HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale
HT: La Psicologia per Professionisti

Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
PNL Meta - Istituto fondato e diretto da Gianni Fortunato
Corso: 'Ipnosi Post Ericksoniana' - Bologna
IPSE - Istituto Psicologico Europeo
Corso per operatori professionali: 'La relazione d'aiuto in RSA senza stress' - Varese
PsicoCitta.it
Dott. Luca Sodaro
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Trieste
Dott.ssa Laura Franceschini
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Livorno
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale
Quali sono i drammi delle famiglie americane con un parente affetto da disturbo mentale? A chi si rivolgono per chiedere aiuto e quali mancanze incontrano nel sistema di cura?

L'articolo "Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale" parla di:
  • Quando una vita comincia a sgretolarsi a chi chiedere aiuto?
  • Il team di Carolyn Wolf: una "costosa" ancora di salvezza
  • Difficoltà di accesso alle cure e critiche al sistema americano
Psico-Pratika:
Numero 94 Anno 2013

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 5 marzo 2013

Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale
Quali sono i drammi delle famiglie americane con un parente affetto da disturbo mentale? A chi si rivolgono per chiedere aiuto e quali mancanze incontrano nel sistema di cura?

«Un americano adulto su 17 soffre di un grave disturbo mentale - riporta il New York Times - e il sistema in cui è immerso - ospedali, compagnie di assicurazione, tribunali, servizi sociali - può essere frammentato e travolgente da gestire (...) per la maggior parte delle famiglie che vedono soffrire i loro cari (...) la battaglia può essere infinita, con piccola guida lungo il cammino» (*).
La testata newyorkese la racconta attraverso la storia di tre famiglie, accomunate dal fatto di avere trovato assistenza da Carolyn Reinach Wolf.

La Wolf non è Psicologo né Psicoterapeuta, ma un Avvocato esperto di salute mentale.
In un paese in cui l'assistenza sanitaria è garantita dalle assicurazioni, non è strano che le famiglie di Lance Scheena, Melissa Klump e Mr R. si siano rivolte a lei per trovare soccorso.

Ronald Honberg della National Alliance on Mental Illness (*) apprezza il lavoro che la Wolf svolge con il suo team - Operatori sociali, Psichiatri, Life coach etc. - ma ammette anche che può essere un'ancora di salvezza per le persone che possono permetterselo.
«Diversamente le famiglie devono fare da sole. È un lavoro 24 ore su 24, 7 giorni a settimana su 7 e per alcune famiglie non è mai finito» (*).

Le reazioni all'articolo rappresentano voci diverse per quanti sono gli stati americani.
C'è chi ha rimarcato il fatto che senza denaro non si ha accesso alle cure e normalmente i professionisti non accettano l'assicurazione sanitaria, chi ha evidenziato la presenza di servizi accessibili a tutti.

Indignato uno Psichiatra: «Credo non avreste potuto trovare un professionista della salute mentale per castigare e mettere alla gogna il sistema. D'altronde un avvocato che è riuscito a trovare una nicchia redditizia, nel fornire un qualche supporto a una ricca sottocategoria di famiglie afflitte, ha davvero bisogno di supporto mediatico» (*).

Critiche alla società newyorkese che sembra investire più nel sistema carcerario che nel sistema di salute mentale.
Dalla South Carolina: «Sono necessarie molte più risorse per trattare la malattia mentale (...). La società, le famiglie, i pazienti staranno meglio quando i disturbi mentali saranno de-stigmatizzati e saranno forniti i trattamenti» (*).

Lo scoglio principale sembra essere la difficoltà di accesso alle cure, a causa dei costi, della mancanza di copertura assicurativa per i disturbi mentali e della carenza di personale nelle strutture accessibili.

Il sistema, o meglio i sistemi americani sono certamente molto diversi dal nostro, ma non quando si parla di finanziamenti alla salute mentale, eccesso di medicalizzazione dei disturbi mentali o di fronte a commenti come questo: «Facendo parte dell'industria farmaceutica abbiamo completamente mancato il problema della salute mentale e al suo posto ci siamo concentrati sulla salute del corpo piuttosto che della mente» (*).

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Le contraddizioni dell'assistenza americana nella salute mentale

HT Staff
HT Collaboratori