HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Psicologo, chiusura p.iva
HT: La Psicologia per Professionisti

Psicologo, chiusura p.iva

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
AION - Scuola di Psicoterapia Analitica
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Bologna
Centro Studi Eteropoiesi - Istituto di Psicoterapia Sistemica
Corso: 'Appartenenze e culture' - Torino
PsicoCitta.it
Dott.ssa Donatella Guerriero
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Padova
Dott. Salvatore Puddu
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Cagliari
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Psicologo, chiusura p.iva

Libero pensiero: Psicologo, chiusura p.iva

Scritto da: Mario alle ore 14:04 del 23/01/2015

Ciao a tutti, una domanda sulla chiusura della partita iva:

- se chiuedo la p.iva la potrei riaprire in futuro qualora dovessi averne bisogno?

- se chiudo la p.iva devo ovviamente sospendere anche il pagamento dell'ENPAP? Questo cosa comporta? Quello che ho pagato va in fumo?

Commenti: 8
1 Laura Ferro Genova alle ore 12:36 del 04/02/2015

io ho chiuso P.Iva il 30 giugno 2014 e la posso riaprire quando voglio ma ora non conviene, basta comunque farsi dare il codice dell'attività al momento della chiusura della P.Iva aall'Ufficio per le Entrate.Laura

2 nicoletta alle ore 12:37 del 04/02/2015

ciao Mario,

ti confermo quanto segue per esperienza diretta, in quanto visti i tempi e la grande penuria di attività mi son vista costretta a chiudere la p.iva e per tale ragione ho chiesto più volte informazioni in merito all'agenzia dell'entrate e alla nostra cassa ...

chiudendo la p.iva non ci sono costi e tanto meno se tu un domani la volessi riaprire, avrai probabilmente un nuovo numero di assegnazione ma la tua situazione fiscale confluirà in un unico cassetto reddituale così gli anni di attività non vanno persi..

contestualmente è chiaro puoi anche chiedere alla cassa ENPAP la cessazione della tua iscrizione secondo il modulo scaricabile dal sito ENPAP secondo l'art. 1 comma 5 per assenza di reddito...ci sono tutte le spiegazioni sul sito ma la sintesi è che devi farne domanda entro l'anno di riferimento in cui non guadagni...esempio se prevedi di non incassare niente come psicologo nel 2015 devi far domanda con tale modulo entro il 31 dicembre 2015 ...nel caso poi riprendessi l'attività basta una comunicazione agli uffici ENPAP e puoi riattivare la tua posizione senza costi e reiscriverti

non perderai gli anni accumulati rimangono lì finché non riprenderai l'attività o fino al giorno in cui potrai chiedere la pensione o fare eventuali ricongiunzioni o ritotalizzazioni...

spero di esserti stata utile

buon tutto

nicoletta

3 Laura alle ore 13:04 del 04/02/2015

già richiesta la ricongiunzione dei contributi e l'ho ottenuta gratis, ora è a pagamento.L'unica gratis è la totalizzazione, che non so cosa sia, anzi, se ne sai qualcosa..

per EnpaP HO GIà FATTO RICHIESTA DI CANCELLAZIONE VIA r/A e confermata a decorrere da quest'anno ma pago lo stesso, ahimè, i contributi per quest'anno per aver lavorato solo 3 mesi l'anno scorso.mi chiedo cosa succederà se gli psicologi penitenziari vinceranno la loro causa contro il Min.Grazie e Giustizia con la contestuale richiesta di danni, siam in attesa DI SAPERE L'ESITO

4 nicoletta alle ore 13:48 del 04/02/2015

sulla causa non ne so molto...ma voglio pensare che ogni risarcimento non possa essere toccato e non possa depenalizzare i professionisti che ne hanno diritto...

sulla ricongiunzione e ritotalizzazione ti posso dire ciò che mi han riferito mentre chiedevo informazioni sulla povera pensione che forse avremo ....un dì lontano....

la cassa mi ha detto entrambe le  manovre si possono fare al momento del pensionamento...entrambe sono gratuite per l'ENPAP mentre se fai la ricongiunzione con l'INPS ad esempio è a pagamento...la ritotalizzazione invece se non sbaglio è gratuita comunque..la ricongiunzione è uno spostamento di montante che va a formare la tua pensione...ma non cosidera tutti i periodi anche brevi di attività fatte......la ritotalizzazione conviene se non vuoi perdere periodi frazionari di lavoro...ti considera cioì ogni piccolo periodo di attivitò fatta...

perdona la mia spiegazione assolutamente poco tecnica...sono solo le cose e le informazioni che imparo e raccolgo per capire almeno quanto mi fregheranno.....

per dettagli maggiori vai sul sito ENPAP e nella sezione previdenza ci sono dei documenti scaricabili sulla ricongiunzione e ritotalizzazione...ti spiegheranno meglio

buon lavoro ragazzi

nicoletta

5 Laura Ferro Genova alle ore 15:24 del 04/02/2015

Grazie ora sono meno contenta perchè non mi hanno calcolato i brevi periodi di lavoro, cmq quello delle pensioni del futuro è un pbl spinoso...io dovrei prendere poco più di 200 euro dopo i  65 anni

grazie per le info..!!

6 nicoletta alle ore 17:34 del 04/02/2015

...infatti...pensa te che gran soddisfazione...noi "grandi e facoltosi liberi professionisti di questa generazione"...obbligati ad accedere ad una cassa che ci restituirà una miseria.....riusciremo a campare con meno di 300€ al mese???...chi ha una risposta...?

ai posteri......

figurati per le info...grazie a voi per la condivisione

7 lucia alle ore 14:14 del 07/03/2018

salve, ho aperto la p.iva un anno fa in previsione di un progetto che non ha mai avuto seguito...di fatto passato un anno non ho mai avuto modo di fatturare niente e quindi guadagno nullo nell'anno 2017. non avendo mai fatturato non mi sono nemmeno mai iscritta all'enpap.

ora se volessi chiudere la p.iva..e riaprirla più avanti quando magari avro trovato qualcosa di piu certo e stabile..cosa comporterebbe?

8 Sara alle ore 01:06 del 19/07/2018

Salve, il mio quesito è molto simile al precedente rispetto a chiusura partita Iva e posizione previdenziale. Per non incorrere in inceppi all'italiana.. l'agenzia delle entrate si occupa di comunicare all'enpap della cessazione attività o non fa alcun monitoraggio e spetta allo psicologo comunicarlo? So che invece lo fa in automatico con Inps e INAIL. 

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



Questo libero pensiero è presente nelle seguenti categorie:
- ENPAP Cassa Previdenza Psicologi
- Psicologo: problemi fiscali

Inserisci un tuo libero pensiero

HT Psicologia - Psicologo, chiusura p.iva

Centro HT
HT Collaboratori