HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica
HT: La Psicologia per Professionisti

Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
Consorzio Universitario Humanitas
Master Universitario di II livello in Psicodiagnostica e valutazione psicologica - Roma e Online
CMP: Centro Medicina Psicosomatica - Gruppo Prometeo
Laboratorio esperienziale e di condivisione: 'IpnoMindfulness' - Milano
Logos - Consulenza e formazione sistemico-relazionale
Corso: 'La Coordinazione Genitoriale. Un percorso verso la cooperazione' - Online
Centro Studi Eteropoiesi
Scuola di specializzazione in Psicoterapia - Torino e Genova
PsicoCitta.it
Dott.ssa Silvia Cilli
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Padova e Chioggia (VE)
GITIM Gruppo Italiano Tecniche di Imagerie Mentale
Centro di Psicoterapia
Riceve a: Treviso
Dott.ssa Viviana Berti
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Camposampiero (PD)
Dott.ssa Lorenza Tosarelli
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Castel San Pietro Terme (BO)

Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica
Nella recente ricerca ADI il 50% ha dichiarato di soffrire di stati di ansia, stress e depressione

L'articolo "Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica" parla di:
  • La situazione di Dottorandi e Dottori di ricerca in Italia
  • Cause e conseguenze: sottofinanziamento e precarietà
  • Possibili soluzioni
Psico-Pratika:
Numero 204 Anno 2024

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 04 Marzo 2024

Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica
Nella recente ricerca ADI il 50% ha dichiarato di soffrire di stati di ansia, stress e depressione

Precari, sottopagati e provati da forte stress e pressione psicologica. È una fotografia della realtà vissuta dai giovani dottorandi italiani quella che emerge dall'XI Indagine Nazionale dell'Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca in Italia (ADI) "Psicopatologia del Dottorato di Ricerca. Le condizioni di lavoro e la salute mentale nell'ambito del dottorato di ricerca".

Il rapporto, pubblicato a Gennaio 2024, evidenzia una realtà difficile, segnata da scarsità di mezzi finanziari a cui si sommano instabilità lavorativa e pressione al raggiungimento dei risultati: in questa situazione, il 50% del campione di intervistati ha dichiarato di soffrire di stati di ansia, di stress o di depressione (7.025 risposte valide raccolte tra i dottorandi operanti in decine di enti e istituti universitari italiani tra aprile e giugno 2023).

Il 27% segnala stati d'ansia, il 36% depressione e il 37% forte stress. Un quinto del campione segnala punteggi gravi o molto gravi in tutte le categorie, numeri peggiori rispetto alla media della popolazione italiana e a quelli dei dottorandi di altri Paesi dell'Unione Europea.

Cause e conseguenze

Le cause della situazione, possono ricercarsi in più fattori concomitanti nell'ambito del dottorato di ricerca italiano:

  • Sottofinanziamento delle borse di dottorato: Le borse di studio per i dottorandi rappresentano il loro principale sostentamento durante il percorso di ricerca. Tuttavia, esse sono spesso insufficienti e non al passo con l'inflazione. La borsa minima fissata dal MIUR è inferiore di quasi il 25% rispetto al guadagno di chi ha scelto di lavorare altrove.
  • Precarietà delle condizioni di lavoro: La mancanza di stabilità lavorativa e la pressione per produrre risultati di ricerca possono contribuire allo stress e all'ansia. Un quarto dei dottorandi lavora oltre le 45 ore a settimana, senza una reale gratificazione economica. Inoltre l'assenza di chiare opportunità di carriera dopo il dottorato (l'incertezza sul futuro è percepita dall'88% del campione) aumenta l'insicurezza, sia finanziaria che psicologica.

Le conseguenze a lungo termine della situazione dei giovani dottorandi potrebbero essere profonde e influenzare diversi aspetti delle loro vite, avendo anche un riverbero sulla collettività: oltre alla salute mentale, possono esserci ripercussioni sull'evoluzione della carriera professionale, sulla qualità della ricerca e ritardi sul raggiungimento di obiettivi relativi alla vita personale come la formazione di una famiglia o l'acquisto di una casa.
Queste sfide nel sistema accademico italiano portano e porteranno molti giovani dottorandi alla scelta di emigrare all'estero alla ricerca di opportunità di carriera e condizioni di lavoro migliori.

Conclusioni

Questi dati sembrano indicare che il malessere psicologico dei dottorandi sia strettamente legato alla precarietà strutturale del percorso di dottorato. Maggiori finanziamenti, creazione di nuove opportunità di lavoro e più attenzione alla salute psicologica possono essere alcune delle strade da percorrere.
La ricerca ADI si conclude con una riflessione:
"La situazione drammatica della salute mentale nel dottorato in Italia indica chiaramente la necessità immediata di non limitarsi ai pur lodevoli e fondamentali interventi psicologici individuali (MUR, 2023b), ma di considerare le radici del problema e riformare e ripensare questo passaggio fondamentale nella crescita di giovani ricercatori e ricercatrici, nella ricorrenza del quarantennale dalla sua istituzione."

Fonti
  • Chiara Sgreccia, "Poveri, depressi e sotto stress: i dati allarmanti sui dottorandi italiani", pubblicato su Lespresso.it il 17 Gennaio 2024
    lespresso.it/c/attualita/2024/1/17/poveri-depressi-e-sotto-stress-i-dati-allarmanti-sui-dottorandi-italiani/49728
  • "XI Indagine ADI su Dottorato: Psicopatologia del dottorato di ricerca", testo pubblicato su Dottorato.it, Gennaio 2024
    dottorato.it/content/xi-indagine-adi-su-dottorato-psicopatologia-del-dottorato-di-ricerca
Altre letture su HT
Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Dottorandi in Italia e benessere psicologico: una situazione critica

Centro HT
HT Collaboratori