/2012

Quella di Mauro mi sembra una interessante domanda che non è legata al modo di vestire...ecc..ma alla scelta di modalità trasgressive che potrebbero...caratterizzare uno stile comunicativo famigliare. Nella mia esperienza non ho mai avuto adolescenti punk o aderenti a gruppi specifici..purtroppo più anoressiche o aggressivi.., però vorrò considerare anche con altri colleghi e colleghe questo aspetto che potrebbe essere una ipotesi di indagine...ciao

Paola

7 Lawrewnce alle ore 21:25 del 13/06/2012

Scusa perchè la definisci situazione del "punk"'?

LO sai meglio di me che il conflitto più è forte, intenso, alienante, più riduce i menbri a desiderare di staccarsi COMPLETAMENTE, ECCO IL RISULTATO DEI Non amati , e di coloro che si sono sentiti oppressi.

Droga, punk, o simili  sono solo i risultati di una causa esacerbante. Comunque le strategie per diluire in loro questo conflitto, credo che tu le conosca e che le abbia da  "Somministrar" lro come una medicina.

Non capisco perchè enrica afferma che sia un modo di rappresentarsi dell'adolescente. Ok, va bene, ma questa adolescenza dura anche fino a 30 anni, i ragazzi puk, ?

Lorens

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



Questo libero pensiero è presente nelle seguenti categorie:
- Caso clinico, che fare?
- Psicologia e società

Inserisci un tuo libero pensiero

HT Psicologia - Sindrome familiare del punk?

HT Staff
HT Collaboratori