HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Psicologa vuole notizie dai familiari all'insaputa della sua paziente
HT: La Psicologia per Professionisti

Psicologa vuole notizie dai familiari all'insaputa della sua paziente

Gratis Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
IMePS - Istituto di Medicina e Psicologia Sistemica
Corso di perfezionamento: 'Comunicazione con il paziente oncologico' - Napoli
Ea Formazione
Corso di Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI) - Bari
PsicoCitta.it
Dott.ssa Sabrina Zanellato
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Lugo (RA)
Dott.ssa Valentina De Marchi
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Novara
Ultimi siti realizzati
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).
- Psicologo-Strizzacervelli.it
Presenta i servizi di psicoterapia, test psicologici e sessuologia. Riceve a Treviso, Vicenza e Padova.
- Psicologo-Prato.it
Presenta i servizi di consulenza psicologica, psicoterapia, neuropsicologia, sessuologia e giuridica. Riceve a Prato.

Psicologa vuole notizie dai familiari all'insaputa della sua paziente

Libero pensiero: Psicologa vuole notizie dai familiari all'insaputa della sua paziente

Scritto da: Maria Rosaria alle ore 18:57 del 24/07/2016

Salve,

vi scrivo perché ho un dubbio in merito al comportamento di una psicologa a cui una persona a me cara di famiglia si è rivolta. Lei è giovane, dopo essersi lasciata col fidanzato al culmine di un anno di problemi familiari, ha deciso di rivolgersi ad una psicologia, se non altro per scaricarsi e per parlare con una persona esterna alla famiglia.
Anzitutto, nelle due sedute che ha fatto a distanza di giorni, dopo le sedute la vediamo cupa, triste, mentre prima magari ti rideva anche, prima di andare alle sedute, ma ciò che più mi preoccupa è il comportamento di questa psicologa, che all'insaputa della sua paziente, dal primo momento ha chiesto il numero di noi familiari stretti ed ogni giorno dobbiamo farle il resoconto, dirle tutto ciò che la sua paziente fa, parlarle di questa storia ormai finita. La mia cugina non sa nulla di tutto questo, io nella vita mi occupo di altro ed ho un codice deontologico ma non so se in questo caso il comportamento adottato è idoneo o meno, per cui non so se il comportamento della dottoressa sia corretto o meno, ma sa a me sembra scorretto.
Mi riesce a "sciogliere questo dubbio"?

Spero in una sua risposta.

Buon lavoro.

Commenti: 4
1 BARBARA alle ore 20:51 del 08/08/2016

Salve Maria Rosaria,

sono d'accordo con lei nel ritenere questo comportamento poco corretto. Le consiglierei per il momento di chiedere alla psicologa maggiori delucidazioni sul motivo di questi resoconti che vi chiede quando le telefona, dicendole chiaramente quello che ha scritto nella mail.

Ci ricontatti poi per sapere cosa le ha risposto. Intanto continui a stare vicini alla sua parente, chiedendole, se può, come si trova con questa Dottoressa e se le pare che la stia aiutando in qualche modo.

Buona fortuna!

Barbara

2 antonella alle ore 13:18 del 15/08/2016

Salve, sono una psicoterapeuta ed esercito la professione da tempo ormai e mi ha subito molto colpito quello che ha scritto anche perché le confermo che il comportamento dalla suddetta "collega" È alquanto poco corretto soprattutto perché, stando a quello che riporta lei, il tutto si svolge all insaputa della paziente (la sua parente). Pertanto fossi in lei chiederei anch io spiegazione alla dottoressa e parlerei dei dubbi che le sono venuti circa il suo comportamento.. Auguri e grazie per avetci segnalato una storia come questa poiché da l occasione di farci riflettere sull'operato di alcuni colleghi che forse non sempre operano nell interesse del paziente.Ci faccia sapere!

3 Maria Rosaria alle ore 18:08 del 15/08/2016

Vi ringrazio per le risposte, in realtà abbiamo raccontato tutto a questa mia parente che di sua spontanea volontà ha deciso di interrompere le sedute presso questa psicologa. Anzitutto perché tendeva a battere sempre su un tasto, la sua delusione d'amore e poi perché la faceva sentire peggio e non meglio. In realtà abbiamo anche scoperto che la dottoressa è solo psicologa, ma non psicoterapeuta seppur lei fa sedute di psicoterapia. Insomma, siamo finiti ahimè in mani sbagliate.

4 Enzo alle ore 22:10 del 07/09/2016

Gentile Maria Rosaria, il comportamento della Terapeuta e' sotto il profilo etico e deontologico molto discutibile e senz'altro censurabile. Una corretta relazione terapeutica non prevede triangolazioni di questo tipo, tranne non si tratti di una consapevole terapia di coppia o familiare. Credo lei debba parlare con la sua amica (se di maggiore età) in modo che sia lei stessa a chiedere chiarimenti alla Psicologa e se del caso abbandonare la Terapia. Un saluto cordiale. Enzo

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



Questo libero pensiero è presente nelle seguenti categorie:
- Codice deontologico degli Psicologi
- Rapporto Psicologo-Paziente

Inserisci un tuo libero pensiero

HT Psicologia - Psicologa vuole notizie dai familiari all'insaputa della sua paziente

HT Staff
HT Collaboratori