HT Psicologia
Psicologia per psicologi - Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi
HT: La Psicologia per Professionisti

Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi

Gratis
Lascia vuoto questo campo:
Iscriviti alla Newsletter di HT
HT Psicologia Network
Psicologia-Psicoterapia.it
IFRA - Istituto per la Formazione e la Ricerca Applicata
Corso Specialistico sulla Coordinazione dei Gruppi e l'Analisi Istituzionale - Bologna
PNL Meta - Istituto fondato e diretto da Gianni Fortunato
Corso: PNL, crescita personale e relazione d'aiuto - Milano
PsicoCitta.it
Dott.ssa Maria Concetta Giuffré
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Torino
Dott.ssa Alessandra Preziosa
Psicologo Psicoterapeuta
Riceve a: Milano
Ultimi siti realizzati
- Clelia-Psicologo.it
Presenta i servizi di psicoterapia e terapia di coppia. Riceve ad Altamura.
- Giancarlo-Psicologo.it
Presenta i servizi di Psicoterapia al singolo ed alla Coppia. Riceve a Forlì e San Mauro Pascoli (FC).

Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi
Svezia. Il prestigioso premio andrà a tre ricercatori che hanno individuato il GPS biologico nel cervello

L'articolo "Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi" parla di:
  • Le scoperte di O'Keefe e dei Moser: il GPS del cervello
  • Comprensione dei meccanismi della memoria dello spazio
  • Implicazioni terapeutiche e valore della ricerca psicologica
Psico-Pratika:
Numero 111 Anno 2014

Tutti gli articoli
Iscriviti alla newsletter
A cura di: Redazione - Pubblicato il 4 novembre 2014

Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi
Svezia. Il prestigioso premio andrà a tre ricercatori che hanno individuato il GPS biologico nel cervello

L'assemblea del Karolinska Institute ha deciso di assegnare il Nobel per la Fisiologia e la Medicina a tre ricercatori in Psicofisiologia e Neuroscienze, per le loro scoperte sui meccanismi cerebrali che permettono di orientarsi nello spazio.

Il 10 dicembre 2014, alla cerimonia ufficiale del Konserthuset (*), saranno quindi tre Psicologi a ricevere il prestigioso premio: John O'Keefe e i coniugi Moser si suddivideranno il premio in denaro di 8 milioni di corone svedesi (circa 880 mila euro) per le loro due rispettive scoperte.

  • John O'Keefe. Ricercatore e docente di Neuroscienze cognitive, si è laureato in Psicologia fisiologica all'Università canadese McGill, dove ha svolto il dottorato.
    È stato docente di Neuroscienze cognitive all'University College di Londra, dove attualmente dirige il Sainsbury Wellcome Centre per la ricerca sui circuiti neurali e il comportamento.
  • May-Britt. Ricercatrice in Neurofisiologia e docente di Neuroscienze, si è laureata in Psicologia all'Università di Oslo, dove ha svolto il dottorato di ricerca in Neurofisiologia. Attualmente è docente di Neuroscienze e direttore del Centro di Computazione Neurale presso la Norwegian University of Science and Technology (Nust) di Trondheim.
  • Edvard Moser. Ricercatore in Neurofisiologia e docente, si è laureato in Psicologia all'Università di Oslo, dove ha svolto il dottorato in Neurofisiologia. Attualmente è docente presso la Norwegian University of Science and Technology (Nust) di Trondheim e direttore dell'Istituto Kavli per i Sistemi in Neuroscienze a Trondheim.

Le ricerche.
O'Keefe, già nei primi anni settanta, aveva analizzato l'attività di alcune cellule nervose situate nell'ippocampo - i neuroni di posizione o posizionamento (placing cell) - che si attivano quando i topi si muovono nello spazio, fornendo una sorta di mappa dei luoghi attraversati.
May-Britt ed Edvard Moser, compagni di studi e nella vita, scopersero poi che questi neuroni di posizione sono connessi ad altre cellule nervose della corteccia entorinale - le cellule a griglia (cellula grid) - in grado di dare le coordinate spaziali di latitudine e longitudine, per muoversi da un luogo all'altro e comprenderne le distanze.

Le ricerche hanno quindi rivelato che il cervello è dotato di una sorta di GPS (2005).
Grazie a ulteriori studi effettuati con tecniche di neuroimaging, i risultati ottenuti sulle cavie sono stati confermati anche per il cervello umano.

I membri del Karolinska Institute hanno ritenuto che queste nuove acquisizioni scientifiche costituiscono una svolta «nella nostra comprensione di come i gruppi di cellule nervose specializzate lavorino insieme per eseguire alte funzioni cerebrali» (*).

Essendo le aree cerebrali indagate preposte a importanti funzioni cognitive, come la memoria, e coinvolte nei processi di apprendimento, la scoperta potrebbe «aiutarci a capire il meccanismo per sorreggere la devastante perdita di memoria dello spazio» (*).

Ulteriori studi sull'attività neuronale della corteccia entorinale e dell'ippocampo potrebbero quindi portarci a sviluppare nuove terapie per prevenire o trattare in modo più efficace patologie come le Demenze, e in particolare l'Alzheimer.

Ordini e i singoli professionisti italiani hanno colto questa notizia come «un grande esempio di integrazione tra scienze psicologiche e biomediche» (*), a conferma del valore del lavoro e della ricerca in campo psicologico.

Commenti: 1
1 Teresita Forlano alle ore 16:55 del 08/11/2014

Siamo fieri di questo Nobel. La Psicologia ha un suo dominio tra le Scienze, e questo è evidentemente riconosciuto

Cosa ne pensi? Lascia un commento
Nome:
Mail (La mail non viene pubblicata):
Testo:



HT Psicologia - Nobel per la Fisiologia e la Medicina 2014 a tre Psicologi

HT Staff
HT Collaboratori